L\'opposizione: Rodano è proprietario delle società che controllano Villa Bucci

villa bucci 3' di lettura Senigallia 04/09/2009 - Aspettavamo al varco, con le carte in mano, il sindaco che viene da Monterado. Ha mentito un’altra volta, pensando che non sapessimo andare a fondo.

Si sbagliava ed ha fatto uno scivolone impressionante. Luana Angeloni, ancora una volta, rispondendo ad una delle nostre cinque domande ha scritto: “Non siamo proprietari di villa Bucci. Essere, come mio marito, membri del consiglio di amministrazione di una società (Fresia spa) che controlla indirettamente la società proprietaria di Villa Bucci non significa in alcun modo essere proprietari. Sarebbe come dire che un membro del consiglio di amministrazione della Fiat debba essere considerato proprietario della Fiat stessa”. Evidente bugia! Non solo infatti il marito Andrea Rodano è un consigliere di amministrazione della Fresia spa (e già sarebbe sufficiente a sollevare un colossale conflitto di interessi), la società che controlla Ares 2002 (che, a sua volta, controlla la società proprietaria della villa e dell’ex liceo Scientifico). Ma ne è stato anche presidente del consiglio di amministrazione fino al 23 gennaio 2008. E, dulcis in fundo, Andrea Rodano è anche un proprietario della Fresia s.p.a.(sic!).


Lo è, ancora una volta, attraverso un ulteriore passaggio (pensava davvero Luana Angeloni che non fossimo preparati a rispondere con le carte ad ogni bugia pubblica?). La Fresia spa, a sua volta, ha infatti tre proprietari: Liliana Federici, Elia Federici (cugino di Andrea Rodano) e la società (udite, udite) “Fedim di Elia Federici e Andrea Rodano”. E la Fedim (che è dunque una delle proprietarie di Fresia) ha quattro proprietari: uno è naturalmente Andrea Rodano! Un altro è suo cugino! Ma non è ancora tutto: Fresia spa è unica proprietaria di Hera 2005 (l’altro proprietario di Ares 2002, e dunque Rodano è anche tra i proprietari di Hera 2005 di cui è anche presidente del consiglio di amministrazione). Il gioco delle scatole cinesi è svelato: i familiari di Luana Angeloni sono proprietari di due della società che controllano, attraverso una serie impressionante di incastri societari, “Senigallia Investimenti srl” (la ditta di Fara Sabina che ha acquistato Villa Bucci e l’ex palazzo del liceo Scientifico trasformato da scuola in centro direzionale e residenziale). Per restare all’esempio di Luana Angeloni: i cugini Rodano-Federici stanno alla società che controlla la proprietà di Villa Bucci ed ex liceo Scientifico come la famiglia Agnelli sta alla Fiat.


Corollario: la Angeloni, per la terza volta, ha negato la verità ai cittadini, ai consiglieri comunali, al suo stesso partito. Sulle altre risposte, prendiamo atto che il sindaco conferma che Villa Bucci è stata inserita nel piano del centro storico pur non facendo parte del centro storico; che Elia Federici è un parente stretto della famiglia del sindaco, informazione che, naturalmente, era già in nostro possesso (e che, da sola, smentisce ancora una volta il sindaco, avendo l’Angeloni spudoratamente negato che suoi familiari fossero proprietari delle società che controlla la proprietà di Villa Bucci); che il sindaco non ha risposto alla domanda se Elia Federici (cugino del marito) è la stessa persona indagata nel 1993 per corruzione; che il permesso di costruire per Villa Bucci è stato rilasciato dopo l’approvazione nell’agosto del 2008 del Piano Cervellati (esattamente come avevamo sostenuto). Ora, al sindaco Angeloni e al suo delfino Maurizio Mangialardi che ha sostenuto e garantito, da assessore all’urbanistica e lavori pubblici, il silenzio su tali operazioni, non resta che un atto da compiere: si dimettano e spariscano per sempre dalla vita politica di questa città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-09-2009 alle 21:00 sul giornale del 05 settembre 2009 - 8276 letture

In questo articolo si parla di politica, Pdl e Coordinamento Civico, villa bucci





logoEV
logoEV