Tonini Bossi: se la campagna elettorale è questa che miseria!

maurizio tonini bossi 1' di lettura Senigallia 29/01/2010 - \"Anche noi elettori siamo titolati ad esprimere i nostri giudizi; io voglio farlo estraniandomi dal fatto “Mangialardi” descritto da Marcantoni; tantomeno voglio difenderlo, se crede lo farà da solo\".

Mi interessa e mi deprime leggere del metodo, che giudico infame, con il quale un candidato Sindaco Marcantoni si avventa come un avvoltoio sul suo rivale, l\'altro candidato sindaco, con il chiaro intento di “finirlo”, “eliminarlo”, “distruggerlo”, “ridicolizzarlo”; il fine giustifica i mezzi? Risulta del tutto evidente che questo è il metodo politicamente disumano che caratterizza l’intervento di Marcantoni. Mi sembra perfettamente ininfluente quindi entrare nel merito delle imputazione rivolte a Mangialardi, che trovo comunque secondarie rispetto al “disumano infierire” di cui mi indigno. Sottolineo solo alcune espressioni usate da Marcantoni che parla di “…una vicenda comica”….



“ ...abbiamo riso...” anche se poi afferma, contraddicendosi clamorosamente, che “….ridere di fronte all\'ingenuità e alla pochezza non è la reazione giusta”; ma poi Marcantoni insiste, quasi che l’avvoltoio non sia ancora pago, perché la sua vittima respira ancora; ed ecco la “mazzata finale” Le parole della sua vittima sacrificale -afferma Marcantoni- “non vengono dal cuore ma da un software...volevo semplicemente parlare di ingenuità, di pochezza, di ipocrisia “tutto semplicemente politicamente umanamente intollerabile. La mia conclusione elettoralistica sintetica è la seguente: no Marcantoni sindaco.


da Maurizio Tonini Bossi
ex consigliere comunale
 





Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2010 alle 18:50 sul giornale del 30 gennaio 2010 - 6478 letture

In questo articolo si parla di maurizio tonini bossi, senigallia