contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Corinaldo: Santa Maria in Portuno, che bella la storia

2' di lettura
546
dal Comune di Corinaldo
www.corinaldo.it

Santa Maria in Portuno
Lunedì 15 marzo si è tenuto, nella chiesa di Madonna del Piano di Corinaldo, il primo incontro di Formazione per i docenti dei tre ordini della scuola di base, promosso dal Gruppo di Storia in Rete dell’Istituto Comprensivo di Corinaldo per l’anno scolastico 2009-2010.

Questo gruppo di lavoro, di cui l’Istituto Comprensivo di Corinaldo è capofila, ingloba una rete di 13 scuole del nostro territorio ed è giunto ormai all’undicesimo anno di attività. Da cinque anni si occupa di didattica museale, associata all’insegnamento/apprendimento della storia. “Riteniamo infatti che si possa creare un connubio eccezionale tra l’insegnamento della storia e la conoscenza dell’ambiente di vita dei nostri alunni, per cui queste forme di interazione di studio dell’ambiente, sia nel presente che nel passato, porta i nostri ragazzi ad aggiungere maggior senso al proprio percorso di crescita personale e culturale, grazie al quale conosceranno e tuteleranno con maggior coscienza, il prezioso patrimonio nel quale sono immersi…” (Antonina Gambaccini, docente di scuola primaria, coordinatrice del Gruppo Storia in rete di Corinaldo).


Il nuovo incontro di formazione si è tenuto direttamente presso il sito archeologico del monastero altomedievale di S. Maria in Portuno, oggi Madonna del Piano di Corinaldo, dalle ore 16,30 alle 19,30, ed è stato curato dal prof. Giuseppe Lepore del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna, archeologo e Direttore Scientifico del sito suddetto. Alla lezione hanno partecipato, oltre ai docenti (dei vari ordini di scuola), alcuni amministratori locali dei Comuni di Corinaldo e di Castelleone di Suasa, diversi operatori a vario titolo nei settori turistici e museali, nonché il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Corinaldo, prof. Gherardo Villani e della direttrice amministrativa, Sig.ra Giovanna Ceciliani. La lezione, prendendo spunto dalla sequenza stratigrafica del sito archeologico, ha illustrato efficacemente la sequenza delle età che si sono succedute nel sito archeologico e il collegamento con i principali avvenimenti storici, in una continuità di vita che non si è mai interrotta dalla più antica preistoria (tracce neolitiche) ai giorni nostri (la chiesa è ancora utilizzata per il culto).


Fin dalle origini la chiesa, diventata poi monastero, è stata il baricentro per tutta la comunità locale, oggi rappresentata dalla contrada di Madonna del piano. Numerose anche le novità storiche, molte delle quali scaturite dai lavori di studio di antichi documenti del Prof. Dario Cingolani, valente storico locale. Un particolare ringraziamento va all’Amministrazione del Comune di Corinaldo che, con ammirevole sensibilità, ha contribuito anche quest’anno al finanziamento di una parte delle attività di Formazione per il Gruppo Storia in rete dell’Istituto Comprensivo di Corinaldo.





Santa Maria in Portuno

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2010 alle 17:16 sul giornale del 26 marzo 2010 - 546 letture