x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Alla Chiesa dei Cancelli la rassegna delle Corali A.N.B.I.M.A

3' di lettura
711
da ANBIMA

musica

Si svolgerà domenica 21 marzo nell’ Auditorium della Chiesa dei Cancelli di Senigallia “Cori in…Coro”, Rassegna delle Corali A.N.B.I.M.A. della Provincia di Ancona alla quale parteciperanno cinque gruppi: “Les Amis”, “O. Burattini” e “V. Cruciali” di Ancona, “F. Tomassini” di Serra de’ Conti e “San Giovanni Battista” di Senigallia.

La manifestazione conclude il Progetto: “AMNIA et FLUMINA: Appuntamenti Musicali”, naturale evoluzione del precedente: “PER FLUMINA: itinerari Musicali”, entrambi inglobati nel tema generale e motivo conduttore che ispira l’ attività dell’ A.N.B.I.M.A. Provincia di Ancona: “Vivere e crescere con l‘Anbima per valorizzare la musica popolare incarnata dalle Bande Musicali, Majorettes, Gruppi Corali e Folk al servizio delle Comunità del nostro territorio provinciale”. Il Progetto si è articolato su quattro “appuntamenti” dedicati alle Bande Musicali: “Risalendo il Misa, da Ostra Vetere a Serra de’ Conti”, “Dove il Guardengo e il Triponzio… incontrano… l’ Esino…”, “Monsano: una terrazza sull’ Esino e la sua Valle ”e altrettanti sono stati quelli programmati per i Cori: “Monte Bodio, quel colle tra il Misa e il Triponzio”, “Domo: l’ antico castello affacciato sull’ Esinante” e “Senigallia: la Rocca, il Misa e il Rubiano”.


Una speciale manifestazione è stata dedicata alle formazioni giovanili provenienti dai CORSI DI ORIENTAMENTO MUSICALE: “Senigallia: Il Misa a tu per tu…con il mare…”. Il nostro territorio è costellato di sorgenti, rigagnoli, ruscelli, “fossi”, torrenti e fiumi: un sistema idrografico che ha modellato nel tempo, dall’ Appennino all’ Adriatico, i monti, le gole, le colline e le pianure, lasciando il segno della paziente attività dell’acqua, spesso placida, altre volte impetuosa, e generando l’attuale incantevole paesaggio della nostra terra. Con le nostre iniziative abbiamo soffermato la nostra attenzione su alcuni tratti dei nostri corsi d’acqua, con la duplice prospettiva: da una parte risalire verso la sorgente, orientando il nostro cammino alla ricerca delle “radici” per riscoprire l’originalità e l’autenticità della cultura locale degli avi in rapporto all’ “habitat” del proprio vissuto; dall’ altra “ammirare” e “stupirci” nell’ osservare l’ evoluzione dei nostri torrenti e fiumi, che incontrandosi determinano nuovi orizzonti e prospettive nei paesaggi attraversati, arricchendoli di quanto raccolto e trasportato nel proprio viaggio.


I Complessi bandistici e le Corali ci hanno guidato “in musica” in questi “appuntamenti”. Per loro struttura la Banda e il Coro sono un “insieme” di strumenti musicali o vocale, organici dove persone di diversa età, cultura, formazione, esperienza personale, riversano le proprie competenze musicali professionali o amatoriali. E’ il poliedrico incontro di donne e uomini, giovani ed adulti. Possiamo definirli “fucine” di elaborazione culturale nelle quali il contributo di ciascuno arricchisce il gruppo, che a sua volta diviene veicolo di inter-comunicazione e interscambio con altre formazioni musicali, e quindi confronto e arricchimento socio-culturale. La Banda musicale e il Coro in sintesi, oltre ad esprimere il fondamentale ruolo istituzionale di “servizio”, nella loro dinamica evoluzione, ci invitano sia a riscoprire “la memoria” del nostro passato, recuperando i valori fondanti delle nostre comunità, sia a creare occasioni di scambio di esperienze che a loro volta divengano presupposti per un nuovo orizzonte culturale sul quale costruire il nostro oggi e, in prospettiva, il futuro dei nostri giovani.



musica

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2010 alle 18:43 sul giornale del 17 marzo 2010 - 711 letture