La casa (im)possibile, abbattere i costi e costruirsi la casa

3' di lettura Senigallia 09/03/2010 - Scade il prossimo 12 marzo (quindi affrettatevi se siete interessati) il bando per l\'autocostruzione di 20 appartamenti in edilizia agevolata e ad alta efficienza energetica da realizzarsi a Cesano di Senigallia.

Il progetto è promosso dalla Provincia di Ancona, co-finanziato dal Ministero per il Lavoro e le Politiche Sociali e realizzato nel territorio del Comune di Senigallia che da tempo ha identificato un\'area per l\'autocostruzione.

Con il cantiere di Cesano denominato “Le mani, per vivere insieme” vogliamo dare una risposta concreta a quella fascia di popolazione (italiana e migrante), che è troppo ricca per la casa sociale, ma non abbastanza per il libero mercato. A questi cittadini vogliamo offrire case di qualità molto elevata e realizzate secondo i criteri della bioedilizia, bioarchitettura e del risparmio energetico a costi accessibili, abbattendo i costi fino al 50% rispetto ai prezzi di mercato.

L\'efficienza energetica delle case rappresenta un beneficio per il Pianeta con un effetto tangibile anche sul portafogli, consentendo di risparmiare fino al 70% sui costi per il riscaldamento.

Un territorio, qualunque esso sia, non può sopravvivere se mancano case a prezzi accessibili; sarà un territorio che non conosce ricambio generazionale, perché i giovani saranno costretti ad andarsene a vivere da qualche altra parte. L\'assenza di una politica della casa, oltre ad un problema sociale può diventare anche un problema ambientale incentivando il pendolarismo e conseguentemente l\'inquinamento creato dallo spostamento tra i quartieri dormitorio o i comuni cintura, verso il capoluogo, il comune capofila, ecc.

Per partecipare al progetto di autocostruzione non bisogna essere degli esperti. Autocostruire la propria abitazione significa lavorare nel cantiere sotto la guida di personale specializzato, in modo da ridurre il costo della casa. Ci saranno dei tecnici specializzati che forniranno le spiegazioni necessarie e saranno anche utilizzati dei materiali studiati in modo da permetterne l\'uso anche a persone non competenti.

Il nostro cantiere partirà nei prossimi mesi e rappresenterà il cantiere pilota nelle Marche. Le persone selezionate durante il tempo libero dal lavoro si recheranno in cantiere per armarsi di cazzuola, martello e buona volontà per abbattere i costi e costruirsi la casa. È possibile coinvolgere anche familiari ed amici, ad esempio un genitore che non può aiutare il figlio economicamente per l\'acquisto della casa può mettere a disposizione le sue ore lavoro.

Gli autocostruttori selezionati si costituiranno in cooperativa edilizia di autocostruzione che accenderà un mutuo presso Banca Etica per la gestione del cantiere. È anche importante dire che il mutuo copre il 100% dell\'investimento e che quindi non è necessario anticipare dei soldi e che le rate del mutuo si inizieranno a pagare solo una volta entrati negli appartamenti per evitare che si sommi l\'onere del mutuo a quello dell\'eventuale affitto.

Per qualsiasi domanda o informazione rivolgersi allo “Sportello Informativo Autocostruzione” presso il “Consorzio Solidarietà” aperto dal lun. al ven. la mattina e il mar. e gio. il pomeriggio. Tel 071 7938239





Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 09-03-2010 alle 18:05 sul giornale del 11 marzo 2010 - 9324 letture

In questo articolo si parla di economia, lucio Cimarelli, consorzio solidarietà

Leggi gli altri articoli della rubrica pubbliredazionale





logoEV