x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Lungomare Marconi: ecco come deve rinascere

2' di lettura
6759

progetto lungomare

Il lungomare Marconi come cerniera tra il centro storico e l\'acqua con strutture balneari interrate, un nuovo Hotel Marche e un pontile che rimanda alla Rotonda. È il progetto commissionato da un gruppo di imprenditori agli architetti Campodonico e Castelli che sarà presentato martedì alle 18 all\'Auditorium San Rocco.

Una proposta innovativa e ambiziosa ma soprattutto irrealizzabile. Tutto il progetto infatti contrasta con le attuale normative contenute nel piano degli arenile. Ed è proprio questa la provocazione che Lori Cucchi, titolare della Terrazza Marconi, Doriano Micci, titolare di Bagni Bora Bora, Marco Mazzanti, dei bagni Marco e Virgilio La Tartana e il Baretto Rosso hanno voluto lanciare all\'Amministrazione Comunale uscente e soprattutto a chi raccoglierà il testimone della Angeloni.


“Abbiamo ripensato il lungomare Marconi come ultima piazza tra il centro storico e il mare -spiegano gli architetti Lorenzo Campodonico e Andrea Castelli- le strutture balneari devono essere occultate il più possibile alla vista del mare e per questo le abbiamo pensate ad una quota più basa rispetto alla spiaggia. Abbiamo individuato anche piazze verdi, di sosta con pannelli fotovoltaici e un parcheggio in struttura, sotterraneo, ai giardini Morandi”. Tra le idee più innovative, la pedonalizzazione completa del lungomare Marconi e l\'abbattimento dell\'Hotel Marche che verrebbe ricostruito a 10-11 piani con una sorta di galleria aperta, alta cinque metri, per non ostruire la visuale del mare. Un piccolo grattacelo che gli imprenditori del lungomare (al contrario di quanto ribadito dal Consiglio Comunale) pensano con una destinazione d\'uso sia ricettiva che residenziale.


“Questo progetto al momento è un sogno perchè totalmente incompatibile con le attuali norme del piano degli arenili -precisano gli imprenditori del lungomare- questo deve essere però uno stimolo per iniziare a ragionare diversamente per il futuro. Oggi il lungomare Marconi è in degrado, non ci sono accessi al mare per i disabili, l\'illuminazione è fatiscente”. Suggestive anche le progettazioni di un pontile sull\'acqua che termina a semicerchio, come a richiamare la vicina Rotonda creando una piscina naturale e due piscine d\'acqua dolce all\'altezza del molo per chi non vuole scendere al mare. “Nel redigere questo progetto abbiamo raccolto anche le impressioni degli altri operatori turistici -proseguono gli imprenditori del lungomare Marconi- il nostro auspicio è che nell\'affrontare il prossimo piano degli arenile venga tenuto conto di questo progetto e che il piano venga redatto attraverso un concorso di idee. Ed è proprio questo che chiediamo al futuro sindaco”.


“Due anni e mezzo fa chiedemmo al sindaco Angeloni un progetto alternativo al piano degli arenili -rivela Loris Cucchi- lei ci disse di elaborare un progetto ed oggi lo presentiamo alla città. Quello che ne è scaturito è un sogno (neanche tanto irrealizzabile) per trasformare il lungomare Marconi nel salotto buono del litorale”.



... progetto lungomare
... progetto lungomare
... progetto lungomare
... progetto lungomare
... loris cucchi, lorenzo campodonico e andrea castelli
... progetto lungomare
... progetto lungomare
... progetto lungomare


progetto lungomare

Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2010 alle 23:46 sul giornale del 06 marzo 2010 - 6759 letture