statistiche accessi

Summer Jamboree, un grande entusiasmante finale con una macchia da pulire

summer jamboree 2009 2' di lettura Senigallia 24/08/2009 - Abbiamo assistito ad uno spettacolo unico ed ascoltato musiche travolgenti, la sera del 22 agosto, in conclusione di una “scoppiettante” manifestazione, nobilitata dalla presenza di un pubblico numeroso come mai ci era capitato di vedere a Senigallia.

Direttamente interessati dalla partecipazione, tra gli Altri, del quartetto vocale Fantastic Four aderente alla nostra Associazione culturale “Ottobre Film”, dobbiamo osservare che ce ne siamo andati con molta amarezza; ci riferiamo all’inadeguato servizio di amplificazione il quale ha penalizzato notevolmente l’ascolto dei brani eseguiti.

Spiace dover segnalare, in particolare, una carenza quasi totale di “fedeltà” polifonica con distorsioni e riproduzioni del suono lontani dall’esecuzione originale del quartetto; il risultato: un canto piatto e privo di sfumature di colore, di espressività; esattamente il contrario di quelle che sono le peculiarità e capacità artistiche dei Fantastic Four.

L’obiettivo, e di questo va dato atto, è stato comunque raggiunto visto il consenso unanime della platea; il pubblico, benevolmente, e sopratutto vivendo una serata con spirito di grande generale euforia, non ha quindi colto a pieno il malessere dei protagonisti; grande la professionalità in questo senso dimostrata dal Gruppo il quale ha fatto si che nulla trapelasse della difficoltà vissuta sul palco.

L’equilibrio timbrico è una delle prime cose da rispettare quando si ha a che fare con la gestione di un impianto di amlificazione, con ancor maggiore attenzione quando si tratta di voci, di musica polifonica; in questa circostanza, “palestra” unica per degli artisti emergenti, le disfunzioni acustiche sono risultate penalizzanti ed inaccettabili; non sembra banale affermare che per poter gestire con competenza e professionalità un impianto di amplificazione, occorre conoscere, “sentire” la Musica Polifonica dal vivo.

Se gli errori commessi debbono essere produttivi per il futuro una maggiore attenzione ed assistenza particolare dovranno essere riservati ad un genere musicale/ vocale rispetto al quale la gestione delle apparecchiature di amplificazione deve obbligatoriamente rivolgersi alla innumerevole gamma dei suoni e di suoi “colori”, nel canto a più voci.

Non si poteva certo pretendere una riproduzione che rappresentasse fedelmente la realtà (solo in sala di incisione questo è possibile), ma si poteva tendere ad una sua buona imitazione; chi ha gestito il service della manifestazione non è stato capace di farlo, privilegiando il frastuono; la Musica è un’altra cosa.

da Associazione culturale Ottobre Film




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-08-2009 alle 18:50 sul giornale del 24 agosto 2009 - 1823 letture

In questo articolo si parla di summer jamboree, politica, Ottobre film, summer jamboree 2009





logoEV
logoEV
logoEV