statistiche accessi

Paradisi: totale lassismo nei confronti del Mezza Canaja

roberto paradisi 2' di lettura Senigallia 23/08/2009 - \"Le risposte evasive del dott. Fiorenzuolo della Asl 4 al mio dettagliato esposto sono inaccettabili e sintomatiche di un atteggiamento dell\'autorità sanitaria di discutibile inflessibilità (anche al limite dell\'eccesso di zelo) con gli esercenti in regola e che pagano le tasse e di totale lassismo nei confronti degli estremisti no global dei quali, evidentemente, o si ha paura o si condivide con loro un patto politico inconfessabile\".

Ma in questa situazione, la politica non c\'entra nulla. Da una parte ci sono dei figli della ricca borgesia cittadina che giocano a fare i proletari e sguazzano nell\'illegalità (sfondando porte di casa, occupandole, danneggiando, aprendo ristoranti abusivi per scopi molto poco ideologici di lucro, inaugurando campeggi senza alcun rispetto delle norme igienico-sanitarie...), dall\'altra le autorità sanitarie e civiche che fingono di non vedere e fingono di non sentire. Questa volta però non mi accontenterò delle risposte evasive dei dirigenti della Asl che peraltro, senza senso del pudore, affermano che i controlli al ristorante abusivo del Mezza Canaja erano già programmati.



Mi spieghi il dott. Fiorenzuolo: c\'erano altre urgenze? C\'erano forse degli esercenti in regola a cui fare le pulci prima di ispezionare e smantellare l\'attività illegale, pericolosa e abusiva dei no global? Come è possibile che la Asl abbia dato precedenza ai controlli nei confronti di cittadini per bene? E in tutto questo, è assordante il silenzio dell\'assessore al commercio e del sindaco del Comune di Senigallia. Il quale ha pensato bene di mandare una pattuglia di vigili a multare le moto d\'epoca del Summer Jamboree ma si è ben guardata dal chiedere all\'ufficio preposto della polizia municipale di ispezionare e relazionare sulle attività di campeggio e ristorazione dei finti proletari no global. Le autorità pubbliche non possono abdicare al proprio ruolo con chi fa dell\'illegalità la propria vergognosa bandiera. Delle due l\'una: o Asl e Comune intervengono immdiatamente o presenterò una denuncia in Procura per omissione di atti d\'ufficio. E se qualcuno ha paura di questi estremisti, si dimetta dai propri incarichi.


da Roberto Paradisi
Coordinamento Civico




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-08-2009 alle 17:17 sul giornale del 24 agosto 2009 - 3757 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, coordinamento civico





logoEV
logoEV
logoEV