Samuele Bersani: \'Senigallia porta bene, ti fa sognare tantissimo\'

2' di lettura Senigallia 07/03/2010 - Il sogno, spiega Samuele Bersani durante il concerto, è un momento importante per il cantautore di Cattolica, che dalle suggestioni oniriche trae ispirazione per molti dei suoi testi. \"Le canzoni partono sempre dalla musica, per i testi prendo ispirazione dai sogni\".


Dopo tre anni dall\'ultimo tour Samuele Bersani torna sul palco e canta per la prima volta dal vivo le canzoni del suo ultimo album, manifesto abusivo. \"Mi diverto a scrivere - ha detto Bersani al suo pubblico - ma mi diverto anche a vivere, se no sarà sempre la stessa canzone.
Questa è la prima sera e sarà piena di inconvenienti tecnici, ma poi il concerto diventerà un automatismo, stasera invece costruiremo insieme il concerto e tutto il tour
\".

Bersani ed il suo staff sono stati una settimana a Senigallia per preparare il \'Manifesto Abusivo tour\', che è partito sabato sera proprio dalla Fenice di Senigallia. \"Ci siamo trovati bene qua. Avevamo tempo - ha commentato l\'artista - ma durante le prove il teatro era vuoto, ora con il pubblico è completamente diverso\".

Il rapporto tra Samule Bersani ed il pubblico di Senigallia è subito stato perfetto e il cantante si è lasciato andare a diversi monologhi, carichi di autoironia in cui ha parlato di molti argomenti, ad esempio di Facebook: \"Un po\' tutti siamo scemi, ma sto perdendo degli amici su Farmville... anche io eprdo tempo davanti al PC, ma il biscotto della fortuna? Spero che questo decennio che sta iniziando non venga ricordato solo per il social network\".


Tra il pubblico anche i genitori di Bersani che hanno approfittato della vicinanza di Senigallia e Cattolica per venire a trovare il figlio. Il padre, definito dal cantautore \"il mio punto di riferimento morale\", almeno fino a quando non ha scoperto che \"da tre anni guarda Un posto al sole\" ha ricordato, dalla platea, che il nonno era di Roncitelli.


Notevole lo spettacolo di luci e colori che ha accompagnato la musica, la melodia e la poesia di Bersani.


La scaletta
Non portarmi via il nome
Spaccacuore
Cattiva
Ferragosto
Un periodo pieno di sorprese
Le mie parole
Una delirante poesia
Senza Titoli
Girovagando
Pescatore di asterischi
16:9

Pesce d\'aprile
Lo scrutatore non votante
Freak
Delirante poesia
Fuori dal tuo riparo
Lascia stare
A Bologna
Chicco e Spillo
Reply

Giudizio Universale
Coccodrilli



Lo staff
Giampiero Grani - Tastiere
Marco Rovinelli - Batteria
Davide Beatino - Basso
Toni Puia - Chitarre
Graziano Trevison - Luci
Italo Lombardo - Mixer
Luigi Astorino - Produzione








Questo è un articolo pubblicato il 07-03-2010 alle 02:24 sul giornale del 08 marzo 2010 - 4004 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, spettacoli, samuele bersani





logoEV
logoEV
logoEV