x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Corinaldo: le fotografie di Carafòli, testimonianza preziosa di un\'epoca che non c\'è più

2' di lettura
2467
di Riccardo Silvi
vivere.biz/riccardosilvi

mario carafòli

Venerdì 5 marzo nella sala consiliare \"Arnaldo Ciani\" di Corinaldo, verrà presentato il libro \"Mario Carafòli. La campagna marchigiana negli anni sessanta\". Un volume che raccoglie le fotografie e le didascalie del grande giornalista e fotografo corinaldese.

\"Questa raccolta fotografica riguarda un periodo particolare -ha spiegato l\'assessore alla Politiche Agricole, Cesare Morganti-. Un prezioso documento che ci offre la possibilità di approfondire una storia che non c\'è più. La storia della mezzadria e della sua scomparsa. Oltre ai doverosi ringraziamenti alle curatrici del libro Ada Antonietti e Domizia Carafòli, è importante ricordare il contributo delle ditte Calcestruzzi Senigallia, della famiglia Cacciani, della Box Marche e di Giuliano De Minicis.\"

Il libro è un vero e proprio viaggio fotografico nelle Marche degli anni sessanta, con i paesaggi collinari, le immagini contadine e le caratteristiche didascalie firmate dallo stesso Carafòli. \"Ho deciso di abbracciare questo progetto fin da subito -ha spiegato Ada Antonietti, direttore del Museo della Mezzadria di Senigallia-. Queste bellissime foto sono un documento eccezionale di come era la nostra regione. Immagini fortemente descrittive che pongo al centro il carattere documentaristico. Da tempo stiamo realizzando come museo degli incontri dal titolo \"Uomini e paesaggi\", un percorso di ricerca storica del territorio e del paesaggio. Alcune foto di Carafòli sono esposte perennemente nel nostro museo.\"

\"Da tempo avevo in archivio questo patrimonio fotografico -ha spiegato Domizia Carafòli, figlia di Mario e giornalista de \"Il Giornale\"-. Mio padre era prima di tutto un giornalista, la fotografia era un suo grande hobby. Questa raccolta fotografica nasce da un progetto a cui mio padre ha lavorato. Il suo obiettivo era di raccontare le Marche attraverso delle fotografie che, accompagnate dalle sue didascalie, diventavano dei veri e propri \"Film a immagine fissa\".\"

La serata di presentazione del volume inizierà alle 21.15. Interverranno il sindaco Livio Scattoli, l\'assessore Cesare Morganti, Ada Antonietti e Domizia Carafòli. Le conclusioni saranno affidate allo storico e critico Fabio Ciceroni. \"Sono emozionato ed onorato di partecipare a questo progetto -ha spiegato Ciceroni-. Questo volume è molto importante sia per le Marche sia per la storia di ognuno di noi. Bisogna infatti ricordarci che nel passato di tutti c\'è la storia della mezzadria. La storia di tutti noi, che per cinque secoli ha plasmato il paesaggio umano della nostra terra, ha forgiato la nostra stessa umanità. Non si tratta di un\'opera di nostalgia -ha concluso lo storico-, bensì di un inevitabile confronto tra passato e presente.\"


... mario carafòli
... mario carafòli
... cesare morganti
... ada antonietti
... ada antonietti fabio ciceroni cesare morganti domizia carafòli mario carafòli


mario carafòli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2010 alle 14:59 sul giornale del 03 marzo 2010 - 2467 letture