Tricolore, Marcantoni: la richiesta di rimozione è un\'iniziativa politica

fabrizio marcantoni, roberto paradisi, giulio fibbi 2' di lettura Senigallia 04/02/2010 - Paolini (Lega Nord) presenta un\'interrogazione al ministero dell\'Interno, dell\'Ambiente e dei Beni culturali sul caso del Tricolore che il Comune ha ordinato di rimuovere dal tetto dell\'abitazione del coordinatore cittadino del Pdl Giulio Fibbi.


Pensavo che la questione fosse temporaneamente chiusa in attesa della sentenza del Tar il prossimo 24 febbraio, invece mi è stata recapitata una lettera protocollata e con lo stemma del Comune, firmata dall\'assessore Maurizio Mangialardi, che ritengo arrogante ed offensiva” - dice Giulio Fibbi. Il Comune aveva notificato al coordinatore del locale Pdl di rimuovere, perchè incompatibile con i vincoli paesaggistici, il vessillo con il tricolore dal tetto della sua abitazione in via Bonopera.



Fibbi aveva deciso di far ricorso al Tar, lasciando il tricolore al suo posto e munendosi di una perizia tecnica a conferma della stabilità statica del pennone. “Mangialardi nella lettera mi accusa di aver montato una vicenda falsa e artificiosa, – prosegue Fibbi – il tricolore sventola da una decina di anni sul tetto della mia abitazione, mi sono sempre comportato in maniera limpida e lineare. Non sono candidato e non faccio i miei interessi”.



L\'assessore Mangialardi oltre ad essere arrogante, nemico della libertà dei cittadini e del tricolore ci deve spiegare quale abuso ha commesso Fibbi, – afferma Robero Paradisi, Coordinamento civico – a riguardo, in difesa del tricolore, l\'on. Luca Paolini della Lega Nord ha presentato un\'interrogazione al ministero dell\'Interno, dell\'Ambiente e dei Beni culturali. Il tricolore è incompatibile con l\'ambiente?”.

I cittadini devono rendersi conto a chi si sono affidati in questi anni, – aggiunge Fabrizio Marcantoni, candidato sindaco sostenuto dal PdL e dal Coordinamento civico - la lettera spedita a Fibbi dimostra l\'intento politico ed elettorale dell\'iniziativa”.



... ... ...
...

interrogazione paolini...






Questo è un articolo pubblicato il 04-02-2010 alle 17:47 sul giornale del 05 febbraio 2010 - 7061 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, francesca morici, politica, fabrizio marcantoni, coordinamento civico, giulio fibbi, pdl, Luca Paolini


Tra motorini che non si possono spingere a mano per parcheggiarli sotto casa o vicino all\'ufficio (ma non era Ceresoni quello che voleva le auto fuori del centro storico?); bandiere italiane da rimuovere alla svelta - e zitti e mosca! - perché chi abita in nella casa che la espone simpatizza per uno dei \"nemici\"; varianti di parchi votate in fretta e furia, forse per venire incontro alla nuova lista di \"professionisti\" che a quanto pare si formerà in appoggio a Mangialardi, mi pare che il Nostro, la sua mamma politica, il suo comitato e gli ammistratori pubblici in carica stanno perdendo la trebisonda...<br />
<br />
Guardate che fa un brutto effetto. Così dimostrate di farvela addosso dalla paura! :D

Tempo fa mi sono imbattuto in un intellettuale di sinistra (Vittorio Zucconi, radical chic, proletario dei loft di Manhattan) che raccontava come ai suoi studenti di un\'università americana, tutti innamorati dell\'Italia, delle opere del Rinascimento, delle nostre città, dei nostri monumenti, della nostra storia, avesse detto \"guardate che l\'Italia non è questo\", dipingendo poi un quadro a tinte fosche del nostro Paese finendo per farli disamorare. Lo Zucconi si vantava di questa sua genialata.<br />
<br />
Bene, io, se fossi un professore in America e avessi 15 giovani studenti americani che mostrassero interesse e amore per l\'Italia, non farei altro che blandirli, non farei altro che tenermeli buoni, metterei mano al portafoglio o chiederei finanziamenti all\'Università per portarli a Firenze o a Venezia e farei di tutto per coltivare questo loro amore per l\'Italia che magari è nato semplicemente in loro da letture, da vacanze o solo da suggestioni.<br />
<br />
Io credo che, fondamentalmente, oggi come oggi la differenza tra Destra e sinistra da noi sia questa: a me, che sono di destra, l\'Italia piace. Se in Italia qualcosa non funziona per me è una ferita. Ad uno straniero parlerei solo bene dell\'Italia. A Zucconi, che è di sinistra, l\'Italia fa schifo. Se qualcosa non funziona per lui è una libidine ed è motivo per schernirla nelle conversazioni tra intellettuali nel loft di Manhattan. E gli studenti innamorati di Firenze o di Venezia li lascerebbe tutta l\'estate a Cleveland o Detroit.<br />
<br />
Ieri passeggiavo sul nuovo molo e ho rivolto lo sguardo verso riva. Avevo davanti agli occhi la ciminiera della Sacelit e la bandiera di Fibbi.<br />
<br />
Tra me e me pensavo: ha ragione il Comune. Una di queste due cose deturpa l\'ambiente.<br />
<br />
w l\'Italia<br />


ma, vedi questi cazzo di intellettuali di sinistra hanno anche il mito di paesi con un po\' meno Rinascimento ma anche con un po\' meno corruzione, inefficienza, illegalità<br />
<br />
paesi normali, dove un dentista guadagna più di un cassintegrato, dove i miliardari non sono pensionati o dirigenti dello Stato e dove gli evasori non vengono premiati, ma presi a cinghiate nel culo<br />
<br />
paesi dove la giustizia fa il suo corso, sempre e comunque<br />
<br />
perchè una volta che esci dal tuo cazzo di museo e vedi quello che ti succede intorno nell\'era contemporanea, un pochino ti rode il culo

Scusate è possibile leggere la lettera del comune ? Perchè pubblicate solo l\'interrogazione di Paolini ? Giusto per fare capire anche a noi non politici di cosa state veramente discutendo ... Mi sembra strano che non l\'abbiate ancora pubblicata se è così offensiva della libertà ...

Hai assolutamente ragione Maddechè.<br />
Penso che per ridurre all\'agonia un Paese come il nostro, ci voleva veramente la peggior classe politica (o forse i peggiori cittadini?) che si possa concepire.<br />
Molto divertente la Lega che prende le difese del tricolore. Avranno mica finito la carta igienica?

Assolutamente d\'accordo con Maddeché.<br />
A Melgaco volevo dire che a schernire l\'Italia e chi la governa ci pensano gli stranieri da soli, senza imbeccata. Ne ho sentiti a decine in giro per l\'Europa: l\'Italia la conoscono meglio loro che tanti di noi.

Quelli di destra amano l\'Italia..? La amano così tanto che prima l\'hanno fatta distruggere da hitler e dai tedeschi, poi negli anni \'70 l\'hanno fatta terrorizzare dalla c.i.a. e dagli americani, oggi le danno il colpo di grazia mettendola in mano a mafiosi, corruttori ed evasori.<br />
W l\'Italia, quella del 25 Aprile, W l\'Italia, quella liberata.

si parla di una lettera pubblica, magari la leggeremo in seguito. Una curiosità, ho visto male ho è stata tolta la bandiera del PDL che era sotto il tricolore di casa Fibbi ?

Una vicenda inutile,retorica e pretestuisa.Questo vale per entrambe le parti \"contendenti\".Pensate ad altre cose,non vi autoreferenziate troppo;siete solo amministratori o aspiranti tali di Senigallia.Queste situazioni creano solo confusione e lasciano da parte veri problemi come la crisi economica particolarmente presente anche nel senigalliese da tempo,l\'occupazione ,la viabilità,i servizi.Basta co\' \'sta storia del tricolore,a chi serve,soloa chi vuole coltivare le proprie smanie di protagonismo.Siamo precipitati nell\'anacronismo e nel fuori luogo,proprio alla deriva,questo riguarda il livello0 culturale generale.Poi non vedo per quale motivo i giocatori delle nazionali debbano essere bipartisanamente costretti a cantare il guerrafoondaio inno italiano,mentre non si va mai alla sostanza in Italia,quello che devono fare è giovare bene.Tutto è superficie qua,pasticcio e certo che in Europa poi si viewne presi in giro.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ogni volta che sento frasi vedo simboli o crociate che mi rimandano a sensazioni,parlo di sensazioni, ventennio mi viene forte inquietudine.C\'era pure bisogno del richiamo al tricolore nel simbolo del coordinamento civico e di evidenziare tale richiamo pure,l\'unica lista civica comunale che sento rifarsi a valori \"patriottici\" nella mia vita.Vedo quel bandierone tricolore nella foto e provo malessere,non capisco a cosa serva,cosa può rappresentare esporlo in Piazza Roma al Corso di Senigallia.L\'Italia è una DEMOCRAZIA PARLAMENTARE ed ha una sua bandiera di Stato come tutte le altre,tale bandiera fra l\'altro si richiama ai valori di libertà ,fraternità e uguaglianza della rivoluzione francese,è stata copiata da quella francese sostituendo il verde al posto del blu,soffermiamoci su questo,su come è nato quel \"Tricolore\",se proprio ne dobbiamo parlare.Basta con queste parate.

Dimentichi i torti dell\'altra parte politica, ma capisco che la tua capacità di ragionamento possa fermarsi qui, non te ne faccio di certo una colpa.<br />
Prova però a sforzarti e capire che simili generalizzazioni sono solo idiozie, gatini.<br />
Ma sì, in fondo hai ragione, mischiamo a caso un secolo di storia, tanto per far polemiche da bar va più che bene.<br />
P.s. sei sicuro che tutti gli evasori siano \"di destra\" così come tutti i mafiosi?<br />
No sai, ho sentito dire che ci sono regioni come la Campania, la Calabria, la Puglia, dove governa prevalentemente la sinistra e mi pare che la camorra e la ndrangheta, specie quest\'ultima, stiano facendo grandi passi in avanti ultimamente.<br />
Ho sentito dire che la regione che ha la maggior evasione fiscale in Italia è l\'Emilia Romagna: la regione più rossa d\'Italia.<br />
Si vede che in Emilia Romagna evade solo quel 30-35% di gente che non vota sinistra, vero?<br />
W l\'Italia di tutti, nata dall\'unità.




logoEV
logoEV