Mangialardi candidato sindaco, parte la campagna elettorale a quattro

maurizio mangialardi 2' di lettura Senigallia 23/11/2009 - E\' partita ufficialmente la campagna elettorale del centro sinistra. Maurizio Mangialardi, del Pd, è il candidato a sindaco per le elezioni del prossimo anno.

Il verdetto, scaturito dalle primarie di coalizione cui hanno partecipato anche Verdi, Sinistra e Libertà, Comunisti Italiani, Mre e Psi, aggiunge così il quarto candidato in corsa per la poltrona di primo cittadino. Assessore in carica dal 2000 (a partire dal primo mandato di Luana Angeloni), Mangialardi si è imposto sulla sfidante dei Verdi Francesca Paci, presidente dell\'ex Irab, con il 75% dei voti. Una candidatura per molti “scontata” (le 699 preferenze ottenute alle elezioni del 2005 furono già un primo segnale degli obiettivi futuri dell\'assessore all\'urbanistica e del Pd) che adesso apre ufficialmente le ostilità con gli altri tre avversari.


Per Fabrizio Marcantoni, sindaco dal 1999 al 2000 e candidatosi anche nel 2005, le primarie di domenica scorsa sono poco meno di una “farsa”. “Un risultato scontato è dire poco -afferma Marcantoni, candidato sindaco del Coordinamento Civico e Pdl- primarie come quelle del centro sinistra non sono serie. Le vere primarie sono quelle americane dove a votare sono gli iscritti ai partiti che vi partecipano e dove i votanti firmano e dichiarano il proprio voto. Il risultato delle primarie dell\'altro giorno era scontato già da anni. Mangialardi si prepara all\'appuntamento del 2010 probabilmente già dall\'inizio del secondo mandato Angeloni. Mi dispiace per la Paci, cui sono legato da un rapporto di amicizia, che si è prestata come vittima sacrificale”.


Sceglie invece la via del fair play il candidato sindaco di Rifondazione Comunista, uscita dalla maggioranza un anno e mezzo fa. “Nella distinzione delle reciproche posizioni politiche esprimo a Mangialardi le mie congratulazioni -dice Roberto Mancini- le primarie, che rendono ufficiale a questo punto una scelta ampiamente prevedibile, hanno rappresentato un momento di partecipazione attraverso cui tanti senigalliesi hanno espresso la loro attenzione alle vicende amministrative della città. Un saluto ed un apprezzamento anche a Francesca che in queste settimane ha saputo arricchire il dibattito sul futuro di Senigallia con idee brillanti e interessanti contenuti programmatici”.


Il risultato di Mangialardi era prevedibile anche se non scontato -aggiunge Primo Gazzetti, ex sindaco e candidato appoggiato dall\'Udc- il quadro politico, con quattro candidati, rientrano nell\'ordine di una realtà politica vivace e complessa come quella di Senigallia. E se anche spuntasse un quinti candidato non griderei allo scandalo”. Massimo Marcellini, infatti, uscito la scorsa settimana dal Pd, starebbe lavorando per la costituzione di una lista civica che lo vedrebbe possibile candidato sindaco per il 2010.






Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2009 alle 23:57 sul giornale del 24 novembre 2009 - 5907 letture

In questo articolo si parla di roberto mancini, maurizio mangialardi, giulia mancinelli, elezioni, politica, fabrizio marcantoni, primo gazzetti





logoEV