Il teatro La Fenice presenta \'Inside Out\', il nuovo lavoro di Cirkus Cirkör

8' di lettura Senigallia 01/12/2009 - Spettacolari acrobazie tra reti neuronali, organi e catene di Dna, musica dal vivo, emozioni e storytelling tra incanto, poesia e umorismo. Sabato 5 e domenica 6 dicembre 2009, in prima e esclusiva italiana, il Teatro La Fenice presenta “Inside Out”, nuovo lavoro di Cirkus Cirkör.


Un appuntamento che si inserisce tra i grandi eventi della stagione teatrale italiana 2009-10 e che conferma il palcoscenico della Fenice di riferimento per le esperienze artistiche internazionali di più ampio orizzonte, luogo che sa riconoscere e accogliere quei lavori che miscelano cultura, intrattenimento e sguardo contemporaneo. La compagnia svedese, nata come gruppo di circo contemporaneo nel 1995, è infatti attualmente impegnata in una tournée internazionale con quasi 60 date per “Inside Out” tra Mosca, Londra, New York e diversi altri centri europei (Finlandia e Francia per primi, poi ancora Germania, Norvegia, Italia) per tutto il 2010. Solo in Svezia quest’anno ha registrato il sold out con oltre 72 mila biglietti venduti. La storia di questo gruppo di appassionati performer, o come lo chiamano loro stessi il “tracciato cardiografico” (perché è il cuore che fa battere i loro spettacoli e che batte in quello degli spettatori di tutto il mondo), è un invito a credere nei sogni e a impegnarsi per realizzarli.



Non a caso il nome Cirkör deriva dalla forma svedese delle parole francesi Cirque Coeur, cioè circo cuore. Il pubblico lo sente e resta a bocca aperta, ammaliato. In tanti tornano a vedere i loro spettacoli per più sere consecutive, mai sazi di emozioni. La stampa inizia a seguirli tanto che “Le Soir” di Bruxelles ha scritto che “la Svezia non ha solo gli Abba e Ikea da offrire al mondo, ma ora anche Cirkus Cirkör”. Hanno iniziato senza un soldo nel 1995, riunendosi in una piccola cucina di casa e barattando lezioni di circo nelle scuole per avere l’uso della palestra di notte e nei week-end dove provare e praticare. Passo dopo passo sono stati invitati a occuparsi dell’intrattenimento al banchetto del Nobel, hanno aperto una delle migliori tre scuole di circo internazionale in un centro poco lontano da Stoccolma, allora considerato disagiato e oggi tra i migliori comuni di Svezia. Hanno fondato il Centro per il circo e per le arti performative da strada.



Hanno iniziato con corsi a chiunque volesse imparare il circo contemporaneo, chiunque di ogni età, compresi bambini con handicap e oggi è stata attivata una cattedra di circo contemporaneo in una Università della Svezia e forse la prima al mondo. Oggi Cirkus Cirkör è una istituzione in Svezia. Per la preparazione di ogni lavoro, Circus Cirkör si affida alle competenze e all’esperienza di innovatori in diverse discipline, dal teatro all’opera, al musical, dalla danza al mimo, dalla musica al circo più tradizionale, fino alle scienze, come dimostra lo spettacolo “99% Unknown” nato dalla collaborazione con il Karolinska Institutet di Stoccolma, una delle più grandi università di medicina europee. Da questo mix di espressioni e dal loro incontro nel caos creativo, nascono gli spettacoli dei Cirkus Cirkör.



La cifra stilistica di ogni produzione è composta di schiettezza, umorismo, anarchia e emozioni. La priorità è il contatto intimo con il pubblico che la compagnia svedese sa stimolare con colpi di scena fisici, delicati racconti emotivi, divertenti gag drammaturgiche. Questo nuovo lavoro, “Inside Out” (per ammirare un estratto del lavoro http://www.cirkor.se/trailer/) parla di una cosa semplice come la vita stessa e segue persone, ognuna intrappolata nella propria definizione di sicurezza e successo. Chi terrorizzato dall’idea del fallimento, chi incastrato nel pensiero logico e nel raziocinio, chi impegnato a essere dura più duro di una roccia. Ma i loro mondi vengono stravolti dall’incontro guarda caso con una compagnia di circensi mostruosi e strampalati, ma anche magici, divertenti, affettuosi e persino eleganti.



Per i tre inizia un nuovo viaggio alla scoperta di se stessi e della vita. Un viaggio intimo e interiore al punto che in scena si materializzano organi del corpo, il cuore spinto a forza che non ne vuol sapere di muoversi o catene di Dna e reti neuronali. Ispirato dai misteri del corpo umano e soprattutto del cuore, in “Inside Out” un cast di 8 versatili performer si esibisce in acrobazie e salti che sfidano la gravità, camminate in bilico e tutte le spettacolari azioni del circo tradizionale, rinnovate e arricchite dalla poesia del racconto, dalle insicurezze e dagli atti di coraggio che ognuno mette in scena nella propria vita. Le prestazioni fisiche fenomenali dei Cirkus Cirkör vengono sottolineate dalla musica rock dal vivo degli Irya\'s Playground (Irya Gmeyner era già nella band Urga che ha affiancato Cirkus Cirkör in altri spettacoli tra cui “Trix” applauditissimo in Europa) e da proiezioni.



L’album degli Irya\'s Playground da cui sono tratte le musiche dello spettacolo – scritte, composte e prodotte da Irya Gmeyner e Pange Öberg - ha raggiunto la top 5 della classifica svedese e sta ricevendo ottime recensioni. “Inside Out” è di fatto una eccentrica colorata spettacolare celebrazione del circo e della vita stessa, delle abilità tecniche necessarie, insieme a quelle espressive che rendano la sua magia e mantengano lo sguardo aperto sulle cose e sugli eventi. “Puoi essere bravo a saltare da incredibili altezze e a esporre te stesso a rischi fisici estremi, pure restare spaventato all’idea di dire un semplice “Ti amo”.



Per gli artisti del circo correre rischi è una faccenda quotidiana. Fisicamente si lanciano nel vuoto, restano appesi a dieci metri da terra con il solo appiglio di una mano che tiene un’altra mano. Guardando qualcuno che fa cose simili e che presuppongono assoluta presenza di spirito, penso di essere di fronte a qualcuno che è anche assolutamente se stesso. In simili situazioni non è possibile fingere”, scrive Tilde Björfors, direttrice e fondatrice del Cirkus Cirkör, una circus manager dall’età di 24 anni. Oggi trentenne, Tilde Björfors ha iniziato sognando di fare la trapezista, sogno per cui lasciò giovanissima la Svezia per trasferirsi a Parigi. Fu lì, nella capitale francese che scoprì il circo contemporaneo, quello che riusciva a combinare insieme le tecniche tradizionali e la cultura moderna con nuove idee. Presa coscienza del fatto che non sarebbe mai stata una grande performer circense, scoprì però di essere una grande manager e di avere doti organizzative. La bellissima storia di Cirkus Cirkör ne è la dimostrazione.



Ha fondato la compagnia senza un soldo e fatto fruttare le risorse illimitate della compagnia Cirkör in termini di voglia di fare, capacità di collaborazione, amore per il circo contemporaneo e entusiasmo. Il loro primo lavoro si intitolava “Skapelsen” (La creazione), seguito da “Ur kaos föds allting” (Tutto nasce dal caos), spettacolo che la dice lunga sull’atteggiamento costruttivo della compagnia. Nel 2002, ai Cirkus Cirkör è stato affidato lo spettacolo durante il banchetto per il Nobel nella City Hall di Stoccolma, un riconoscimento prestigioso e ufficiale per la compagnia. La sede operativa dei Cirkus Cirkör oggi è nella città di Botkyrka. Nel 2000, Cirkus Cirkör hanno inoltre fondato una vera e propria scuola di circo contemporaneo che ha attratto più di 30 mila giovani. La Cirkuspiloterna è oggi considerata tra le migliori tre scuole del genere al mondo, accanto a quelle famose di Montreal (Canada) e di Châlons (France). Lo spettacolo evento andrà in scena sabato 5 dicembre alle 21 e domenica 6 dicembre alle 17. Per questo spettacolo è attiva una promozione per i ragazzi fino ai 14 anni che pagano l\'ingresso 8 euro e l\'adulto che li accompagna avrà diritto al biglietto ridotto nel settore scelto.



La Biglietteria del Teatro La Fenice sarà aperta nei giorni giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 16,30 alle 20,30. Stesso orario sarà osservato il giorno prima e il giorno stesso dello spettacolo nel caso dei serali. Nel caso delle pomeridiane domenicali, la biglietteria sarà aperta dalle 14.

Info: 071.7930842 e www.fenicesenigallia.it o 335.1776042



Inside Out In scena: Fredrik Deijfen, André Farstad, Jay Gilligan, Angela Wand, Mirja Jauhiainen, Sanna Kopra, Jens Engman e Anna Lagerkvist Irya’s Playground: Irya Gmeyner, Pange Öberg, Erik Nilsson, Ludvig Rylander e Jon Bergström. Cirkus Cirkör Direzione artistica: Tilde Björfors Musica: Irya Gmeyner e Pange Öberg Scene e costumi: Sigyn Stenqvist Installazioni e sculture: Lina B. Frank Drammaturgia e sceneggiatura circense: Mia Winge Coreografie: Dag Andersson Costruzione circense: Ulf Poly Nylin Disegno luci: Jenny Larsson Coreografia circense: Vippen Trucco: Helena Andersson






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2009 alle 16:45 sul giornale del 02 dicembre 2009 - 1357 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di comune di senigallia, senigallia, spettacoli