x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Patch Adams fa scuola: 18 clowns di corsia abilitati dopo un corso

2' di lettura
1417
da C.R.I. Senigallia
www.crisenigallia.it

clowns di corsia

Una nuova attività comincia a prendere forma in seno al Comitato Locale della Croce Rossa di Senigallia. Infatti, nell’ultimo fine settimana, sette volontari, assieme ad altri undici colleghi di Fano, Fossombrone, Marotta e Pesaro, hanno frequentato presso i locali del Seminario Vescovile un corso per clowns di corsia.

Subito una precisazione importante: i clowns di corsia agiscono in maniera nettamente distinta rispetto a quella degli altri clowns in quanto svolgono la loro mansione principalmente presso strutture ospedaliere e riabilitative e solo come attività secondaria, di contorno, operano in altri ambienti.


Nei tre giorni di corso intensivo (senza alcun contatto con l’esterno) il formatore nazionale Guido Zanchin, accreditato presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, e il Collaboratore Tecnico del Commissario Regionale dei Volontari del Soccorso Francesca “Farfallina” Bertozzi hanno operato con i corsisti valorizzando non solo gli aspetti tecnici, ma anche e soprattutto quelli umani, senza trascurare i possibili condizionamenti psicologici legati alle ripercussioni sull’operatore in situazioni di una delicatezza e di una complessità estreme.


E quindi si è a lungo lavorato affinché nascesse un forte spirito di gruppo tra i partecipanti (infatti i clowns di corsia non operano da soli, di norma) anche per evitare l’effetto burn-out (una micidiale miscela di stress proprio di chi opera e di stress della persona aiutata). Non per caso la condivisione delle esperienze, al termine dei servizi, si rivela un momento di grande interesse e quasi una valvola di sfogo delle tensioni psicologiche accumulate nell’attività.


Al più presto Lorenzo “Bradipo”, Lucia “C’èC’è”, Giulia “Cilippa”, Sandra “Pipilla”, Giuseppe “Plati”, Paolo “Scattino” e Marco “Spazzolino” (ad ogni clown di corsia è assegnato un nome che lo accompagnerà durante tutta la sua attività) presteranno la loro opera presso gli ospedali di Fano e di Pesaro, nei reparti di pediatria e di psichiatria, affiancandosi a clowns già esperti che sapranno trasmettere loro tutti i trucchi di un “mestiere” tanto difficile quanto umanamente importante e stimolante.





clowns di corsia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2010 alle 02:35 sul giornale del 22 marzo 2010 - 1417 letture