Perini: basta molestie dai vu-cumprà

maurizio perini 2' di lettura Senigallia 15/02/2010 - Una denuncia dura quella del Presidente del Club della Libertà “Avanti Senigallia”, dopo le ripetute molestie ricevute da altrettanto numerosi cittadini e cittadine della nostra città alla ricerca di un parcheggio nel centro storico.

Questa situazione sottolinea Maurizio Perini, è l’esempio di come a Senigallia le cose spesso non funzionino, ma l’abitudine a vederle andare in un certo modo, le abbia rese per così dire “normali”. Insomma non credo possibile che ogni giorno decine di venditori di piccoli oggetti, in maggioranza soprattutto africani, importunino chi è alla ricerca di un parcheggio per accattonare qualche euro.


Questo, denuncia Perini, avvine in P.zza Simoncelli, laddove molte ragazze hanno fatto notare come la cosa a volte possa avere anche risvolti preoccupanti in alcune ore della serata, ma soprattutto in P.zza Garibaldi. Una Piazza sulla quale si affacciano gli uffici dell’Amministrazione Comunale e nella quale i solerti ausiliari del traffico non esitano ad infliggere multe da 38 euro ciascuna ai malcapitati che omettono di rinnovare il ticket anche solo per poche decine di minuti. Insomma è mai possibile che non venga tollerata da questa amministrazione la piccola irregolarità degli utenti dei parcheggi in questione , ma si tolleri la presenza evidentemente irregolare, oltre che molesta di questi venditori, che tuttavia precisa Perini, rappresentano solo l’ennesimo esempio di sventurati destinati a lungo a non integrarsi nel tessuto della nostra città.


Ora, conclude Perini, quantomeno la prossima Amministrazione ed il club si batterà in seno al centrodestra per questo scopo, provveda a rendere gratuita la sosta in queste aree per la prima mezzora, come avviene in tutte le città del centro Italia simili alla nostra Senigallia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2010 alle 16:12 sul giornale del 16 febbraio 2010 - 5394 letture

In questo articolo si parla di politica, maurizio perini





logoEV