x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > SPORT
articolo

Basket: straordinaria Goldengas, vince a Chieti e chiude seconda

5' di lettura
1040
di Andrea Pongetti
redazione@viveresenigallia.it

Vittoria per 67-63 ai supplementari.

Secondo posto in regular season matematico.

Impresa compiuta.

La Goldengas fa sul serio e vince anche a Chieti lo spareggio per il secondo posto (67-63 al supplementare) chiudendo seconda la regular season.

L\'ultimo match, prima dei quattro di fase ad orologio, quello di domenica prossima contro Bassano del Grappa, sarà infatti in tal senso ininfluente per i biancorossi, in base alla classifica avulsa già sicuri del secondo posto sia in caso di arrivo a due che in caso di arrivo a tre con le ormai ex dirette concorrenti alla piazza d\'onore.

Il secondo posto offre un vantaggio non da poco ai senigalliesi, che avranno un calendario migliore nella fase ad orologio: di certo in trasferta giocheranno a Recanati contro la capolista e ad Ancona contro il fanalino di coda Stamura; in casa invece i rivali saranno la terza e la quarta in classifica, note dopo l\'ultima giornata di domenica prossima.

Al via le presenze e le assenze sono quelle annunciate alla vigilia: nel Chieti c\'è Castelluccia, rientrato domenica scorsa dopo un lungo infortunio, ma manca ancora Feliciangeli; nella Goldengas manca al solito Monticelli ma c\'è Gnaccarini, recuperato al meglio dopo la botta rimediata contro Civitanova (giocherà tutti i 45\').

Tanti errori nei primi minuti da ambo le parti (dei primi 18 tiri complessivi delle due squadre ne entrano soltanto 4) ma c\'è equilibrio e al termine dei primi 10\' Chieti è in leggero vantaggio (17-14).

Nel secondo quarto Pierantoni firma il vantaggio dalla media (20-19 al 13\') e la Goldengas chiude avanti la prima metà di gara 31-28 sfruttando il netto dominio a rimbalzo (25-16, Pierantoni già a quota 10, chiuderà a 15) nonostante le 5 palle perse in più degli avversari (8-3) e un non eccelso 39% dal campo.

Dopo il riposo lungo Chieti ripresenta in regia Rajola, vittima di una botta alla mano che lo aveva tenuto fuori per buona parte dei primi 20\': De Ambrosi riporta avanti con una tripla i locali (38-35 al 24\') mentre la Goldengas vede già Kosanovic al quarto fallo.

Altra tripla di De Ambrosi e massimo vantaggio per Chieti (43-35 al 26\') che chiude in vantaggio al 30\' 48-42: Regini ha disposto per qualche minuto la zona per fermare l\'attacco teatino ma in fase offensiva la Goldengas continua a fare fatica e sbaglia anche tanto dalla lunetta.

Nell\'ultimo quarto però è di nuovo parità (48-48 al 34\') dopo il canestro del capitano senigalliese Pierantoni; Maddaloni sorpassa dopo un antisportivo affibbiato a Castelluccia (53-52) a 2\'.30\'\' dalla fine, ma il vantaggio dura poco e la solita tripla di De Ambrosi spinge il match verso i locali (57-53 a 1\'.41\'\').

Gnaccarini accorcia ancora da tre punti, ed Esposito sorpassa di nuovo (58-57 a 40\'\' dalla fine) ma il fallo antisportivo fischiato a Maddaloni sembra rovinare tutto: Castelluccia firma il nuovo sorpasso dalla lunetta, Valerio può “ammazzare” la partita con una tripla ma la sbaglia, ed anzi a rimbalzo c\'è fallo su Pierantoni che dopo il time-out fa 1 su 2 dalla lunetta e impatta ancora una volta (59-59).

Nell\'ultimo possesso dei regolamentari, con 8\'\' da giocare, Chieti non segna e si va ai supplementari.

Nell\'overtime i locali perdono per falli Castelluccia, Regini rimette dentro Amici mentre le squadre fanno a gara a chi sbaglia di più al tiro: Maddaloni (foto), fino a quel momento 1/7 da fuori, infila la tripla del + 3 (64-61 a 1\'.15\'\') ma De Ambrosi replica subito da sotto.

La Goldengas però, ha grinta da vendere: Gnaccarini nell\'ultimo minuto firma il + 4 che è un\'ipoteca sulla partita anche se poco dopo Esposito, con Chieti ormai alla disperata ricerca di una rimonta che si sta facendo impossibile, fa un insolito 0/2 dalla lunetta senza rimettere tuttavia in discussione il risultato.

La Goldengas vince infatti 67-63 in un campo difficile, lasciando solo l\'amaro in bocca agli oltre mille tifosi abruzzesi presenti.

Senigallia dimostra di sapere vincere anche in un giorno in cui le proverbiali armi dei biancorossi non funzionano (appena 5/24 da tre, addirittura 12/26 ai tiri liberi, -6 nel saldo palle recuperate-perse): un segnale di forza.

Nel post partita, ai microfoni di Radio Duomo, coach Regini annuncia il probabile ritorno di Elia Monticelli, pur ancora non del tutto recuperato, nei 10 nel prossimo match, in modo da permettere al giocatore osimano di riassaggiare il clima partita dopo 3 mesi forzatamente ai box.

Intanto, un secondo posto impensabile per tutti alla vigilia del torneo, è in cassaforte: ora bisognerà mantenerlo nella fase ad orologio per affrontare poi i play-off col determinante vantaggio del fattore campo.

Tabellino

BLS CHIETI 63:
Rajola 2, Stjepovic 6, De Ambrosi 22, Carpineti 11, Peruzzo 7;
Adamo 4, De Laurentiis ne, Branciaroli, Castelluccia 4, Valerio 7.
All. Frattin

GOLDENGAS SENIGALLIA 67:
Gnaccarini 14, Maddaloni 18, Penserini 2, Esposito 14, Pierantoni 10;
Papa ne, Calcatelli ne, Amici 5, Filippetti, Kosanovic 4.
All. Regini

Arbitro: Noce di Latina e Bottari di Malfa (Me)


Parziali: 17-14 28-31 48-42 59-59 63-67

Classifica dopo 25 giornate su 30


Recanati 42
Senigallia 34
Chieti 32
Padova 32
Faenza 32
Bassano del Grappa 30
Civitanova 28
Budrio 24
Torre de\' Passeri 22
Fossombrone 22
Gualdo Tadino 18
Ravenna 16
Roncade 14
Ancona 4


Questo è un articolo pubblicato il 21-03-2010 alle 21:22 sul giornale del 22 marzo 2010 - 1040 letture