Senigallia: intitolata a Pio IX la piazza dell\'ex consorzio agrario

piazza pio IX 2' di lettura Senigallia 04/12/2009 - Domenica 6 dicembre 2009, nella città di Senigallia, avverrà l\'intitolazione di Piazza Pio IX, presso il complesso edilizio \"Portasole\" (area ex consorzio agrario).

La celebrazione comprende alle ore 10 la Messa in Cattedrale e alle ore 11 la cerimonia della intitolazione con gli interventi del Sindaco Luana Angeloni e del Vescovo Mons. Giseppe Orlandoni. Presterà servizio il complesso musicale Città di Senigallia, mentre la Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti offrirà in omaggio a tutti i presenti la Vita di \"Pio IX nascosto\" editrice Shalom, del giornalista Don Giuseppe Cionchi, direttore del settimanale diocesano \"La Voce Misena\". Il libro sarà offerto sia alla celebrazione in Duomo, sia alla cerimonia di intitolazione della Piazza, presso il Bar dove la Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti offrirà l\'aperitivo agli intervenuti. L\'intitolazione della Piazza a Pio IX costituisce un evento di grande importanza storica per la città, che riconosce in Pio IX il suo più illustre cittadino, come anche il suo più grande benefattore.


Infatti come ben precisato nel libro che sarà dato in omaggio, Pio IX ha avuto per Senigallia, sua città natale, una continua e particolare attenzione, come dimostrato dalle seguenti opere. Fin dall\'inizio del suo pontificato, eroga ben 7.000 scudi a favore del Comune, perchè provveda ai poveri della città. Tuttavia k\'opera di beneficenza tutt\'ora presente e operante in modo altamente qualificato è la Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti, della quale Pio IX stesso mette la prima pietra, in visita a senigallia, il 27 maggio 1857. La \"Cittadella\" della Fondazione vede operare complessivamente circa 400 persone tra ospiti e personale di assistenza, amministrativo e agrario. Per quanto riguarda il campo culturale, si ricorda la fondazione del Ginnasio chiamato \"Ginnasio Pio\" nel quale i giovani \"siano educati con sollecitudine colla pietà.. e siano istruiti nelle lettere e nelle più severe discipline\", affidandone l\'amministrazione e la cura ai Gesuiti. Inoltre, sempre a livello culturale, assegna 12 borse di studio per gli studenti più meritevoli e più bisognosi.


A livello spirituale Pio IX si preoccupa di provvedere al bene pastorale della città con l\'erezione di tre nuove parrocchie: S. Martino, dividendo la parrocchia della Cattedrale e del Porto; S. Maria della Pace, prendendo il territorio della grande parrocchia del Portone; S. Maria delle Grazie, scorporando le parrocchie del Portone e di Scapezzano. Si potrebbero elencare tentissime altre opere come ad esempio l\'approvazione dei lavori di ristrutturazione dell\'area portuale, la realizzazione delle ferrovie Roma-Ancona e Ancona-Bologna, l\'istituzione di tanti opifici, come ad esempio i laboratori presso la Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti, per venire incontro alle esigenze delle orfane e ragazze povere. Conseguentemente è ben giusto che la città di Senigallia riconosca ufficialmente i grandi meriti del suo più illustre cittadino e del suo più grande benefattore.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2009 alle 14:07 sul giornale del 05 dicembre 2009 - 1131 letture

In questo articolo si parla di attualità, don Giuseppe Cionchi, piazza pio ix


Io proporrei di farlo santo solo perchè non sbagliava mai, infatti, disse: \"Non sono né profeta, né figlio di profeta, ma vi assicuro che voi a Roma non entrerete\". <br />
<br />
Pochi giorni dopo 50.000 uomini al comando di Raffaele Cadorna entrarono a Roma.<br />
<br />
E\' vergognoso che un\'amministrazione intitoli una piazza a tale personaggio, autore del \"non expedit\" e personaggio notoriamente anti-italiano, complice del\'omicidio di Simoncelli.<br />
<br />
Date un occhiata qui:<br />
http://it.wikipedia.org/wiki/Girolamo_Simoncelli_(patriota)<br />
<br />
http://it.wikipedia.org/wiki/Pio_IX<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Fu figlio del suo tempo.<br />
Non fu Papa, ma Papa-Re: e per fortuna fu l\'ultimo della serie, dopo più di un millennio.<br />
Fu anti-italiano...come tutti i papi della storia, che da sovrani tenevano anche (o soprattutto) al loro regno, e non sopportavano di vederlo \"fagocitato\" da una nuova realtà.<br />
Ma soprattutto fu uomo, con tutti i difetti degli uomini.<br />
Ma fu di Senigallia: e bene o male ne è tuttora il personaggio \"storicamente\" più famoso al mondo.<br />
Senigallia ha onorato Simoncelli, con una piazza ed un monumento, può tranquillamente onorare il suo personaggio storico più famoso con un semplice giardino.<br />
<br />
L\'inutile, e sterile, ironia lasciamola per la politica: ormai, purtroppo, lì è la norma.<br />
E non lo dovrebbe essere.

Scusa Alberto, non ti capisco. Invece di chiederti perchè l\'Amministrazione comunale continua con le inaugurazioni prima di Natale e in piena campagna pre elettorale per Mangialardi, ti lanci in una ardita quanto ardua discettazione sulla figura di Pio IX ? <br />
<br />
Guarda che presto pur di avere le attenzioni di un certo elettorato che resta freddino alla sua candidatura Maurizio Mangialardi inaugurerà tutti i sanpietrini di Via Mastai. Fattene una ragione.<br />
<br />
Lo scandalo sono le inaugurazioni in sè. Gli amministratori pubblici fanno il proprio dovere, come ogni madre e padre di famiglia, studente che studia, medico che cura, operaio che sta in catena di montaggio ... Invece la politica no. Deve fare e far sapere, perchè solo così si alimenta il consenso e il consenso \"consente\" di mantenere il potere. <br />
<br />
Quindi, non meravigliarti, per favore. Hai 18 - 19 anni ? Renditi autonomo da questo PD e dal suo modo di fare politica. Non te ne pentirai. <br />

se l\'Italia fosse stata unita sotto la Santa Sede oome auspicava Gioberti saremmo diventati una nazione in grado di essere guida morale per il mondo intero, invece i Savoia..... <br />
cmq via il conte Giovanni Maria Mastai Ferretti cioe PIO IX e viva il suo segretario di Stato il cardinale Antonelli senza di loro la città non avrebbe avuto lo sviluppo e la notorietà di cui oggi gode.<br />
bisognava intestare la piazza del Duomo oggi Garibaldi a PIO IX!! e spotare il Re dei due mondi nel nuovo complesso .<br />
Ricordo per chi non lo sapesse è stato il Pontefice che ha regnato di più nells storia ben 32 anni secondo solo san Pietro ! meditate popolazione ed amministrazione.

Ma quale vergonoso.Senti ragazzino se tu pensi di chiarire quelle vicende con due link di wikipedia ti sbagli di grosso, magari fai il figo con i tuoi amichetti quello si. La storia la conosciamo tutti.<br />
<br />
Pio IX era personaggio del suo tempo nel bene e nel male, ha fatto moltissimo per Senigallia ed era ora che gli si riconoscesse qualcosa di \'laico\'. <br />

Alberto, hai riguadagnato tutta la mia stima, per quello che può valere. Mi spiace per Don Giuseppe Cionchi, ma questo lavoro se lo poteva risparmiare.

Le piazze ed i monumenti non andrebbero intitolati a che della Libertà e della Giustizia ha fatto strame. Non sempre l\'essere famosi equivale ad essere giusti, la storia è piena di personaggi famosi che sarebbe stato meglio se non lo fossero diventati.

Bravo alberto...<br />
Diglielo a questi politici \"papisti\" e pseudo cattolici, che c\'e\' poco di cui andarne fieri...<br />
Non si rendono conto che l\'Italia si e\' UNITA nel momento in cui sono state sottratte le terre alla chiesa.<br />
Fate il paragone tra la piazza intitolata al papa, ed il \"monumento\" a Simoncelli (PATRIOTA)...Al primo gli onori di una grande piazza tutta nuova, al secondo un angolino buio con una colonnina marcia ed una scritta scolorita.<br />
...VERGOGNA!<br />
Ci credo che hanno intitolato la piazza del CONSORZIO AGRARIO proprio a lui...DI CHI ERANO(e sono!!)I TERRENI AGRICOLI CHE VENIVANO COLTIVATI DAI NOSTRI NONNI!?!?<br />
A CHI ANDAVANO I SOLDINI...???<br />
<br />
PECUNIA NON OLET ;)<br />
Ciao

Concordo pienamente, perchè veramente ogni uomo è Figlio del suo tempo ed inoltre perchè comunque, senza volere in alcun modo stravolgere alcunchè, la storia è stata sempre scritta dai vincitori.

\"Gli storici critici accusarono Pio IX di machiavellismo, ambiguità e cinismo ricordando le seguenti vicende:<br />
- In nome del papa-re furono uccisi molti \'rivoluzionari\' che si opponevano al potere temporale della Chiesa. Non si tratta solo dei più noti Giuseppe Monti e Gaetano Tognetti, o del suo concittadino senigalliese Girolamo Simoncelli, ma di centinaia di persone portate sul patibolo o davanti ad un plotone di esecuzione formato dai soldati pontifici.[senza fonte]<br />
- La frenetica attività del boia di Roma Mastro Titta, al secolo Giovan Battista Bugatti, che concluse il suo mandato sotto Pio IX, nei confronti di numerosi delinquenti che venivano decapitati, impiccati e squartati sulla pubblica piazza. Nonostante l\'era moderna, era ancora in uso nello Stato Pontificio il macabro rito di esporre le teste decapitate e i quarti di corpo umano sanguinolento, tagliati con la scure, per terrorizzare il popolo[8].<br />
- Il caso del bambino Edgardo Mortara, ed in generale il suo rapporto con la religione ebraica e gli ebrei. Spesso infatti Pio IX è stato accusato di antisemitismo e di convertire forzatamente giovani ebrei al cattolicesimo[9].<br />
- Le Stragi di Perugia del 20 giugno 1859, dove le truppe papali repressero nel sangue i moti nazionali risorgimentali umbri con l\'ordine, firmato dal commissario sostituto del ministro alle armi Cavalier Mazio, di «decapitare i rivoltati che si trovassero nelle case»[10].<br />
- Nel novembre del 1864 emise l\'enciclica Quanta cura sui mali della modernità, seguita l\'8 dicembre 1864 dal Sillabo con una lista di errori del liberalismo e delle altre ideologie nascenti (socialismo e comunismo). Si dichiarò nemico del secolarismo, del razionalismo e del modernismo in tutte le sue forme.<br />
- Il Primo Concilio Vaticano, che come principale risultato enunciò il principio dell\'infallibilità del Papa. Il dogma a quel tempo fu contestato sia in ambienti laici che religiosi (diede anche luogo ad uno scisma) e riceve ancora oggi le critiche di teologi affermati come Hans Küng.<br />
- Nel 1874 istituì il non expedit, locuzione latina con la quale espresse l\'invito ai cattolici di disertare le elezioni politiche del Regno d\'Italia: non expedit significa appunto \"non conviene\". Tale mossa fu concepita allo scopo di delegittimare gli uomini al potere nella neo-nata Italia liberale[11].<br />
- Il caso della canonizzazione dell\'inquisitore spagnolo Pietro d\'Arbués, noto per la persecuzione degli ebrei conversos, considerato martire, in quanto ucciso da questi ultimi nella cattedrale di Saragozza.<br />
- Venne definito da Garibaldi «la più nociva fra le creature, perché egli, più di nessun altro è un ostacolo al progresso umano, alla fratellanza fra gli uomini e popoli»\" (Wikipedia)<br />
<br />
Per una volta sono d\'accordo con Alberto Bartozzi.<br />
Però aggiungo: per qualche voto in più grazie all\'appoggio di un vescovo, una altera e irriducibile (ex) comunista convinta si trasforma pure in baciapile... Che tristezza!!!

Sole, secondo questo ragionamento tutti i personaggi \"famosi\" dovrebbero avere piazze e vie, tra questi anche Mussolini, in fondo è un personaggio italiano famoso in tutto il mondo.<br />
<br />
Piazze e vie dovrebbero essere intitolate a chi ha dato un esempio di vita, non a coloro che sono semplicemente \"famosi\".<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Rimpiango Pio IX.<br />
Lui, almeno, regnava solo nello Stato Pontificio e quel \"poco\" che aveva lo difese col moschetto.<br />
I suoi successori comandano su tutto il territorio nazionale.

Commento modificato il 05 dicembre 2009

Mi chiamo Daniele, non Sole.<br />
E non c\'è bisogno di tirare per le estreme conseguenze un pensiero citando esempi a sproposito: sai benissimo che non c\'entra nulla quanto dici con il mio scritto.<br />
Sulle modalità d\'intitolazioni di piazze e quant\'altro sarei in linea di principio d\'accordo.

Non mi pare.<br />
La loro relativa forza dipende esclusivamente dalla inquietante debolezza e pochezza dei nostri attuali politici.

Salvatore

C\'e\'chi dice che in Italia si sia raggiunta la riconciliazione nazionale tra partigiani e repubblichini, a me sembra invece che ancora non ci sia neanche una visione storicamente obbiettiva sugli avvenimenti di 150 anni fa. <br />
<br />
Poi sopratutto facendo copy and paste da wikipedia non ci avvicineremo mai: decontestualizzare certi avvenimenti e\' puramente fazioso.<br />
<br />
Pio IX era un Papa Re, e forse politicamente e\' stato un po ingenuo, sopratutto nella fase iniziale del pontificato facendosi trascinare dall\'entusiasmo \'populista\' con quelle aperture iniziali che poi di botto lo trasformarono in traditore reazionario.<br />
La realta\' fu che la soluzione Costituzionale a Roma, era una soluzione impossibile da realizzare concretamente, data l\'assoluta inconciliabilita\' fra il potere temporale il potere spirituale.<br />
Il tentativo populista di Pio IX rappresentava forse l\'unico spiraglio per intraprendere la via del rinnovamento, ma l aver sottovalutato l\'irreversibilita\' della crescita delle aspettative gli si ritorse contro.<br />
<br />
Non un Papa macchiavellico e cinico quindi, ma forse un po ingenuo e non proprio all altezza a livello politico di anni infuocati e complessi.<br />
<br />
Non vedo quindi perche\' a livello locale non gli si posso riconoscere neanche una piazzetta dopo che e\' stato il piu\' grande benefattore che la citta\' abbia mai avuto.<br />

Parole da incorniciare caro Daniele.

La storia la conosciamo tutti dice Salca... Proprio per questo a Pio IX non deve essere intestato niente.<br />
<br />
Una causa non è una buona causa solo perchè c\'è qualcuno che la difende... Pio IX stava dalla parte sbagliata. Altrimenti si ritorna alla storiella dei partigiani e dei repubblichini.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Gli unici ad esultare per questa piazza saranno i leghisti.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

La maggioranza di questi commenti danno una risposta ai miei dubbi. Infatti quando ho saputo dell\'inaugurazione di questa piazza mi sono domandato come mai al personaggio più illustre di Senigallia non fosse stata ancora intitolata una piazza e oggi che viene fatto si sceglie una piazzetta interna ad un condominio! Così non c\'è bisogno nemmeno di cambiare le patenti e le carte di identità!<br />
Purtroppo oggi è l\'\"anti\" che la fa da padrona (anticlericalismo, antifascismo, anticomunismo...)<br />
Sarebbe auspicabile un giudizio più sereno sulla realtà umana e storica di Pio IX. Butto lì solo qualche aspetto che andrebbe considerato: la \"breccia\" di porta Pia non ha provocato nessun ferito e potevano passare benissimo per la porta che era aperta; l\'unità d\'Italia non ha assomigliato piuttosto ad una espansione del Piemonte (a cui non piaceva la soluzione federale) e Garibaldi stesso si è adeguato a malinquore (non era certo un monarchico!); tutti i beni della Chiesa non sono forse stati espropriati e diventati patrimonio dei Savoia?<br />
Pio IX è amato e venerato in tutto il mondo e accostarlo a Mussolini mi sembra quanto meno irriverente.<br />
Comunque tant\'è che a Senigallia più di questo non si poteva fare per non \"contrariare\" il sentimento di tanti cittadini.

Il copy and paste da Wikipedia è solo una comodità... Vuoi le fonti originali? Ce ne sono a tonnellate. Pio IX è da dimenticare, anche se è nato a Senigallia. Pietosamente, silenziosamente da dimenticare. Per carità cristiana e di Patria.

Prof. il problema è che per rincorrere i voti dei cattolici si finge di non conoscere la storia. D\'altronde quando vi fu la cerimonia della beatificazione partirono in pompa magna, in delegazione verso Roma, sindaca in testa.La coerenza non è di questo mondo

Mi spiace Daniele e anche Sole.....stavolta ha ragione Bartozzi....e anche Alberto....

Mussolini ha costruito ponti e case e bonificato paludi....a quando una via?<br />
Anche Craxi la merita.....

Quindi si premia la longevità.......non le opere....

Lascia perdere Mariangela, questi dedicherebbero una Piazza anche a Pietro Pacciani se fosse nato a Senigallia.....

Quanto astio verso questa persona! Complimenti all\'Amministrazione Comunale per un atto che si sarebbe dovuto fare molto tempo fa, e grazie a Pio IX per quello che ha fatto per la nostra città. Complimenti per il libro a Don Cionchi

Evviva l\'anticlericalismo dei poretti.

Commento modificato il 06 dicembre 2009

Questione di prospettive.<br />
Non ho contestato i fatti, ma che siano stati considerati solo alcuni fatti: e scorporati dal contesto.<br />
Invece il contesto è fondamentale, per avere una visione globale delle cose.

Certo che se il centrosinistra ha bisogno dei voti teodem per governare siamo messi ancora peggio di quel che temevo...

Certo che 26 commenti per una piazza che verrà frequentata da ognuno di noi forse una volta nella vita mi sembrano esagerati. Vivi e lascia vivere e chissà che un domani non ci troveremo con via Silvio, piazzetta D\'alema, largo Andreotti o canal Luana.

Commento modificato il 07 dicembre 2009

ecco, questo (di errebi) mi sembra il miglior commento finale per sintesi e analisi politica

é una cosa vergognosa;un controverso personaggio della storia ,sicuramente machiavellico e il suo machiavellismo non pagò,faccio pure presente che ai tempi dello Stato Pontifico vigeva la pena di morte ,cosa che il cristianesimo ortodosso(ORTODOSSIA è una parola di derivazione greca il cui significato era e rimane ancora verità nella sua versione italiana,non parlo di confessione ortodossa),il vero insegnamento cristiano non prevede.Ripeto,è vergognoso.

Per me la gloria senigalliese è Faqbrizio Tarducci;c\'è scritto pure su Wikilpedia \"Senigallia\" sul motore di ricerca di wikilpedia.

Concordo,non vedo tante differenze fra Pio IX e Mussolini;sono entrambi uomini della storia e non si può dare un giudizio positivo o negativo su molti uomini della storia;sul ventennio il giudizio è negativissimo,ci mancherebbe,sullo Stato della Chiesa pure,che non ha pertinenza col Cristianesimo,non c\'entra nulla con Carlo Magno o con Costantino.Non leggo ulteriormente,non voglio vedere voci reazionar conservatrici che si sollevano.Conservatrici della bigottaggine;il cristianesimo è tutt\'altra cosa.Ne manca molto in giro.

Un rappresentante di chi ha mandato al rogo Giordano Bruno.

Vivi e lascia vivere...<br />
Dai a Cesare quello che e\' di Cesare...<br />
Libera chiesa in libero stato....<br />
ecc, ecc...<br />
Peccato che la realta\' e\' ben diversa.<br />
E\' l\'indifferenza collettiva che permette il vergognoso connubio tra STATO e CHIESA, e che limita le liberta\' individuali di ognuno di noi.<br />




logoEV
logoEV