I vigili urbani a scuola di autodifesa

1' di lettura Senigallia 03/12/2009 - Qualche giorno fa sono tornati in palestra per due giornate di aggiornamento alcuni vigili del Comando di Senigallia, che avevano frequentato lo scorso anno il corso di sicurezza personale, organizzato dalla Scuola Regionale di Formazione della pubblica amministrazione di Treia.

A guidarli nel ripasso delle tecniche di autodifesa l’Istruttore del Metodo Globale di Autodifesa Stefano Pompei, molto conosciuto a Senigallia anche per la sua scuola di judo. Il metodo si basa su quattro leve articolari che permettono a persone di ogni età e sesso di controllare l’avversario in caso di aggressione.


“Questo metodo – hanno detto i vigili – ci consente di salvaguardare l’incolumità nostra o di terze persone, ma sempre nel rispetto dell’altro. I’istruttore Pompei, infatti, non ha mai smesso di sottolineare che si tratta di un metodo prettamente difensivo e finalizzato solo a neutralizzare l’aggressività dell’altro, sfruttandone la forza. Il contatto fisico si giustifica eticamente solo se si è aggrediti e la difesa deve essere sempre proporzionata all’offesa.” In questi ultimi anni sono aumentati i casi di aggressione anche nei confronti degli agenti di Polizia Municipale e questo ha determinato la scelta di alcuni vigili di sviluppare i propri meccanismi psicofisici, per prevenire situazioni rischiose e contrastare aggressioni non previste.


Il metodo globale di autodifesa insegna a controllare l’aggressività in qualsiasi situazione di pericolo, a ridurre la violenza al minimo e a sentirsi comunque più sicuri nella consapevolezza che si è in grado almeno di limitare i danni e le lesioni personali. Una capacità che si acquisisce solo con l’esercizio continuo delle tecniche di autodifesa e, proprio per questo, l’istruttore Pompei si è reso disponibile per una full-immersion di aggiornamento.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2009 alle 14:18 sul giornale del 04 dicembre 2009 - 1560 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia municipale





logoEV