x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
pubbliredazionale

Parte il \'global check\' alla casa di cura Villa Silvia

3' di lettura
7999
da Dr. Walter Mariotti
Direttore Responsabile - Studi Medici Villa Silvia

Malattie tumorali con percentuali di guarigione altissime fino in alcuni casi 100%. Rischio di eventi cardiovascolari ridotto fino al 60%, aspettativa di vita (event free) aumentata di circa dieci anni, qualità della vita nettamente migliorata.

Per ottenere questi risultati straordinari, a differenza di quanto si possa pensare, non servono i farmaci, o meglio non solo i farmaci. La cosa più importante è la prevenzione: trattare un tumore allo stadio iniziale significa, come detto, aumentare moltissimo le percentuali di sopravvivenza; sottoporsi ad una stratificazione personalizzata del rischio cardiovascolare, significa abbattere in maniera significativa non solo infarti, ictus, ma soprattutto vivere una vita di qualità.


Dunque vivere, non sopravvivere. Oggi tutti parlano di prevenzione, campagne educazionali che iniziano dalle scuole, informazione su giornali, Tv, Internet. Ma quella è la prevenzione legata agli stili di vita (obesità, diabete, fumo e quant\'altro). Essenziale, ma non sufficiente. Per fare prevenzione completa soprattutto in certe fasce di età, negli uomini piuttosto che nelle donne e viceversa, servono indagini approfondite, talora ad elevata tecnologia; servono tempi per eseguirle, serve denaro. E servono risposte adeguate, non frammentate; serve il \'Quadro clinico globale\'.


Il Servizio sanitario nazionale non solo nel nostro paese (che tra l\'altro è considerato il terzo migliore al mondo secondo l\'Oms) parla di prevenzione, ma non riesce a garantire per obiettive carenze di risorse finanziarie, indagini a meno che non si sia già malati. Il Check up globale oggi non viene rimborsato dal Servizio sanitario nazionale; ha dei costi per molti proibitivi se gli stessi sono la somma delle singole prestazioni eseguite. Comporta inoltre la raccolta di una mole impressionante di dati che causa la mancanza di una sintesi del quadro clinico globale; registra tempi di attesa biblici per eseguire accertamenti a causa di molteplici appuntamenti con molteplici specialisti.


I dati raccolti rimangono inutilizzati o quanto meno sotto utilizzati senza un software appositamente creato che viene continuamente aggiornato in tempo reale in base alle ultime evidenze scientifiche (ad esempio il software per il sistema cardiovascolare è già stato aggiornato tre volte negli ultimi 18 mesi. Alla Casa di cura \'Villa Silvia\' si è lavorato per cercare di risolvere tutte queste problematiche attraverso una organizzazione rigorosa; un check up personalizzato.


Una equipe di specialisti di alta professionalità (internisti, cardiologi, oculisti, otorino, ginecologi, urologi e altri) si confronteranno per dare al paziente un quadro clinico chiaro, completo e con un linguaggio comprensibile.
La formula del check up globale di \'Villa Silvia\' garantisce in una mattinata di eseguire indagini chimico cliniche e tutte le consulenze specialistiche necessarie: il referto clinico globale sarà consegnato solo dopo una settimana.


Oltre al check up globale, il centro di \'Villa Silvia\' garantisce le stesse modalità di servizio per la Diagnosi e la cura dell\'ipertensione arteriosa; l\'analisi e lo studio delle malattie cardiache e la diagnosi verso il disturbo del comportamento alimentare per capire chi è a rischio obesità. L\'ulteriore servizio dell\'obesità va ad affiancare l\'esperienza già consolidata nel campo delle dipendenze della Casa di cura \'Villa Silvia\'.
La formula del check up globale sarà quella sperimentata con notevole successo del \'Day Service\' che è già in uso per lo studio dell\'ipertensione.



Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 13-03-2010 alle 23:59 sul giornale del 15 marzo 2010 - 7999 letture