statistiche accessi

Summer Jamborre. Donne e motori, la gran sfilata

summer jamboree 2009 1' di lettura Senigallia 24/08/2009 - Macchinone, furgoncini, decapottabili e sopratutto moto. Quella di sabato pomeriggio è stata una parata in piena regola, partita da piazza Simoncelli, passando per un lungomare quanto mai affollato di gente e poi di nuovo verso il centro. Tra bagnanti incuriositi, bikers ruggenti e donne vestite anni \'50, il divertimento non è mancato.

Le auto arrivano alla spicciolata in piazza Simoncelli, riconvertita per l’occasione in un “grande garage”. Ogni macchina ha a bordo il suo degno proprietario, vestito a tema anche lui. In fondo cosa ce ne fai di una auto d’epoca se poi la tieni a prendere polvere a casa?

Di auto ce ne sono per tutti i gusti. C’è il macchinone rosso con il lato posteriore tirato fino a formare due “code”, ci sono decapottabili, ci sono auto con il motore in vista, furgoncini colorati, e c’è anche la mitica Ford-T, la macchina dei film di Stanlio e Olio, il primo modello ad entrare nella catena di montaggio.

Ma le auto non ce la fanno a starsene rinchiuse in un recinto, e verso le 17.30, iniziano ad uscire una dietro l’altra, in fina indiana, con destinazione lungomare. I bikers seguono di poco le macchine, e con grandi sgassate e con lo scoppiettare rabbioso delle loro moto, si dirigono anche loro di gran carriera fino alla spiaggia.

Il traffico di sabato pomeriggio di lungomare non ha accolto bene la sfilata, diversamente dal pubblico, che è letteralmente impazzito. Ovunque c’era gente che faceva video e scattava foto, forse con una punta di invidia per quelle auto e moto tanto belle.







Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2009 alle 10:24 sul giornale del 24 agosto 2009 - 1788 letture

In questo articolo si parla di summer jamboree, giulia angeletti, spettacoli, moto, summer jamboree 2009, macchine d\'epoca