x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ponte Rosso: la Uisp replica a Marcantoni

3' di lettura
4163
da UISP Senigallia
www.uisp.it/senigallia

Sono apparse recentemente sulla stampa alcune dichiarazioni, da parte del candidato a sindaco Fabrizio Marcantoni, in merito al ruolo della Uisp nella gestione degli impianti sportivi.

Siamo costretti ad intervenire di fronte ad attacchi sconsiderati e privi di qualsiasi senso, come è nostro uso, con dati concreti e fatti. Il Centro Sportivo Ponterosso è attualmente gestito dalla nostra associazione grazie ad una gara pubblica regolarmente vinta nel 2004. Addirittura un noto avvocato locale minacciò a lungo un\'azione legale sulla base di fantomatiche irregolarità. Ovviamente, come spesso accade con simili personaggi, nessuna irregolarità è stata accertata e la nostra associazione ha potuto entrare nella struttura.


Le sue condizioni, nella primavera 2004, erano a dir poco disastrose. Abbiamo dovuto portare in discarica due camion di immondizia, gentile omaggio del precedente gestore, prima di iniziare i lavori di miglioramento strutturale in vista dell\'apertura. Fortunatamente abbiamo una cospicua documentazione fotografica dello stato di totale abbandono dell\'impianto e di estrema incuria di chi ci ha preceduto nella gestione. Sia chiaro che a fronte del canone annuale di 6000 euro TUTTI gli investimenti (strutturali e non) sono stati integralmente pagati dal Comitato Uisp senza nessun aiuto da parte dell\'amministrazione comunale (come è giusto che sia). Ovviamente tutte le utenze, luce, acqua, gas e telefono sono totalmente a nostro carico. Non sappiamo sulla base di quali dati il candidato sindaco che ci ha attaccato in maniera così violenta ha affermato che i nostri investimenti sono stati già ammortizzati: naturalmente si tratta di una falsità bella e buona. Inoltre in questa filippica anti-Uisp si accusa la nostra associazione di gestire “tutto”. L\'ostello sul lungomare, per esempio, anch\'esso inutilizzato e lasciato in totale abbandono sul finire degli anni novanta, è stato riqualificato e ristrutturato sulla base di un progetto presentato dalla Uisp e dall\'Associazione Velica AVS.


Tutti gli investimenti sono stati pagati dalle due associazioni così come la manutenzione ordinaria senza l\'esborso di un quattrino da parte dell\'amministrazione comunale. Il progetto è a costo ZERO per il comune e quindi per tutti i cittadini; anzi, la Uisp in questo progetto si impegna a dare ospitalità gratuita per 20 giorni ai partecipanti a iniziative promosse o patrocinate dal Comune di Senigallia. Inoltre, al momento dell\'apertura della Piscina Saline, l\'Uisp si era tirata indietro nella corsa alla gestione lasciando spazio alle altre associazioni locali. Tale dato potrà essere tranquillamente confermato da tutti gli interessati di allora. Di fronte alla richiesta unanime delle società che utilizzano gli impianti natatori l\'Uisp si è presa l\'incarico di gestire il nuovo impianto correndo un notevole rischio economico. Siamo stati, quindi, costretti ad intervenire in questa querelle per evitare che dati e vicende del tutto false possano essere divulgate alla cittadinanza e ai nostri soci, verso i quali sentiamo il dovere di rispondere e difenderci, come sempre con i fatti e le prove concrete nei confronti di chi, per un basso interesse elettorale, cerca di tirarci in ballo senza alcuna ragione. Ribadiamo con forza che le Società sportive sono una ricchezza per la città; lo sono ancora di più quelle che si prendono l’impegno di gestire con serietà ed efficienza gli impianti.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2010 alle 14:09 sul giornale del 23 marzo 2010 - 4163 letture