Partito Comunista dei Lavoratori: ritorniamo al drammatico problema della casa

giorgio bendelari 2' di lettura Senigallia 10/09/2009 - \"Il \"problema\" Villa Bucci sarà la magistratura a doverlo chiarire. Congetture politiche,al momento, servono solo per creare più confusione\".

Compagne e compagni del Prc attenti! La canea della destra potrebbe coprire anche voi specie se, sadicamente, alle prossime amministrative, proponete una alleanza di governo per la città di Senigallia, con quelle stesse forze politiche alle quali chiedete chiarezza. Comuniste e comunisti per convinzione e non per convenienza, lasciatevelo dire, senza offesa, da un compagno di vecchia data. Compagne/i non vi mescolate con lo stesso brodo di chi oggi si dichiara avversario della Sindaco Angeloni per essere, domani, pronto ad allearvisi.



Il \"problema\" Villa Bucci sarà la Magistratura a doverlo chiarire. Congetture politiche, al momento, servono solo per creare più confusione. Per favore ritorniamo al drammatico problema della casa. La speculazione immobiliare di cui gli imprenditori edili sono parte integrante, in tutti questi anni l\'ha fatta da padroni a Senigallia e non solo. Dov\'era la \"sinistra\" o presunta tale che avrebbe dovuto condurre una giusta battaglia sul diritto alla casa? C\'è voluto l\'intervento di un CSA che occupando alloggi, liberi da anni (che il proprietario sia la Curia od altri è un fatto puramente accidentale) per fare emergere questo problema, una delle tante vergogne nazionali che necessita di un reale radicamento sul territorio, per essere drasticamente combattuta, senza inciuci di sorta.



La credibilità di (in un) progetto politico la si acquista con la lotta per la conquista di diritti che da anni ci vengono negati e la casa è uno di questi. Mettiamoci nei panni di chi per svariati motivi, sa che non potrà mai \"avventurarsi\" nell\'apertura di un mutuo casa con i prezzi al limite dello strozzinaggio che vengono imposti sul mercato. Riteniamo che sia giusto \"ipotecare\" la propria vita ed a volte quella dei propri figli per arrivare alla \"conquista\"di quello che dovrebbe essere un diritto e che lo Stato dovrebbe garantire? Io sono convinto di no e quando la sinistra al momento \"sparsa e persa\" riacquisterà la propria identità potremmo ridare battaglia e proporre un reale cambiamento della \"nostra\" Società...oltre il Capitalismo, altrimenti faremmo solo chiacchiere. Niente altro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-09-2009 alle 15:30 sul giornale del 10 settembre 2009 - 4124 letture

In questo articolo si parla di politica, serra de' conti, Partito Comunista dei Lavoratori, Giorgio Bendelari