contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il Coro S. Giovanni Battista presenta il tradizionale concerto di Natale

2' di lettura
886
da Associazione Musica Antica e Contemporanea

In collaborazione con il Comune di Senigallia il Coro S. Giovanni Battista e l’orchestra “Musicisti Marchigiani” presentano il tradizionale concerto di Natale sabato 19 dicembre 2009 alle ore 21.15 presso la Chiesa dei Cancelli di Senigallia.

In occasione del 250°anniversario della nascita del compositore Luigi Cherubini, l’Associazione Musica Antica e Contemporanea, com’è consuetudine, propone un brano in prima esecuzione pubblica moderna, “Dors, dosr, dosr noble enfant” tratto dall’Opera “Blanche de Provence” di L. Cherubini, scritta ed eseguita alle Tuileries (Paris) il 1 maggio del lontano 1821 con tre repliche e mai più proposta al pubblico. L’Opera fu scritta in collaborazione con Berton, Boieldieu, Kreutzer e Paer in occasione del battesimo del duca di Bordeaux, figlio postumo del duca di Berry e ultimo esponente della famiglia reale francese. Cherubini definisce questa composizione opera in un atto, anziché in tre atti, secondo il libretto.



La sua partecipazione al lavoro consiste nella composizione della terza parte, di questa si ricorda specialmente il coro: “Dosr, dosr, dosr noble enfant” che fu a suo tempo molto celebrato. Per l’occasione dopo quasi duecento anni si ripropone il brano al pubblico in prima esecuzione assoluta moderna con l’edizione critica per coro e orchestra del M° Roberta Silvestrini; il lavoro sembra essere una ninna nanna o un brano per coccolare un bambino quindi adatto, a nostro avviso, per il periodo natalizio dedicato alla nascita di Gesù. L’associazione inoltre propone l’inedita “Messa Solenne Breve”in sib maggiore che nel 2000 il Coro S. Giovanni Battista eseguì in prima esecuzione assoluta moderna e subito la registrò e pubblicò con le edizioni MAP di Milano. Fu un duro lavoro, considerato che il Coro S. Giovanni Battista era ed è tutt’oggi formato da amatori e non da professionisti, quindi il progetto fu portato a termine con grande soddisfazione.



La “Messa Solenne Breve” in Si bemole maggiore, per coro e orchestra, composta nell’ottobre del 1821, pur non raggiungendo la monumentalità delle altre messe più famose, appare sorprendentemente geniale e “moderna” nell’impiego sapiente delle masse vocali alternate ai pianissimi negli incisi e nell’uso delle dissonanze. Muovendo dal ritmo moderato e solenne del Kyrie, il tema musicale si sviluppa secondo una sequenza crescente (dal vivace del Gloria all’allegro del Credo) fino a trovare, passando per il moderato del Sanctus e del poetico O Salutaris, il suo apice espressivo nel possente Agnus Dei finale. Accanto alla celebrazione di L. Cherubini si festeggerà in musica l’imminente Natale con diversi brani tratti dalla letteratura popolare natalizia di diversi paesi. Alla fine del concerto brindisi e rinfresco natalizio agli intervenuti.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2009 alle 16:14 sul giornale del 19 dicembre 2009 - 886 letture

All'articolo è associato un evento