x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > SPORT
articolo

Basket: Goldengas, addio al tabù Ravenna

3' di lettura
949
di Andrea Pongetti
redazione@viveresenigallia.it


L\'Acmar non è più bestia nera.

Senigallia vince in trasferta 69-64 e resta terza.

Se c\'è una squadra che tradizionalmente ha fatto soffrire la Goldengas, questa è Ravenna: ma stavolta il team di Regini (foto) ha sfatato il tabù tornando dalla trasferta in Romagna con due importantissimi punti.


Acmar battuta 69-64 ed ormai quasi costretta a dire addio ai play-off, vittima di un rendimento nettamente al di sotto delle attese e di una sequela di infortuni che anche contro Senigallia hanno lasciato in tribuna Compagni e Neri, ed in panchina non utilizzato Cicognani.

Ma per la formazione di Guidi quella contro la Goldengas era l\'ultima chance, brava comunque la Goldengas dunque a uscire indenne da una partita vera e non bella, ma dove i due punti contavano davvero troppo.


Partita non facile, vinta grazie a un positivo ultimo quarto: nei primi 10\' Ravenna gioca meglio anche se il vantaggio alla prima sirena è minimo (21-16) ed originato non tanto dalle percentuali al tiro, basse per entrambe le squadre, quanto da un palese dominio a rimbalzo, con Puggioni, il migliore in questo fondamentale nelle statistiche individuali del torneo, a farla da padrone.


Meglio il secondo periodo per la Goldengas: Filippetti, Amici e il solito grande Penserini (Mvp) riportano la Goldengas in parità prima ed in vantaggio poi (31-29 al 16\').

Si va al riposo sul 35-34 per Ravenna.


Dopo il riposo il rientro in campo della Goldengas però non è ottimale: Puggioni continua a dominare a rimbalzo e contribuisce all\'allungo (47-38 al 24\') ma sono ancora i giovani, Penserini ed Amici, a riportare i rivieraschi vicini nel punteggio (47-44 al 26\') anche se l\'Acmar continua a condurre alla fine del periodo (53-48).


La svolta nell\'ultimo quarto: bomba di Amici e nuovo sorpasso (55-53 al 32\') poi mini-parziale di 6-0 firmato dai lunghi (Esposito 4, Pierantoni 2) e la Goldengas può scappare per la prima volta (61-53 al 35\'); Ravenna, che praticamente da inizio partita gioca con lo stesso quintetto e non ha più l\'ex Berlati, fuori per falli, trova canestri inattesi dall\'unico vero uomo della panchina (Pappalardo) che firma cinque punti di fila.

La bomba di Gnaccarini non può mancare però nei finali di gara e mantiene invariate le distanze (68-60 al 38\').

Finale convulso e con errori da ambo le parti, Ravenna torna a – 4 (68-64) ma Senigallia porta a casa i due punti.


Tabellino


ACMAR RAVENNA 64:

Di Marco 9, Cohen 11, Berlati 14, Marisi 11, Puggioni 12;

Pappalardo 7, Morigi, Bianchini ne, Cicognani ne

All. Guidi


GOLDENGAS SENIGALLIA 69:

Gnaccarini 12, Maddaloni 5, Penserini 17, Esposito 8, Pierantoni 8;

Papa ne, Calcatelli ne, Amici 13, Filippetti 4, Kosanovic 2.

All. Regini


Arbitri: Trespedini di Verona e Cunico di Altavilla Vicentina (Vi).


Parziali: 21-16 35-34 53-48 64-69.


Classifica dopo 23 giornate su 30


Recanati 38

Chieti 32

Senigallia 30

Faenza 30

Padova 28

Bassano del Grappa 28

Civitanova 26

Budrio 22

Fossombrone 22

Torre de\' Passeri 18

Ravenna 16

Gualdo Tadino 16

Roncade 12

Ancona 4




Questo è un articolo pubblicato il 07-03-2010 alle 20:59 sul giornale del 08 marzo 2010 - 949 letture