statistiche accessi

Assemblea area centro Coni, una due giorni proficua

Assemblea Coni 2' di lettura Senigallia 03/11/2009 - Dal sostegno alle società all’impiantistica, dalla promozione sportiva all’aggiornamento. Una “due giorni” di aggiornamento e di confronto proficua.  

L’assemblea delle strutture territoriali Coni dell’area Centro ospitata dal C.R. Marche e dalla città di Senigallia presso l’hotel Ritz, ha fornito lo spunto per un’analisi di politica sportiva in una congiuntura economica di cui sono note le difficoltà e per una condivisione di intenti fra istituzioni e operatori.



I lavori degli oltre 250 partecipanti dei Comitati regionali e provinciali di Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo, Emilia Romagna e Toscana (in realtà allargati anche ad esponenti del sud) hanno avuto come prologo il saluto di una folta rosa di autorità. Il motivo dominante degli interventi ha riguardato i rapporti con il territorio e l’impegno nelle attività di promozione sportiva a beneficio delle giovani generazioni; un messaggio trasmesso dall’assessore regionale Lidio Rocchi, dall’assessore provinciale Eliana Maiolini e dal Sindaco Luana Angeloni, che ha colto l’occasione per ricordare (esprimendo gratitudine) la premiazione che vedrà protagonista a fine mese il tennis tavolo senigalliese, cui verrà attribuita la medaglia d’oro Coni.



I seminari delle specifiche commissioni amministrative, tecniche e contabili sono stati invece coordinati dal direttore Maurizio Romano, massimo rappresentante dei vertici nazionali con cui è stato poi affrontato dall’assemblea dei presidenti il tema più delicato. La crisi che ha investito il sistema economico sta infatti avendo ripercussioni significative anche sugli iscritti ai settori giovanili e di conseguenza sulle società: se le famiglie, in difficoltà, rinunciano a far fare “sport” – qualunque esso sia – ai propri figli, si innesca una spirale che rende fragile l’intero sistema, privando l’individuo di un tassello fondamentale della propria formazione sportiva e umana. E’ questa la priorità su cui il Coni intende spendersi: al fianco dei servizi “tradizionali”, occorre far sì che lo sport rimanga un “diritto” di tutti, sostenendo le associazioni e la “base”.



In tal senso, si sta preparando un documento unitario che verrà portato all’esame della Giunta Nazionale. Fra gli altri temi toccati, anche quello – altrettanto cruciale – dell’impiantistica. In proposito, il presidente regionale Fabio Sturani ha sottolineato la necessità di mantenere in efficienza l’esistente, lavorando al contempo ad un’intesa fra Enti locali e Istituto di Credito Sportivo ai fini dell’abbattimento degli interessi capitali sui mutui.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-11-2009 alle 16:14 sul giornale del 04 novembre 2009 - 1122 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, coni, CONI Ancona