statistiche accessi

Arcevia: nascondeva droga nel seggiolino, in libertà la marocchina spacciatrice

viaggio da incubo a Zanzibar 1' di lettura 25/08/2009 - E\' tornata in libertà ieri la mamma 24enne marocchina, arrestata dai carabinieri di Arcevia, con l\'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La giovane mamma era stata bloccata dai militari della stazione coordinata dal maresciallo Andrea Carnevali mentre era con i due figli, di uno e due anni. Sotto al seggiolino però i militari hanno rinvenuto due panetti di hashish per un totale di 200 grammi. La donna ieri è comparsa davanti al giudice del Tribunale di Ancona che ha rigettato l\'istanza di carcerazione avanzata dal pm disponendo quindi la rimessa in libertà della marocchina.


La donna, difesa dall\'avvocato Alberto Bomprezzi, si è dichiarata completamente estranea ai fatti e sarà proprio su questa linea che verterà la tesi difensiva in sede processuale. Non è escluso infatti che la donna possa essere stata vittima di una vendetta e che lo stupefacente possa essere stato posizionato da altri sotto al seggiolino dei figli. L’arresto è avvenuto l\'altro giorno dopo una “soffiata” sulla marocchina. La donna avrebbe utilizzato i propri figli per sviare qualsiasi tipo di sospetto. Dopo numerosi appostamenti e pedinamenti, i militari sono intervenuti all\'1 di notte.


I carabinieri hanno bloccato la giovane mamma alla guida della propria auto dove, sul sedile posteriore, c\'erano anche i due figli agganciati ai seggiolini. La donna, seppure arrestata, era stata posta ai domiciliari in quanto madre dei due bambini ancora in tenera età.






Questo è un articolo pubblicato il 25-08-2009 alle 23:57 sul giornale del 26 agosto 2009 - 2188 letture

In questo articolo si parla di arcevia, cronaca, giulia mancinelli, droga, tribunale





logoEV
logoEV
logoEV