statistiche accessi

Paradisi: la legge è uguale per tutti compreso il Mezza Canaja

roberto paradisi 1' di lettura Senigallia 25/11/2009 - “Il Mezza Canaja deve capire che la ricreazione è finita, che la legge è uguale per tutti”.

Ho aspettato la reazione dell\'amministrazione dopo l\'occupazione da parte del Mezza Canaja della fabbrica abbandonata ma sindaco, vice sindaco e tutti gli esponenti della giunta si sono ben guardati dal rispondere. Non è stato effettuato nemmeno un sopralluogo dei vigili urbani. Dall\'amministrazione solo un silenzio assordante ed il farneticante dibattito tra Maurizio Mangialardi e Francesca Paci su come dialogare con il Mezza Canaja” - afferma Roberto Paradisi, Coordinamento civico, dopo l\'occupazione avvenuta poco più di dieci giorni fa da parte degli attivisti del Mezza Canaja dello stabile abbandonato lungo strada della Marina.



Tocca a me difendere i cittadini del Cesano e della Cesanella che mi hanno contattato subito dopo l\'occupazione perchè preoccupati delle attività e delle mal frequentazioni degli estremisti del Mezza Canaja - prosegue Paradisi - ho denunciato il fatto alla procura e mi aspetto che queste persone, accusate di invasione di edifici e terreni ed istigazione a delinquere, vengano identificate”.



Il Mezza Canaja deve capire che la ricreazione è finita, che la legge è uguale per tutti. Questi estremisti rappresentano un pericolo per la città. Hanno affermato di aver scelto lo stabile abbandonato dopo un\'attenta ricerca tra le mappe catastali. Perchè non mostrano quelle dello loro famiglie? Venga fatta luce anche sugli striscioni che chiedono la rimossione dei crocefissi, esposti durante le manifestazioni organizzate dal Mezza Canaja, per escludere la presenza di integralisti islamici”.






Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2009 alle 17:32 sul giornale del 26 novembre 2009 - 3389 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, francesca morici, politica





logoEV
logoEV
logoEV