Sfruttamento di prostituzione, due maceratesi in carcere

Polizia 1' di lettura Senigallia 03/10/2009 - La polizia di Ancona ha arrestato due italiani e tre albanesi con l\'accusa di sfruttamento di prostituzione. Le indagini delle Forze dell\'ordine sono partite da due fatti di cronaca: l\'accoltellamento del \"buttafuori\" del locale Snoopy di Senigallia e il pestaggio dell\'addetto alla sicurezza della discoteca Miu J\'Adore di Marotta.


Le manette sono scattate ai polsi di Stefano Mira, 58 anni, e Massimiliano Sampaolesi, 35, entrambi di Macerata, ex gestori del Bellissima di Marina di Montemarciano, Sokol e Illi Sallaku, di 27 e 26 anni, e Ilirian Kadeli, 27 anni, residenti fra Ancona e provincia.

Secondo le indagini, denominate \"Bulli e Pupe\", tre fatti di cronaca sono riconducibili agli arrestati. Innanzitutto l\'accoltellamento del \"buttafuori\" dello Snoopy di Senigallia, avvenuto il 20 gennaio 2008. Poi il danneggiamento dell\'insegna del Miu J\'Adore di Marotta, 30 gennaio, ed infine il pestaggio dell\'addetto alla sicurezza dello stesso locale, il 18 febbraio.

I pezzi del puzzle poi hanno portato gli inquirenti al locale \"Bellissima\" di Montemarciano. I 5 arrestati infatti sfruttavano il locale come centro di prostituzione. Il metodo era semplice. Nei privè dell\'edificio i clienti si appartavano con le ragazze, assunte come \"figuranti\", dopo aver stabilito la prestazione e la tariffa. Il pagamento veniva effettuato al cameriere e registrato come consumazione di una bottiglia di spumante.






Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2009 alle 17:04 sul giornale del 05 ottobre 2009 - 1391 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, montemarciano, riccardo silvi, marina di montemarciano, marotta, macerata, senigallia, snoopy