Invito alla ex colonie Enel, candidati sindaco ci sono!

ex colonie enel 2' di lettura Senigallia 26/01/2010 - Ci sarà anche la maggior parte dei candidati sindaco oggi pomeriggio davanti alle ex colonie Enel per ricordare il luogo che fu, dal novembre del \'43 al giugno del \'44, sede di un campo di concentramento.

Ha riscosso consenso l\'iniziativa lanciata, nel Giorno della Memoria, da Ettore Coen, israelita, che primo sollevò il “caso” dimenticato delle ex colonie Enel, ora abbattute per fare spazio ad un complesso turistico-residenziale. Coen ha invitato i cittadini, sensibili al “dramma di un monumento storico della Shoa abbattuto per interessi economici” a ritrovarsi alle 15,30 sul lungomare Da Vinci.

Parteciperò molto volentieri all\'invito di Coen -afferma Roberto Mancini, candidato sindaco appoggiato da Alleanza per Senigallia e Prc, che in consiglio comunale si battè contro la demolizione delle ex colonie Enel- abbiamo fatto di tutto affinchè quell\'edificio restasse in piedi e mantenesse così un fondamentale tassello della nostra memoria storica e partecipare oggi all\'iniziativa mi sembra uno dei modi migliori anche per ricordare questa battaglia”.

“Il mantenimento delle ex colonie Enel è stata una battaglia che abbiamo combattuto anche noi -aggiunge Fabrizio Marcantoni, candidato per il Coordinamento Civico e Pdl- e parteciperò senz\'altro all\'invito di Coen”. Sarà presente anche Primo Gazzetti, ex sindaco e candidato ora sostenuto anche dall\'Udc. “La mia presenza non vuole essere in polemica con la manifestazione istituzionale che si terrà oggi -precisa Gazzetti- quanto piuttosto un segno di solidarietà perchè il Comune, consentendo l\'abbattimento delle ex colonie Enel, non ha tenuto in giusta considerazione quel luogo di memoria che invece doveva essere salvato”.

Non ci sarà invece il candidato a sindaco Maurizio Mangialardi, assessore all\'urbanistica. “La Giornata della Memoria merita rispetto e non deve essere strumentalizzata -dice Mangialardi- oggi io sarò nei luoghi della memoria condivisi con la Comunità Ebreica senigalliese”.






Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2010 alle 23:15 sul giornale del 27 gennaio 2010 - 5391 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, giornata della memoria, ex colonie enel


Una<< adunata cristallinamente strumentale ,a scopi elettorali,che difatti non vede presente il dottor Gazzetti.La politica è una cosa seria,non è demagogia e dietrologia.

non è incitamento all\'odio,ma nessuno parla delloperazione di sterminio di civili attuata da israele piombo fuso di cui si parla nel quotidiano jeretz pure,quotidiano di gerusalemme,che tanto dibattito ha suscitato in israele,quella è successa recentemente,non sessanta anni fa.sionismo e semitismo sono due cose completamente diverse,però,guardiamo la realtà in faccia e non strumentalizziamo stupidaggini tipo l\'ex colonie Enel.pensiamo alla pulizia etnica di Armeni,ai campi di concentramento creati per i bosniaci durante la guerra nell\'ex jugoslavia,ai cechini serbo bosniaci che facevano stragi al mercato di Sarajevo senza che la Nato alzasse un dito,perché forse c\'era il problema della Russia di mezzo.dopo tre anni la Nato si è decisa a bombardare le postazioni dei cecchini e il problema è steto risolto,ma nel frattempo sono state massacrate migliaia di persone.cominziamo ad aprie un dibattitto sulla violazione selvaggia di diritti umani ingenerale nel mondo,sulla giovane ragazza iraniana impiccata a ventitré anni per una rapina al supermercato operata dal fidanzato,la ragazza pittrice,ci sono associazioni come Nessuno Tocchi Caino molto attive per le scigure dell\'umanità in generale che hanno ottenuto risultati i9mportanti al\'Onu.lasciamo perdere il campo di concentramento alle colonbie Enel,SOPRATTUTTO SE QUESTO è UN PRETESTO ELETTORALE.è vergognoso ciò.indecosroso.

Cari Mancini,Marcantoni,Gazzetti,pensare alla vostra unione contro il candidato Mangialardi è a dir poco utopico,ergo ci aspettano cinque anni di governo cittadino davvero niente male.<br />
Mi auguro però questa gionata non venga strumentalizzata,forse è l\'unica volta che sono in accordo con Mangialardi.

Secondo me Mangialardi farebbe bene ad andare invece, la vicenda è stata strumentalizzata anche secondo me, però un conto sono le diatribe urbanistiche un conto la memoria dell\'olocausto.<br />
<br />
Siccome, sia pur grazie alle diatribe urbanistiche, questo luogo è stato riportato alla memoria ora come tale andrebbe condiviso da tutti. <br />
<br />
Sarebbe un bel segno per la città vedere tutti i candidati sindaco che depongono per un momento le armi per ricordare insieme.

Mi sono sbagliato riguardo alla presenza di Gazzetti,a volte la stanchezza mi appanna,confermo quanto ho scritto stanotte.

Non mi pare che tutti questi politici in passato,da consiglieri comunali in carica,avessero a cuore così tanto la giornata della memoria,chissà perché improvvisamente ne parlano tanto,fanno adunate,chissà perché,èerché ci sono le elezioni.Le celebrazioni pe la giornata della memoria sono sempre state organizzate dall\'amministrazione comunale in carica.L\'amministrazione Marcantoni ,soprattutto nella persona del\'assessore alla cultura Cristiana Colliu,organizzà loa manifestazione zachor ricirda che andò su tutti i giornali e nessuno la cita mai,perché quello che non è strumentale al farsi pubblicità non conta mai.La giornata della memoria viene celebrata a livello mondiale.Personalmente sono contento che ci siano questo tipo di manifestazioni,ma mai mai vi ho partecipato,non mi interessano personalmente,èerché essere ipocriti e buonisti,sicuramente interessano più a me che ale persone che scrivono il comunicato sopra,perché sono contro tutte le violazioni dei diritti umani e quindi contro le pulizie etniche e quindi contro l?Olocausto e quindi quando vedo che tutto ciò viene strumentaliuzzato mi fomento perché mi rendo conto di quanto è in basso il livello di dibattito politico e civile,se la giornata della memoria era così interessante ,vi si partecipava anche gli anni scorsi,non la si usava per ritirare fuori il discorso della demolizione delle colonie <br />
Enel,magari perché la questione di Villa Bucci è stata già sviscerata ,è u po\' appanato e mancano pretesti per ritirarla fuori.Proposte,non pubblicità gratuita e strumentale usando le tragedie altrui.La giornata della memoria la si ricorda l\'anno prossimo,se si vuole.

kasper

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Off-topic

volete vedere che il sig. Ettore Coen presto lo vedremo scritto sotto qualche lista elettorale?!

Oggi è il giorno della memoria.<br />
Per non dimenticare la Shoah.<br />
Perchè siamo dalla parte degli ebrei gasati ad Auschwitz, Dachau, Treblinka e nei campi di sterminio.<br />
Così come siamo dalla parte dei civili, vecchi, donne, bambini e giovani morti sotto le bombe israeliane a Gaza nel gennaio 2009.<br />
Così come siamo stati dalla parte dei sostenitori di Allende nel Cile del \'72 e dei dissidenti argentini che si opponevano alla dittatura dei generali e che sono scomparsi chissà dove....<br />
Siamo dalla parte delle madri di Plaza de Mayo che come gli ebrei non dimenticano i loro figli \"desaparecidos\".<br />
Siamo dalla parte dei \"negri\" africani vittime dell\'apartheid.<br />
Siamo dalla parte delle vitime vietnamite bruciate dal Napalm.<br />
Siamo dalla parte dei cittadini di Hiroshima e Nagasaki vittime innocenti della bomba più terrificante della storia che provoca ancora morti a distanza di anni.<br />
Siamo dalla parte dei corpi straziati di Sabra e Chatila massacrati da milizie cristiane e delle vittime del genocidio del Rwanda.<br />
Siamo dalla parte delle vittime dei bombardamenti delle forze di \"pace\" in Irak e Afghanistan, spesso donne e bambini e dalla parte di coloro saltati per aria negli attentati operati dai talebani.<br />
Siamo dalla parte dei dissidenti sovietici rinchiusi nei gulag e lasciati marcire e di coloro che lottano per fare emergere la verità come Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Ana Politkoskaya, Roberto Saviano e per tutti quelli che sacrificano la loro vita perchè non ci stanno a girare lo sguardo dall\'altra parte.<br />
Siamo dalla parte di tutte le vittime innocenti e inconsapevoli o consapevoli a prescinedere dalla loro nazionalità, fede e orientamento politico.<br />
Siamo dalla parte di tutti quegli uomini alla memoria dei quali è stato piantato un albero nel Giardino dei Giusti nel museo di Yad Vashem a Gerusalemme per essere stati riconosciuti come \"non ebrei\" rispettosi di Dio e del popolo ebraico, come Oskar Schindler e Giorgio Perlasca.<br />
Spero che domani, nel giorno della memoria, tutte queste persone e anche quelle che ho dimenticato, siano ricordate accanto a questa stella che contrassegnava gli ebrei nei lager nazisti.<br />
Shalom aleichem a tutti voi.

Certo .<br />
siamo e saremo sempre dalla parte di tutti coloro che muoiono ingiustamente.Le morti sono tutte uguali, ma le cause molteplici e oggi siamo dalla parte di un popolo che non è stato \"solo\" perseguitato in quanto popolo, è stato volontariamente, sistematicamente, ideologicamente, scientificamente e politicamente sterminato in quanto popolo.<br />
<br />
Senza via di scampo, non c\'erano aggettivi da aggiugere che potessero salvare un ebreo dalla camera a gas, non il suo passaporto, non che fosse egli ricco, famoso, eroe di guerra, di destra o di sinistra, bello o brutto, giovane, vecchio o bambino.<br />
<br />
Ecco, tutte le morti sono una tragedia, lo sterminio di un popolo una catastrofe. Che sia stato ieri il popolo ebraico o domani chissà quale.<br />
<br />
<br />

in kosovo è successa la stessa cosa.

Off-topic

Che vangamento politico.Sono veramente sconsolato.




logoEV