x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Chester: Google Street View mette sul web l\'intera contea. Ma sono i ladri a sorridere.

3' di lettura
1277
di Isabella Agostinelli
redazione@viveremarche.it

google street view

CHESTER (REGNO UNITO) —Quasi tutti i centri della contea di Chester sono ora visibili online su Google Street View. Un servizio utile per chi viaggia, ma che nasconde anche un lato negativo e pericoloso.

Il gigante del web Google continua ad espandere i suoi servizi su Google Street View. Dopo alcuni mesi è stata infatti completata la zona del Chestershire e della città di Chester. Ora gli utenti potranno facilmente muoversi tra le vie della città e di quasi tutti i centri più piccoli della contea. Google Street View infatti copre adesso il 95% della zona di Chester fornendo immagini sia delle zone rurali che cittadine. Lo scorso anno, sul suolo inglese, il servizio copriva solo 25 città.


L’espansione è stata pensata a beneficio di coloro che cercano indicazioni stradali, immagini particolari di un luogo o addirittura una casa. Infatti, grazie a Google Street View gli utenti potranno vedere una particolare zona da una prospettiva molto realistica e sembrerà loro proprio di camminare lungo una determinata strada.


Ma queste benefici nascondono un’insidia.


Secondo le ricerche di alcune compagnie assicurative, come la Legal & General, è infatti emerso che alcuni utenti inseriscono nel web e nella pagina di Google Street View delle informazioni strettamente personali. Tali dati, nella maggior parte dei casi, riguardano i piani delle vacanze o i propri spostamenti giornalieri. Secondo quanto riportato dallo studio “The Digital Criminal”, ciò può però esporre gli ignari utenti a pericoli molto gravi, come per esempio finire nelle grinfie dei ladri di appartamento. I ladri, infatti, utilizzerebbero i social network e i dati forniti da Googe Street View per individuare le vittime, sfruttando per l’appunto le informazioni date dagli utenti stessi.


Un ex ladro di appartamenti, Michel Fraser, che ha aiutato a compilare lo studio, ha detto: “Normalmente io chiamo i social network e i siti internet un “supermercato per i ladri”. Non immaginate quanto sia facile usare il web per trovare possibili vittime e per avere delle informazioni sempre aggiornate sui loro spostamenti. Google Street View inoltre fornisce immagini molto dettagliate di strade e case: è un mezzo davvero utile per mettere a punto un colpo. Il tutto comodamente seduti sul proprio sofà. Mette paura la facilità con la quale le persone forniscono informazioni sul proprio conto a completi estranei”. Per garantire un minimo di privacy Google Street View ha oscurato i volti delle persone e le targhe della macchine. Gli utenti, inoltre, possono indicare le immagini che ritengono sensibili tramite un’opzione che permette di rimuovere per esempio la propria casa, la propria macchina o addirittura se stessi.


Siete già corsi ai ripari? Da adesso in poi, farete sicuramente più attenzione alle informazioni che inserirete sul vostro stato di Facebook o Twitter.


Tutte le citazioni, le informazioni e i dati sono stati presi dall’articolo: “Google Street View puts Chester and Cheshire on the map” di Mark Dowling, Chester Chronicle, 18/03/2010.



google street view

Questo è un articolo pubblicato il 21-03-2010 alle 10:43 sul giornale del 22 marzo 2010 - 1277 letture