statistiche accessi

Occupazioni, Mezza Canaja: chi invoca ordine e leggi non ha argomenti

nicola mancini 1' di lettura Senigallia 20/08/2009 - Ottocento campeggiatori hanno partecipato alla quarta edizione al Plage Sauvage.

Ottocento campeggiatori hanno partecipato alla quarta edizione del Plage Sauvage, il festival organizzato dal Csoa Mezza Canaja dal 10 al 16 agosto sul lungomare da Vinci. “L\'iniziativa è cresciuta, offre a molte persone che non potrebbero permetterselo un\'occasione per fare una vacanza” - dice Nicola Mancini del Mezza Canaja - “quest\'anno abbiamo avuto il doppio dei partecipanti, provenienti da ogni parte d\'Italia, rispetto allo scorso anno”.



A settembre il Csoa Mezza Canaja dovrà abbandonare la struttura delle ex colonie Enel. “Non vogliamo che il Comune e i cittadini paghino la penale. Per questo abbiamo scelto un\'uscita indolore.” - prosegue Mancini. “In cinque anni di attività il Mezza Canaja ha prodotto risultati concreti coinvolgendo il mondo della scuola, incontrando gli immigrati ed i comitati. Siamo l\'unica realtà politica inserita nel sociale. Il nostro lavoro ha prodotto iniziative e discussioni politiche”.



Riguardo l\'occupazione degli appartamenti in via delle Caserme e in via Mamiani Mancini aggiunge che “è nostra intenzione dialogare con chi entra nel merito delle questioni, non con chi invoca ordine e leggi perchè privo di argomenti”. “Chiediamo alla Curia e all\'Amministrazione un confronto ad armi pari per regolarizzare le occupazioni. Ci viene impedito l\'allaccio all\'acquedotto, per questo la famiglia che si è trasferita in uno degli appartamenti in via delle Caserme, di proprietà della Curia e non affittato da oltre dieci anni, vive senza acqua”. “A settembre riprenderanno le occupazioni, abbiamo altri tre nuclei familiari che necessitano di un\'abitazione”.






Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2009 alle 18:33 sul giornale del 20 agosto 2009 - 3926 letture

In questo articolo si parla di attualità, francesca morici, nicola mancini