x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > SPORT
articolo

Basket: una grande Goldengas schianta Faenza ed è seconda

3' di lettura
1884
di Andrea Pongetti
redazione@viveresenigallia.it

Marco Gnaccarini

Nello scontro tra le terze Senigallia vince 86-76.
Strepitosi il primo e il terzo quarto dei biancorossi.

Il big match della terza giornata di ritorno in serie B dilettanti tra Goldengas Senigallia e Bullonerie Riunite Faenza va alla squadra di Regini (86-76) che al palaPanzini offre un\'altra grande esibizione di forza, conquistando la quinta vittoria consecutiva.

Priva di Monticelli, e con diversi acciacchi subiti in settimana, la Goldengas vince ugualmente contro un avversario costruito per salire in serie A dilettanti e reduce da sei vittorie nelle ultime sette gare (quattro consecutive, l\'ultima di 40 punti in trasferta a Torre de\' Passeri).

Finisce 86-76 grazie soprattutto a due quarti strepitosi dei biancorossi, il primo e il terzo, vinti rispettivamente 33-18 e 29-16.

Nel secondo e nell\'ultimo periodo Faenza rientra, ma non a sufficienza per strappare i due punti ad una Goldengas che conduce per 40\'.

Gnaccarini (foto), prestazione mostruosa la sua (6/7 da tre punti, 3 assist) scalda il palas nel primo quarto, firmando 13 punti che propiziano il + 15 al suono della prima sirena (33-18).

Faenza rientra a contatto nel secondo periodo grazie anche ad un paio di canestri del ben noto Carretta (due bombe da almeno 8 metri assolutamente degne di altra categoria) e al riposo la Goldengas è avanti, ma di soli 5 punti (40-35).

Dopo l\'intervallo arriva un nuovo grande quarto per i locali, il terzo: al rientro in campo si segna poco per qualche minuto, poi Maddaloni ridà fiato a Senigallia (tripla del 50-37 al 23\').

Faenza annaspa, e la Goldengas, pur ruotando soltanto sette giocatori, trova risorse da ogni elemento (grande la prova di sostanza di Filippetti, utilizzato molto più del solito e utilissimo alla causa): il canestro firmato da Penserini con una rabbiosa penetrazione sulla sirena del terzo periodo, oltre a firmare il nuovo massimo vantaggio (69-51, + 18) è il riassunto di una partita dove i biancorossi hanno più voglia di vincere.

I romagnoli non mancano però di tiratori, e l\'ultimo quarto non è una passerella: Porcellini riporta i suoi a – 10 (72-62) con ancora 5\' da giocare.

E\' ancora Maddaloni a scacciare gli incubi dal palaPanzini (tripla del 75-63 al 37\'), anche se Carretta non ci sta, e riporta, con la quinta tripla della sua serata, Faenza a -7 (78-71).

Manca però solo un minuto e mezzo alla fine ed è tardi, anche perché Gnaccarini prende per mano i suoi e firma gli ultimi punti senigalliesi fino al 86-76 finale.

La sconfitta di Padova in casa contro Recanati permette alla Goldengas di agganciare proprio i veneti al secondo posto, a quattro punti dalla capolista recanatese (che tra due settimane scenderà a Senigallia).


Tabellino

GOLDENGAS SENIGALLIA 86:
Gnaccarini 26 (6/7 da tre punti, 3 assist), Penserini 9, Amici 15 (11 rimbalzi), Esposito 14, Pierantoni 7 (7 rimbalzi);
Maddaloni 7, Papa ne, Calcatelli ne, Filippetti 8 (5 rimbalzi), Kosanovic ne.
All. Regini
Goldengas 14 canestri da tre punti su 25 tentativi (56%).

BULLONERIE RIUNITE FAENZA 76:
Davolio 11 (7 assist), Carretta 19 (5/8 da tre punti), Bastoni 10 (4 palle recuperate), Garofalo 17, Nobile 1;
Pieri ne, Morara ne, Porcellini 9, Mastella ne, Guerci 9.
All. Bindi

Arbitri: Santilli di Recanati e Marota di San Benedetto del Tronto (Ap).

Parziali: 33-18 40-35 69-51 86-76.

Note: 450 spettatori.


Classifica dopo 16 giornate su 30
Recanati 26
Padova, Senigallia 22
Faenza, Chieti 20
Bassano del Grappa 18
Budrio, Civitanova, Fossombrone 16
Ravenna 14
Torre de\' Passeri, Roncade, Gualdo Tadino 10
Ancona 4


Marco Gnaccarini

Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2010 alle 21:46 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 1884 letture