Senigallia: bandiera blu, dove si tutela l\'ambiente e si è ricicloni

crocifisso della valle 1' di lettura Senigallia 01/09/2009 - \"È vero che Cristo si è fermato ad Eboli perché da qualche parte doveva pur fermarsi, ma qui la raccolta differenziata (e non) si ferma 150 metri prima delle foto in allegato\".

Grazie alla vostra ormai consolidata organizzazione della raccolta, le 20 famiglie residenti circa 150 metri attorno al suddetto cassonetto della chiesetta in strada Crocifisso della Valle in Portone di Senigallia, ne vengono escluse. Ora, da questo volgo minore perché abitante delle zone estese, un sol grido si leva: …arridattece le campane!



Nella sorgente del Crocifisso della Valle, oggetto di restauro pubblico come testimonianza del bel tempo antico in cui da essa ci si dissetava e vi si lavavan panni, assieme al resto dell\'immondizia che non sta nel misero cassonetto, si può recuperare: il comunale cartello di divieto di accesso ai cani all\'adiacente giardino pubblico un vario campionari di siringhe naturalmente usate con l’occasione vi segnalo inoltre che i contenitori posti all’inizio di via Della Mandriola in quella che avete definito telefonicamente isola di raccolta ecologica per l’area estesa Cavallo- Mandriola - Crocifisso della Valle (dovreste sapere come la definisce la signora che in adiacenza vi abita) hanno la capienza da villino mono famigliare.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-09-2009 alle 15:42 sul giornale del 01 settembre 2009 - 3334 letture

In questo articolo si parla di attualità, Paolo Cavatorta