Il Mezza Canaja occupa la sede della Multiservizi

occupazione multiservizi 1' di lettura Senigallia 21/08/2009 - Una delegazione del Csoa Mezza Canaja ha occupato la sede della Multiservizi in via dei Gerani.

Una delegazione del Csoa Mezza Canaja ha occupato, giovedì pomeriggio, la sede della Multiservizi in via dei Gerani, l’azienda che gestisce l’allaccio per le utenze dell’acqua e del gas.


“Abbiamo deciso di occupare per un’ora la sede locale della Multiservizi dopo che per ben due volte gli occupanti dei locali di via delle Caserme recandosi a consegnare i moduli per l’allaccio delle utenze hanno ricevuto risposte negative.” - dice Nicola Mancini del Mezza Canaja. “Con l’occupazione abbiamo ottenuto il via libera per le procedure di allaccio, che dovrebbero avvenire lunedì mattina. Venerdì ci sarà il sopralluogo”.


Nella mattinata di sabato 8 agosto gli attivisti del Csoa Mezza Canaja e dell\'Ambasciata dei Diritti avevano occupato due appartamenti in via delle Caserme a Senigallia. I locali, di proprietà dell\'Istituto di Sostentamento del Clero, erano sfitti da una decina di anni e sono stati affidati ad un ragazzo senigalliese e ad una famiglia di immigrati.








Questo è un articolo pubblicato il 21-08-2009 alle 19:09 sul giornale del 21 agosto 2009 - 6562 letture

In questo articolo si parla di cronaca, mezza canaja, francesca morici, senigallia


Commento modificato il 20 agosto 2009

....lo si vuole capire o no che non si può fare quello che si vuole in casa d\'altri?<br />
E\' illegale, e non c\'è bisogno che lo dica io.<br />
Piuttosto se proprio volete occupare qualcosa, perchè non lo fate con gli appartamenti ricavati nell\'ex sede del PCI a questo punto, o in altri ambienti ad uso pubblico ma dismessi?<br />
Almeno così la vostra presunta protesta contro le inadempienze del Comune che voi dite per il problema casa avrebbe quasi un senso.<br />
<br />
Quelle stanze non sono vostre, non sono nemmeno di quelle famiglie bisognose (ma come loro immagino ce ne siano diverse: perchè loro si e le altre no? Solo perchè sono spalleggiati da voi? Bella cosa...).<br />
Ancora non ho letto da nessuna parte il perchè la famiglia si è tirata via dal progetto che la Caritas svolgeva nei suoi confronti, e nemmeno del perchè (e come mai) non si è rivolta ai servizi del Comune, e casomai per quale motivo non si è trovata una soluzione.<br />
Cavolo, nell\'ex Enel ci sono corrente, servizi e spazio: non possono continuare a servirsene fino oltre settembre, quando si dovrà sgombrare l\'immobile?<br />
La società che la possiede ha aspettato così tanto, con l\'assenso del Comune, per ristrutturare tutto: già ha tutte le autorizzazioni ed è pronto a partire con il progetto?<br />
<br />
Non si può pretendere allacci elettrici e idrici, anche se si vuole pagarli, se non si è proprietari o affittuari con normale contratto di locazione: semplicemente non si può impunemente fare quello che si vuole di cose altrui, per quanto i motivi siano nobili.<br />
Si chiama estorsione.<br />
E poi, succedesse qualcosa, di chi è la colpa? Non degli abusivi, ma della proprietà.<br />
E poi quando si dovrà demolire quegli immobili che faranno? Non è che insisteranno per occupare abusivamente l\'immobile impedendo di realizzare 37 (non uno, ma 37) appartamenti costruiti apposta a canone concordato per famiglie svantaggiate.....?<br />
<br />
Diverso è se avete avuto una qualche autorizzazione: in quel caso non vale nemmeno la pena aver fatto l\'occupazione per qualcosa che si poteva legittimamente fare.<br />
Anche perchè non so in base a quale legge la Multiservizi possa allacciare abusivamente (senza la concessione della proprietà) i servizi a quegli immobili, non dopo aver ricevuto una diffida ufficiale.<br />
<br />
Aspetto una comunicazione ufficiale di come si son svolti gli eventi.<br />
E ancora spero che dietro tutto questo non si nasconda, in maniera molto secondaria, anche il tentativo di ottenere una nuova sede per il MC o qualsiasi altro gruppo che persegua la stessa strada.<br />
Non vedo una \"via del dialogo\" nella loro azione.<br />
Chi vuole un dialogo lo fa in altro modo: quello che ho visto è una serie di occupazioni \"furbe\" (perchè non intaccano minimamente i veri \"padroni della città\") che per giunta pretendono di creare giustizia a partire da una ingiustizia.<br />
Se si voleva la \"legge della giungla\" allora si è cominciati bene: ma intendiamoci, non hanno cominciato loro, loro hanno solo raccolto un testimone....<br />
E tutto questo, nel paese dello stato di diritto, è una cosa inaccettabile.<br />
Perchè là dove il diritto cede davanti alle \"violenze\", di qualsiasi forma, si sono sempre ottenute solo ingiustizie maggiori.

Dai Daniele, non ti consumare i polpastrelli...in realtà il MC ha sentito dire che l\'occupazione è importante per l\'economia locale, ma non ha ben capito di cosa si parlava.<br />
<br />
Seriamente, al di là dei retropensieri e delle reali intenzioni degli antagonisti (vabbè) il fatto reale che ci sia chi non trova un tetto a condizioni decorose in una città con migliaia di appartamenti sfitti e altre centinaia in costruzione è una contraddizione sociale che grida vendetta. Da attuare con metodi politici, concertati e legali, naturalmente.

Ma le forze dell\'ordine dove sono? Domani vado ad occupare il comune e mi faccio dentro gli uffici cicina camera salotto e bagno e poi voglio vedere se vengono per mandarmi via. Che vergogna...... per questi \"signori del 1/2 Canaja avrei io la soluzione e vedrete che poi se ne stanno buoni buoni nelle loro casette e farsi coccolare da mamma e papà

Parole da incorniciare.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

io dico che la chiesa come istituzione a scopo di lucro non si può permettere di avere possedimenti e tenerli sfitti, quando tra pubblicità ed 8 x 1000 ci chiedono sempre i soldi per i poveri.<br />
<br />
quindi fatto bene!<br />
<br />
però non si può dire che se un privato ha 2 case di cui una sfitta la deve dare ai poveri.<br />
<br />
Perchè quella casa.. il privato se l\'è sudata andando a lavorare. o sbaglio?<br />
<br />
comunque secondo me in questa città comincia ad esserci un certo conflitto di interessi tra mezza canaja e futuri canditati a sindaco e la cosa non è bella.

Daniele... quelle del Mezza Canaja sono \"azioni dimostrative\". Come occupare un aula all\'Università per protestare contro la mensa che non funziona. Possibile? Sì. Lecito? No. E\' inutile che ti sgoli... :-)

vero, e quando quelli della Multiservizi concedono l\'allaccio a seguito della dimostrazione si comportano come quei dipendenti dell\'uff. postale che pur di non discorre fanno passare i prepotenti che non vogliono stare in fila<br />
<br />
io non so voi, ma sono stanchino di comune (il consiglio) come dice Pizzi e pure di una PA (i dipendenti) tanto vigliacchi, sono vigliacchi i vigili che non fanno le multe ai grossi e ai gradassi, sono vigliacchi gli ispettori del lavoro o della sanità che non fanno ciò che devono fare..

...guattolo, ci sono pure alcuni farmacisti che, senza ricetta, vendono ai drogati un surrogato della droga (un tranquillante) facendo finta di non sapere... E\' una parte del nostro mondo, purtroppo. Neanche a me quella parte di mondo piace. Ma che fare?

Commento modificato il 21 agosto 2009

Infatti Mariangela non mi sgolo.<br />
Per fortuna.<br />
Non ne varrebbe la pena, per quello che servirebbe.<br />
Mi cascano solo le braccia, tutto qui.<br />
<br />
Ma se una persona mi dice su video pubblicato che non si vuol solo fare un\'occupazione simbolica (per es. l\'università) ma proprio prendere possesso, e nessuno fa nulla la cosa cambia.<br />
Se poi si insiste con il proseguire facendo pure le richieste di allaccio in totale spregio di ogni minima legge esistente, allora le cose son due: o in realtà l\'accordo c\'è, e non avrebbe senso aver fatto quel parapiglia alla multiservizi e la Curia dovrebbe comunicarlo, oppure è tutto assolutamente illegittimo e illegale e la cosa non può e non deve andare avanti.<br />
Perchè sennò la gente comincerà davvero a chiedersi \"perchè loro si e io no?\".

Daniele, in linea di principio infrangere la legge può essere moralmente ed eticamente giustificabile. Per esempio dopo le leggi razziali fasciste molti italiani -rischiando la galera- proteggevano altri italiani ebrei dalle conseguenze di norme manifestamente sbagliate, in quel caso criminali.<br />
Ma si tratta ovviamente di eccezioni. La domanda è: il fatto che -in questo caso- il MC infranga delle leggi -peraltro senza causare danni irreparabili a nessuno, va detto- per far emergere con forza una situazione che crea disagi concreti a persone meritevoli di tutela e che altrimenti non avrebbero voce, è condivisibile? <br />
Se pensiamo che c\'erano altre strade, più brevi e costruttive, la risposta è no. Se pensiamo che l\'urgenza era tale che non si poteva fare altrimenti, la risposta è sì.<br />
Ma anche su queste domande non si troverebbe unità, quindi compito della politica ora è quello di dare e chiedere. Chiedere l\'immediato ritorno alla legalità e dare immediate risposte alle urgenze sociali sollevate. <br />
Non so poi se il MC fa tutto questo casino per trovarsi una nuova sede, ma se così fosse sarebbero peggio di quelli che loro criticano.

Commento modificato il 21 agosto 2009

Renato, in linea di principio hai ragione, ma pure Ghandi fece in altra maniera, e vinse.<br />
Se si vuol protestare per leggi ingiuste (leggi razziali, o altre) disobbedendole senza procurare \"danni\" ad altri che non c\'entrano, allora passi.<br />
Se come pare c\'era fretta, potevano ospitarli alla sede (molto ampia) del MC, e non è detto che già non fosse stato così: non lo so.<br />
E davvero vorrei sapere perchè non hanno seguito (la famiglia, intendo) il progetto della CAritas che pure si era attivata per loro.<br />
Sul ragazzo senza casa, la cosa peggiore era stare in affitto a suo tempo in un garage: in un paese civile certe cose non si possono accettare, e non so perchè si è arrivati a farlo.<br />
<br />
L\'occupazione in se per questo non mi inquieta: è che qui non si fa una disobbedienza, qui si fa un\'estorsione pura e semplice: si prende qualcosa con la forza e si chiede pure di discutere per il successivo uso dello stesso bene e di altri.<br />
Finchè l\'occupazione fosse stata puramente simbolica, sarei stato \"vagamente\" d\'accordo perchè alla fine il problema casa c\'è ed è indiscutibile.<br />
Ma tutto il resto, cioè la presa possesso, la volontà di avere gli allacci pur senza l\'accordo della proprietà mi fa venire in mente che una persona non può essere \"cornuta e mazziata\".<br />
<br />
E, sopratutto, là dove si è voluta fare un\'occupazione seria non si è minimamente toccati gli appartamenti produttori di rendita e nemmeno quelli della pubblica amministrazione che, torno a ripetere, in fin dei conti era il vero \"soggetto\" cui si stava riferendo la protesta.<br />
Anche per questo mi è venuto più di un sospetto, sapendo che il MC non potrà stare a lungo all\'ex ENEL, e nessuno ancora ha potuto smentirmi questa sensazione: che in fondo in fondo si volesse unire l\'utile al dilettevole, le case a chi serve e perchè no una nuova sede per il MC (o per alcuni suoi \"uffici\") ma senza dare fastidio a coloro che potrebbero darglieli.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Sole sindaco subito...purtroppo non conosce bene la legge però. Io sono d\'accordissimo con lui, ma la legge prevede, comunque sia, l\'allaccio. Se non erro, ovviamente.

Bravo Guattolo, hai perfettamente ragione!

Commento sconsigliato, leggilo comunque

all\'ex enel se ci mettono la famiglia in questione perdono un alloggio per vacanze da affittare e dunque soldi.....

Gentile sig. Pizzi,<br />
<br />
io credo che tanto più la legge è democratica e, direi persino, umana, tanto meno sia necessario arrivare alla sua violazione. Fortunatamente da un pezzo non ci sono leggi razziali da dover rispettare.<br />
Oggi, diversamente dal ventennio fascista, chiunque può dire la sua e cercare di guadagnarsi - senza usare la violenza - il consenso necessario alla modifica delle leggi.<br />
Al Mezza Canaja pare che questo non interessi.<br />
<br />
Lei dice anche che il Mezza Canaja fa le sue \"disobbedienze\" \"senza causare danni irreparabili a nessuno\".<br />
Lei è sicuro, sig. Pizzi, che la reiterata violazione di molte e diverse regole, il perdurante imbrattamento di tanti muri, lo schiaffo ripetuto a chi invece che occupare si mette in fila, e invece che fare l\'abusivo, chiede ogni permesso e paga ogni tariffa, insomma è sicuro che tutto questo non abbia già fatto danni al senso di legalità di una comunità? A lei questo non basta?<br />
<br />
Cordialmente,<br />
Marco Scaloni

Violare una legge non è condivisibile, punto!<br />
Ognuno ha un suo concetto di ciò che giusto e ciò che è sbagliato, quindi dobbiamo inevitabilmente attenerci a ciò che è legge, pena l\'anarchia.<br />
Pensieri come il suo giustificano le tante, troppe eccezioni che oggi abbiamo in Italia; più rigore nell\'applicazione delle leggi è necessario.<br />
Quello che è ancora meno condivisibile è l\'inerzia con cui i soggetti preposti, tollerano tutto ciò.<br />
Tra l\'altro queste \"occupazioni\" non portano a nulla.

Intanto, i ragazzi del mezza canaja, a modo loro, sollevano problemi che riguardano tutti, problemi veri nella cui maggior parte di noi si ritrovano.<br />
Tutto quello che fanno, a me sembra che lo fanno senza un fine personale, ma solo per smuovere le coscienze delle nostre poveri menti bigotte, che ancora si appellano all\'ordine e alla legge (Celticus docet).<br />
Voialtri, anzi noialtri, invece che pensare ai veri problemi che affliggono la società (noi siamo società), ci preoccupiamo di zittire chi, a modo suo, prova a sollevare questioni che troppo spesso vengono insabbiate da governi e amministrazioni. <br />
I problemi che riguardano tutti, dovrebbero unirci, non dividerci, così facciamo il gioco di chi vuole un popolo debole e sottomesso, un popolo che assomiglia sempre di più ad un gregge di pecore...

Gentilissimo Signor Mario Popinga Scaloni,<br />
<br />
se lei ha in qualche modo ricavato la percezione che i miei commenti siano andati nel senso di giustificare il MC, devo scusarmi con lei per non aver saputo rendere il senso del mio pensiero. Se viceversa, come mi sentirei di affermare, lei non ha afferrato compiutamente il concetto, risparmio le scuse per altre occasioni che certamente non mancheranno.<br />
<br />
Però ribadisco: posto che sono stati dei birichini e che così non ci si comporta, a Senigallia esiste o non esiste un problema casa? A Senigallia esiste un Ente che si occupi di gestire questo problema? E questo Ente come ha pianificato e organizzato preventivamente i suoi strumenti per affrontare le varie situazioni di emergenza (ma anche quelle di serio disagio)? Quanti locali ad uso abitativo le risulta che siano al momento nelle disponibilità del Comune per affrontare emergenze sociali del genere? O le risulta che la Caritas sia un ufficio distaccato dell\'Assessorato ai Servizi Sociali (leggi: scaricabarile)?<br />
<br />
Ai giovanotti del MC ho dato dei nazisti quando un paio di anni fa sono entrati al Maestrale marchiando i prodotti che a loro parere provenivano da Israele. Dunque non mi faccia, con il dovuto rispetto, pistolotti retorici. Mi dica solo: il problema esiste? Allora il MC ha sbagliato nel metodo ma non nel merito. Se non esiste un problema invece siamo tutti più felici. Solo il MC in castigo nell\'angolo, non le istituzioni. Siamo d\'accordo così?<br />
<br />
Con i migliori saluti.<br />
Renato Pizzi

Si, hai ragione: contrariamente a quanto mi ricordavo e immaginassi non c\'è bisogno di dimostrare la proprietà o la locazione.<br />
Grazie, Mariorossi.

Sig. Pizzi,<br />
<br />
Mario è mio zio. Popinga è un sito. Lei mi risparmi lo storpiamento dei nomi. In quanto a pistolotti, credo siamo ora pari.<br />
<br />
Venendo al dunque, penso - come lei - che esista un problema casa a Senigallia, lo vedo da quanti miei amici comprano casa fuori città, perché dentro non riescono. Credo che in parte ciò sia fisiologico per una città con un forte turismo stagionale, ma mi mancano raffronti con altre realtà simili (lei ne ha?). Credo anche che la casa non debba essere un bene di investimento, serve per abitare. Anche se questo è un problema più grande di Senigallia, credo che l\'Amministrazione locale può fare molto. Ma questo lo dicono tutti.<br />
<br />
Lei afferma, giustamente, che \"il MC ha sbagliato nel metodo ma non nel merito\". Anche questo lo dicono tutti.<br />
Come ho già avuto modo di scrivere su Popinga, credo che sia assolutamente sbagliato valutare separatamente il metodo e il merito di una azione politica.<br />
<br />
Ripeto il paragone che ho avuto modo di fare qualche giorno fa, paragone forse esagerato ma pertinente nella sostanza: trent’anni fa molti italiani sostenevano (nel merito) gli ideali comunisti, antagonisti, di opposizione al regime democristiano sostenuti delle Brigate Rosse, ma quanti approvavano i loro metodi?<br />
Inoltre, crede che la condotta delle BR, fortemente illegale (e anche disumana), abbia facilitato la realizzazione dei loro ideali, oppure abbia definitivamente concorso al fallimento della loro azione, e alla condanna della storia?<br />
<br />
Io dico che esistono moltissimi altri modi - tutti legali e democratici - per dare la giusta priorità al problema casa nell\'agenda politica locale. E\' ora di ricorrervi. Lo potrebbe fare il Mezza Canaja, forse, ma visti i precedenti lo dubito.<br />
<br />
Saluti<br />
Marco Scaloni

Eccellentissima MAP, lei è una nobile accademica, forse della Crusca e chissà quante altre cose e medaglie avrà vinto, io sono solo un puzzoso pescetto del porto, che vole che ne sappia di tutte queste faccende??<br />
<br />
A me basterebbe che porno-Chigi venisse esiliato sull\'Isola d\'Elba, ma pare impossibile.<br />
<br />
So solo che c\'è tutta la gente sempre più ansiogena e non sa di che cosa, basta vedere nel divertimento e nelle ferie che fanno, a volte prossimi alla follia collettiva, qualche cosa non quadra da diversi anni. Bisognerebbe spegnere la tv.<br />
<br />
Ci vorrebbe una sana dose di \"senso del dovere\" quello per cui Falcone e Borsellino sono morti, che alla domanda \"chi glielo fa fare?\" rispondevano \"il senso del dovere\". Quello per cui Moro diceva \"Questo Paese - ammoniva- non si salverà, la stagione dei diritti e della libertà si rivelerà effimera se non nascerà in noi un nuovo senso del dovere\"<br />
<br />
Ma appunto è tutta gente ch\'è morta, i giovani di oggi sono cresciuti con l\'idea che le cose pubbliche sono marcie e se ne stanno lantani, gli altri non vanno a votare per fare i superiori (sai che dispetto gli fanno alla cd. Casta?), ecc<br />
<br />
Nel locale c\'è bisogno di gente nuova, anche coraggiosi personalmente, e qui ci son tante persone che parlano bene, speriamo escano di casa, senno prima o poi le \"forze del male\" ci vanno da sole nelle loro case.<br />
<br />
Bah, me torno nella mia sabbia a cercà qualche scorfana..

vede gent.maa MAP tutti gli equilibrismi di questo Pizzi?? ai giovani non gli ci fa capire più niente dove sta il verso giusto; per tirare fori prepotentemente il problema della casa ci sono strumenti che la nostra democrazia chiama diretti, e ci son più o meno a livello comunale, si possono organizzare svariatissime cose civili e costruttive, ma tanto lo sapete molto meglio di me, <b> che riempiano di tende piazza Roma!!</b> che glielo devo dire io come fare?<br />
<br />
che bisogno c\'è di tutti questi equlibrismi? vabbè lo so anche io leggendo gli altri articoli di VS se non c\'è omonimia<br />
<br />
ma quei dipendenti vanno incontro a brutte noie tecnico legali se le cose stanno come sembra, abusi vari entro la PA, lo sanno?<br />
<br />
e poi alla fine, chi la paga l\'acqua e la luce e l\'istallazione in via delle caserme??

c\'è modo e modo, ed il modo è sostanziale, dato che le vie dell\'inferno civile sono lastricate di buone intenzioni com\'è noto

Sono proprio contento di non essere proprietario di un cazzo (metaforicamente parlando).<br />
<br />
Così nessuno può occuparmelo.<br />


Egregio Marco \"Mescalino\" Scaloni,<br />
<br />
mi è scappata una i al posto della c. Sono mortificato. Che Popinga fosse un sito lo sapevo, lo sa? Ma mi piaceva metterlo lì. Detto questo le concedo ancora una chance sui pistolotti, intanto perchè fare paragoni con le BR mi pare un po\' raschiare il fondo, un po\' perchè -e mi fa piacere-alla fine conferma i miei sospetti (a Senigallia chi di dovere forse forse non fa il suo dovere nel merito del nostro discorso) e conferma che esiste un disagio, anche se apparentemente lo affronta con cristiana rassegnazione (che ci vuoi fare, siamo gente di mare) e mi conclude addirittura auspicando che davvero il MC si faccia carico del tutto. Mi scusi, dopo la Caritas il MC? Chi sta in piazza Roma no? Con immutata stima.<br />
<br />
Renato Pizzi




logoEV