statistiche accessi

Montemarciano: Grilli e Magnini, \'Pessima gestione economica\'

Maurizio Grilli 2' di lettura 03/11/2009 - In attesa di aver prove dell’annunciato rinnovamento nella gestione politico amministrativa della dott.ssa Serrani e dei suoi Assessori, suggeriamo loro (e poi non dicano che non siamo propositivi) di usare il buon senso e quindi anziché fare polemiche pretestuose e demagogiche sul’operato del governo centrale circa i finanziamenti destinati a città ben più grandi ed importanti della nostra, provino semplicemente a guardare cosa accade ad alcune realtà locali nella provincia.

Dove i gemellaggi non sono solo occasioni utili a far fare gite o cene agli amministratori di turno, piuttosto opportunità per promuovere il territorio ai massimi livelli istituzionali così da poter creare le condizioni giuste anche per attingere ai finanziamenti europei . Tema troppo alto per chi, ci auguriamo, sappia almeno dove si trova geograficamente Bruxelles.

A Montemarciano, invece si pensa di coprire il “buco” di 450 mila euro, con la vendita di un immobile comunale per cui confermiamo tutta la nostra contrarietà alla deliberazione adottata, causata da una previsione sbagliata delle entrate da ”proventi concessione edilizia-Dia” e che autorizza l’alienazione come dimostrato dagli articoli 164 e 175 del TUEL che evidenziano come il bilancio previsionale, e quindi gli assestamenti permessi entro novembre, abbiano carattere autorizzativo.


Disarmanti le successive affermazioni di ricerca di fonti alternative di entrata per evitare la vendita. Rimaniamo allibiti dalla leggerezza con cui si danno spiegazioni alle variazioni di bilancio. Il dato certo è la previsione esagerata considerata la situazione economica italiana, fuori luogo e fuorvianti le accuse alle previsioni governative sul piano casa e sul rilancio dell’economia, che comunque a livello locale sono state ritenute attendibili nonostante le posizioni contrarie espresse a livello nazionale dallo stesso schieramento di sinistra.


La verità comunque, nei verbali dei recenti consigli comunali: Il Sindaco e i suoi Assessori confidano di incassare i denari provenienti dalla monetizzazione delle aree ricadenti nel piano di lottizzazione “comparto C” per ripianare i buco di bilancio. Peccato però che da troppo tempo questa documentazione bloccata in Provincia probabilmente non solo per colpa della burocrazia. L’ultimo assestamento avverrà entro il 30 novembre vorremmo capire quali limpide procedure adotteranno Amministratori e Funzionari comunali per salvare l’immobile e il bilancio.


Terminiamo ricordando che quei soldi dovevano servire per la realizzazione del nuovo plesso scolastico, se invece servirà in parte per ripianare il bilancio, quale futuro per l’edilizia scolastica? Settore peraltro con forti criticità, poiché i recenti interventi di messa insicurezza dell’edificio monumentale del capoluogo sono l’ennesima certificazione della discutibile gestione del patrimonio comunale. Troppi anni d’incuria, che per ora hanno compromesso il regolare inizio delle attività didattiche e causato notevoli disagi a molte famiglie.


da Maurizio Grilli e Michela Magnini
Consiglieri comunali - Lista Grilli - Montemarciano




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-11-2009 alle 14:41 sul giornale del 04 novembre 2009 - 1314 letture

In questo articolo si parla di montemarciano, politica, Comune di Montemarciano, consiglieri comunali, Maurizio Grilli e Michela Magnini





logoEV
logoEV