Manifesti elettorali: rimossi solo cinque non in regola

elezioni 1' di lettura Senigallia 25/02/2010 - In merito alla polemica riferita alla rimozione di cinque manifesti elettorali, l’Amministrazione Comunale segnala che questa ha riguardato semplicemente quei manifesti che non hanno rispettato le norme di affissione previste dal Codice della Strada e le altre normative vigenti, tra cui in particolare – nel caso specifico – l’art. 92 del vigente Regolamento di Polizia Urbana, che vieta qualsiasi affissione sugli alberi.

L’autorizzazione della Polizia Municipale per l’affissione era stata rilasciata naturalmente affinché i manifesti fossero collocati nel rispetto di tali norme e dunque in luoghi e secondo modalità consentite dalla legge. I cinque cartelloni posizionati sulle alberature di viale IV Novembre sono pertanto stati inevitabilmente rimossi, proprio per la piena e totale osservanza delle leggi vigenti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2010 alle 16:09 sul giornale del 26 febbraio 2010 - 3944 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, politica, senigallia


\"E\' un atto arbitrario. Nemmeno in Iran succedono queste cose contro l\'opposizione il diritto politico di esporre manifesti elettorali è costituzionalmente garantito. Siamo in un regime illiberale\"<br />
<br />
Vogliamo commentare ancora?<br />
<br />
Dategli il comune a questi e vedrete che la democrazia di colpo tornerà fulgida!

Ma ieri sera c\'erano, sono stati rimessi?

Ti consiglio di leggere il giornale di domani, emerge qualcosa di diverso.<br />
So anche che c\'è stato un testimone che ha ascoltato la telefonata fatta dal consigliere e che conferma quanto lo stesso dice.<br />
A volte conviene ammettere un errore.<br />
Poi sul tema dei manifesti l\'amministrazione ha sempre fatto un po\' come le pare, o ci siamo scordati cosa era successo durante le ultime elezioni, con lo scaricabarile di Volpini nei confronti degli attacchini inviati dal PD da Roma?

Polemica politica a parte, i manifesti appesi agli alberi, di qualunque tipo e provenienza, sono una oscenità, un\'offesa alla poca natura che ancora resiste alla dilagante cementificazione.<br />
I vostri manifesti, rossi, neri o azzurri non importa, attaccateveli al vostro collo, vi rappresenterebbero molto più degnamente.

Caro intruso, non ti pare il caso, in una città basata sul dialogo, che, invece di rimuovere i manifesti dal giorno alla notte, si contatti chi ha fatto richiesta d\'affissione per chiedergli di spostare i manifesti non in regola? Basta una telefonata.<br />
<br />
Il problema è che qui non si dialoga. Si comanda.<br />
<br />
Si dialoga solo con il Mezza Canaja che, infatti, può tranquillamente affiggere i manifesti dove e come vuole senza che nessuno si sogni di rimuovere nulla.<br />
<br />
Abbiamo un\'amministrazione inflessibile con alcuni e permissiva con altri. Il punto è questo: il doppiopesismo. Non l\'articolo 92 del codice della strada.

Giulia

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ieri è apparso un articolo di Marcantoni che parlava di contenuti.<br />
E\' finito in fondo alla pagina di viveresenigallia con poche letture.<br />
<br />
Questo che parla dei manifesti, invece, è in testa alla lista con molte letture.<br />
<br />
Vogliamo darne la colpa a Marcantoni?<br />
<br />
Il problema è che la polemica interessa alla gente molto più dei programmi.<br />
<br />
E\'una delle poche cose di cui non si possono incolpare i candidati, ma noi stessi \"utenti\" dell\'informazione.<br />




logoEV
logoEV