x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Allegrezza: dotare i Vigili Urbani di sfollagente non è previsto dalla normativa

2' di lettura
3210
da Elisabetta Allegrezza
candidata PD al Consiglio Comunale

\"Leggendo la proposta in materia di sicurezza del candidato Sindaco Marcantoni, viene da chiedersi in che città viva\".

Senigallia è una città vivibile ed a misura d’uomo dove chiunque, donne, ragazzi ed anziani possono liberamente passeggiare in tutta tranquillità e lo conferma il flusso turistico in incremento, nonostante i tempi di crisi, dove si sono registrati soltanto sporadici episodi di microcriminalità, che di certo non possono essere sottovalutati, ma che hanno ricevuto una risposta pronta dalle forze dell’ordine presenti nel territorio e dall’Amministrazione comunale. L’allarmismo che la coalizione di centro destra cerca di infondere alla cittadinanza è del tutto infondato e gravemente pregiudizievole dell’immagine della nostra città. Sebbene sia condivisibile l’erogazione di ulteriori investimenti in favore della Polizia Municipale, il ricorso ai sistemi di video sorveglianza sparsi in tutta la città, non può che ritenersi lesivo della libertà individuale del singolo cittadino e proprio di sistemi di governo tutt’altro che democratici.



Ma non basta, il centro-destra ritiene di dover finanziare con risorse pubbliche corsi di autodifesa personale, così che ciascuno che abbia subito un torto potrà farsi giustizia da sé, al di là di ogni regola di civile convivenza, aggiungendo violenza alla violenza e persino di dover dotare i nostri Vigili Urbani di “sfollagente”, ovvero “oggetto in gomma o materiale sintetico, cilindrico, internamente cavo, con impugnatura scanalata, anello in lamierino con doppia campanella, moschettone di cuoio fissato all’attacco o alla base dell’impugnatura, diametro di cm 3 e lunghezza compresa tra cm 40 e cm 60”. E’ questa la descrizione contenuta nell’art.11 del D.P.R. 5 ottobre 1991 n.359 (Regolamento che stabilisce i criteri per la determinazione dell’armamento in dotazione all’Amministrazione della Pubblica Sicurezza e al personale di Polizia di Stato che espleta le funzioni di polizia). Si tratta di una vera e propria arma assolutamente non prevista dalla normativa che stabilisce la tipologia delle armi in dotazione agli addetti al servizio di Polizia Municipale ai quali è conferita la qualifica di agente di pubblica sicurezza (D.M. 4.3.1987 n.145) Insomma sfollagente = manganello, vi sembra che la città ne abbia bisogno?



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2010 alle 18:47 sul giornale del 08 marzo 2010 - 3210 letture