statistiche accessi

Arcevia: proseguono gli appuntamenti con Ar(t)cevia

artcevia 1' di lettura 25/08/2009 - Arcevia si sta preparando. Alle 17,30 (da ora in poi denominata ora X) del 28 agosto (da ora in poi denominato d-day) sbarcheranno i passeggeri della “nave dei pazzi” come è stata chiamata da un comandante d’equipaggio, altrettanto folle, che si firma Achab.

L’ex chiesa di San Giovanni, Palazzo dei Priori, il Centro Culturale San Francesco e l’intero contesto urbano verranno interamente colonizzati dall’arte: pittura, fotografia, computer art e installazioni, generi che si mischieranno e confonderanno passando per il teatro di Antonio Rezza e Stefano Lucarelli, fino a culminare in performaces, corti teatrali e nel concerto per vibrafono e giocattoli di Pasquale Mirra dei giorni successivi.


Arcevia, l’antica e quieta Rocca, i suoi vicoli profumati di miti e leggende, il suo centro storico carezzato dalla lentezza dei giorni saranno invasi da una giostra felliniana di arti, musiche, teatri, installazioni, o dalla fusione dei generi, fino a rendere la sua storia una temporanea maschera pirandelliana. Arcevia si nasconde dietro le vette, scuote i suoi colli ed ecco che riappare con le sembianza di AR[t]CEVIA.


Adesso, la collettiva che inonderà la “cittadella” arroccata all’ora X del d-day sarà il folle sogno a colori di un folle fiume, che renderà folle un intero paese fino alla metà di ottobre, quando la nave dei pazzi tirerà l’ancora, portandosi dietro e lasciando la malinconia di un folle connubio, ma follemente magico, per l’Ar[t]rivederci a un folle anno venturo.


da Arcevia International Art Festival




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-08-2009 alle 19:51 sul giornale del 25 agosto 2009 - 908 letture

In questo articolo si parla di cultura, Artcevia, Arcevia International Art Festival





logoEV
logoEV