Angeloni: sul Comitato dei Sindaci Mancini fa confusione

luana angeloni 2' di lettura Senigallia 17/03/2010 - \"In campagna elettorale, come si suol dire, tutto fa brodo. E così si pesca nel torbido. Meraviglia, o forse no, che a questa prassi si presti anche chi si candida a fare il Sindaco, ed è quindi tenuto a conoscere bene questi argomenti e i fatti di cui parla\".

Chi, come il consigliere Mancini, vorrebbe dipingere il Comitato dei Sindaci dell’Ambito, composto dai primi cittadini di undici Comuni espressioni di diversi orientamenti politici e appartenenze partitiche, come un organo di un solo partito politico. Un atteggiamento offensivo e irriguardoso, che denota scarsa conoscenza e considerazione per le Istituzioni e per i Sindaci che le rappresentano. Non credo meritino una risposta le affermazioni fatte, tanto sono false e manifestate per ragioni che nulla hanno a che vedere con la questione della nomina del coordinatore d’ambito. Su questo aspetto il Comitato dei Sindaci ha già chiarito che il nuovo assetto è votato a una integrazione funzionale tra Comuni al fine di ottimizzare la gestione e razionalizzare le spese e per destinare le risorse ai servizi alla persona. Sono peraltro assolutamente false le dichiarazioni del consigliere Mancini in ordine alla presunta illegittimità dell’atto adottato dal Comitato.


Tutte le procedure sono state infatti puntualmente rispettate, compresa l’individuazione della terna, anch’essa votata dal Comitato stesso. Preciso inoltre che la nomina del coordinatore d’ambito nulla a che vedere con le prossime elezioni amministrative. Molto ha a che vedere, invece, con gli atti programmatici e i progetti attuativi, che vanno realizzati con scadenze ravvicinatissime e che sono necessari per ottenere trasferimenti finanziari dalle Regioni e fornire così servizi alla persona in tutto il territorio. Ribadisco infine che tra i dieci Comuni che hanno espresso il proprio voto favorevole alla nomina del Dott. Maurizio Mandolini vi sono Sindaci di centro destra e centro sinistra, espressioni quindi di diversi orientamenti. Per questo confondere un organo istituzionale sopra le parti con un partito politico è una provocazione gratuita e fuorviante.


da Luana Angeloni
Ex sindaco di Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2010 alle 15:26 sul giornale del 18 marzo 2010 - 4626 letture

In questo articolo si parla di luana angeloni, attualità, comune di senigallia, roberto mancini, senigallia, comitato dei sindaci


Nulla da dire sulla nomina, avvenuta nel pieno rispetto delle regole, fino a prova contraria. Però che gli incarichi dirigenziali negli enti locali siano anche il frutto dello spoil system lo dimostra la resistenza dell\'Anci rispetto ai nuovi principi introdotti dal ministro Brunetta in materia di accesso alla dirigenza nella PA, basata sul merito e sul concorso pubblico. A me Brunetta piace poco ma cerco di non essere fazioso a piori. <br />
Mi piacerebbe comprendere piuttosto se il dott. Mandolini può rivestire quell\'incarico, avendone già uno come dirigente del Comune di Senigallia e un altro se non erro come direttore del cogesco. Alla somma degli incarichi equivale anche una somma delle retribuzioni ? Certo è che il dott. Mandolini appare come un uomo della provvidenza, dotato, c\'è da sospettarlo, anche del dono dell\'ubiquità.

Saremo grati allo staf della signora se volesse spiegarci quali sarebbero i risparmi favolosi e, dato che ci siamo, anche quali vantaggi reali avrebbero i comuni minori da questo nuovo carrozzone. Invece di pensare alla nomina del dirigente, chissà perchè dipendente, in scadenza, del comune capofila,non sarebbe stato più opportuno prevedere un minimo di struttura per l\'organizzazione dei servizi, in fondo l\'ambito ha un suo staff, perchè il sindaco di senigallia non è partita da lì? In fin dei conti le case si cominciano dalle fondamenta.

Off-topic

.<br />
<br />
Ma perché i comunicati dell\'Angeloni continuano ad essere firmati \"Comune di Senigallia\" anziché \"Luana Angeloni Sindaco di Senigallia\"?<br />
<br />
Non si avverte un po\' di ridicolo nel vedere il \"Comune\" lanciare invettive contro un suo \"Consigliere Comunale\"?<br />
<br />
E\' colpa del sito o di chi usa la macchina pubblica?<br />
<br />
.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Resta il fatto che attendere un mese - dopo che Marisa Sabbatini era stata, se non sbaglio, \"prorogata\", dimostrando che tanta urgenza non c\'era - non avrebbe fatto la differenza, ma avrebbe invece salvato buon gusto ed etica politica. Ma buon gusto ed etica sono valori che non sembrano appartenere a \"questo\" indecente PD.

In effetti...una nomina a scadenza di mandato non s\'è mai vista

s\'è vista s\'è vista<br />
e non è neanche tanto remota<br />
la parte politica che l\'ha fatta però è la stessa, su questo non ci piove

Ieri avevo affermato che una volta si appuravano i fatti per farsi le opinioni e invece oggi si trascurano i fatti per giustificare le opinioni.<br />
Oggi mi correggo.<br />
Spero che i fatti confermino le opinioni.<br />
Visto come sono andate le cose credo che sia corretto dire che nel nostro comprensorio c\'è un sindaco Santo e dieci sindaci inopportuni, arroganti e prevaricatori, logicamente compreso il nostro.<br />
O no?!<br />
E\' esatto?<br />

A questo punto il Sindaco Angeloni, dopo aver portato a casa il risultato, ci comunichi pure i dati ed i costi reali legato all\'operazione.<br />
Conferma ancora oggi che il costo é 25.000 Euro come detto ai suoi colleghi prima della votazione?<br />
Oppure le cifre sono altre?<br />
Ormai lo può dire, la votazione é stata fatta e non si torna indietro.<br />
Quanto al Comitato di Sindaci é logico che non é un organo ufficialmente guidato da un solo partito (leggi PD), ma si suol forse negare che il primo Comune della vallata ed il relativo partito più importante hanno una fortissima influenza e possono condizionare (a volte imporre) alcune scelte?<br />
E\' perfettamente legittimo che il Sindaco Angeloni (e quindi Mangialardi che su tale tema non ha detto una sola parola e quindi é ragionevole pensare che approvi) sia contento per il risultato: la politica é fatta di questo, scelte e decisioni prese perchè convinti siano positive ed utili, anche quando le altre forze politiche affermano il contrario.<br />
Non ci si dica che questa cosa però stava bene a tutti, tranne un solo elemento \"arrogante e prevaricatore\". <br />
Perché altrimenti tutta questa polemica, da più parti?<br />

a parte che non sono 10 ma 9<br />
ma<br />
in sostanza se dieci sindaci su undici commettono un errore e uno glielo fa notare, l\'errore non è più commesso dai 10 sindaci, ma da quello che gliel\'ha fatto notare?

Maurizio (candidato dei Verdi) come al solito tu non rispondi alle domande che ti vengono poste e ci spari il solito pistolotto che dovrebbe indicarci come ragionare, da grande maestro.<br />
Andiamo al sodo: si poteva aspettare un mese (forse meno) per quella nomina?<br />
Oppure la fretta di piazzare qualcuno era tanta?<br />
Dopo gli occhi, il naso e le orecchie cos\'altro ti rimane da chiudere?

Di solito funziona che ci si riunisce, si discute e di solito la maggioranza decide.<br />
Funziona così nei condomini, nelle assemblee, in consiglio comunale ecc. ecc. <br />
Se non sei daccordo o trovi la maggiuoranza per decidere come vuoi tu o fai la rivoluzione ed elimini chi non la pensa come te., mi spiace ma non ci sono altri metodi.<br />
<br />
P.S. la magguioranza, in questo caso, non è solo la sindaca, anche se fa comodo far riferimento solo su di lei se non come si farebbe a dire che è prevaricatrice arrogante ecc. <br />
<br />

Vedo che sei incapace di rispondere alle domande... te la pongo in modo diverso allora: tu, se fossi stato un sindaco in scadenza, avresti aspettato un mese facendo fare la nomina a chi dovrà governare Senigallia per i prossimi 5 anni, o avresti tirato dritto pur avendo ormai terminato il tuo incarico?<br />
Voglio capire come la pensa il candidato Maurizio.




logoEV