x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CULTURA
comunicato stampa

Presentazione del libro di Gianluca Goffi

3' di lettura
1190
da Andrea Nardella
Forma

E’ stato presentato nella Rotonda a Mare di Senigallia il libro di Gianluca Goffi “Management delle destinazioni turistiche: sfide per territori e imprese. Il caso di Senigallia e delle Valli Misa e Nevola”, volume edito dalla Franco Angeli di Milano, cofinanziato dalla BCC di Corinaldo e promosso da Forma.


Il turismo si sta evolvendo da un’impostazione fordista ad un’impostazione post-fordista: il prodotto diventa più personalizzato, si rivolge ad un turista attivo e l’ambiente diventa un fattore fondamentale di successo. Tali cambiamenti hanno reso necessaria una forte azione di coordinamento dell’offerta nelle destinazioni turistiche e il passaggio ad una logica di prodotto, creando le basi per l’avvento del destination management.

La logica è sempre più quella dei piccoli territori integrati in un ambiente con autentici tesori: il turista, infatti, si sta orientando verso esperienze intense e integrate che queste aree, forse più di altre, possono far vivere. Il caso applicato di questo studio – Senigallia e le Valli Misa e Nevola – rientra in questa tipologia: un litorale turisticamente sviluppato con un entroterra dalle ricchezze notevoli. Senigallia è una destinazione con un brand affermato che non è sfuggita negli anni Ottanta-Novanta ad una fase di declino del prodotto balneare tradizionale e si incontra con una vocazione d’offerta integrata ancora da sviluppare nell’interno.

Le opportunità sono da una parte diversificare l’offerta balneare attraverso un insieme di prodotti in grado di creare valore per turisti e stakeholder territoriali e, dall’altra, attrarre risorse, investimenti e flussi turistici nell’entroterra. Nel volume questi temi ricevono ampia trattazione, con l’indicazione delle principali sfide nell’ottica della diversificazione dell’offerta e di una collaborazione costa-entroterra volta all’offerta di prodotti integrati dall’elevato contenuto esperienziale. L’ottica strategica della soddisfazione del cliente richiede a monte un sistema di offerta di qualità al quale dovrebbero partecipare anche le imprese ricettive con un rinnovamento delle strutture e dell’offerta e con un orientamento al marketing. Per studiare tali questioni è stato somministrato un questionario ad un campione rappresentativo di strutture ricettive (si è occupata del campionamento Roberta Palmieri dell’Istat Marche).

Dopo una prima parte sul ruolo del destination management, sul destination marketing, sulle politiche di comunicazione e sul concetto di destinazione turistica, il volume prosegue con un quadro sul contesto locale: le risorse e le attrattive della zona, il ruolo del turismo nell’economia, il mercato del lavoro nel comparto, la consistenza delle strutture ricettive e la dinamica dei flussi turistici nel tempo. Il quarto capitolo contiene un’analisi dettagliata della zona con alcune sfide per il turismo: viene analizzato il ciclo di vita delle località, si individuano alcune opportunità per il management e per la diversificazione dell’offerta, ci si sofferma sulle scelte a livello comunicativo e di branding e, infine, sulla governance del sistema locale di offerta turistica - il nuovo STL “Marca Anconetana” -. La parte finale del volume si concentra da un lato sulle caratteristiche delle strutture ricettive e dei servizi offerti, dall’altro sugli imprenditori e sugli aspetti relativi alla gestione. Il libro si chiude con l’analisi delle politiche di marketing poste in essere dalle imprese ricettive locali (con un contributo di Debora Moscani).




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2010 alle 12:10 sul giornale del 18 marzo 2010 - 1190 letture