statistiche accessi

Arcevia: appuntamento con il ciclo \'Lezioni di storia\'

Comune di Arcevia 2' di lettura 27/08/2009 - Il prossimo appuntamento del ciclo \"Lezioni di storia\", che si terrà ad Arcevia giovedì 27, dedicato alle stragi nazifasciste e alle tante problematiche che sono rimaste aperte in Italia e nel nostro territorio. Per chi lo desidera è anche a disposizione un autobus gratutito con partenza da Senigallia.

Oltre diecimila, senza contare i deportati nei campi di concentramento nazisti, sono le vittime civili delle violenze commesse dalle forze di occupazione tedesche e dalle formazioni della Repubblica sociale nel biennio di sangue 1943-1945. Da Marzabotto a Sant’Anna di Stazzema, dalle Fosse Ardeatine a, appunto, Monte sant’Angelo di Arcevia, i massacri rappresentano una delle pagine più terribili della storia nazionale. L’orrore della guerra in Italia ingloba un orrore più grande di massacri, incendi, razzie, che spesso hanno avuto luogo in zone poco popolate e accessibili con difficoltà. Molto si è scritto recentemente riguardo il “sangue dei vinti”, ovvero a proposito delle vittime e delle vendette partigiane, passando dall’agiografia all’eccesso al punto da dimenticare il “prima” e il contesto.



In piazza Crocioni ad Arcevia (in caso di pioggia in ambiente coperto) secondo appuntamento del secondo ciclo di Lezioni di storia, iniziativa della Provincia di Ancona in collaborazione con sei Comuni, si parlerà appunto de “Le stragi naziste – I massacri commessi da Wermacht ed SS in Italia e a Monte sant’Angelo”.



La relazione sui fatti di Monte sant’Angelo e Montefortino verrà svolta da Angelo Verdini, studioso di storia locale mentre il maggiore storico dell’occupazione tedesca in Italia, Lutz Klinkhammer, tenterà di inquadrare storicamente quei fatti (63 uccisi tra civili e partigiani nel maggio del 1944). Nato a Treviri nel 1960, Lutz Klinkhammer è premio “Acqui Storia” nel 1994 per L\'occupazione tedesca in Italia 1943-1945. E’ anche autore di Stragi naziste in Italia 1943/44. Nuova edizione, Roma 2006. Nel 1994 è perito storico del tribunale di Coblenza al processo contro W. Lehnigk - Emden per l\'eccidio di civili a Caiazzo. E’ componente della commissione ministeriale italo - tedesca (2009), che approfondirà il passato di guerra comune, come contributo alla costruzione di una comune cultura della memoria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-08-2009 alle 17:28 sul giornale del 27 agosto 2009 - 1207 letture

In questo articolo si parla di arcevia, attualità, coop eidos