statistiche accessi

Belvedere Ostrense: primo Consiglio Comunale, è subito polemica

consiglio comunale 5' di lettura 14/08/2009 - Si è svolta sabato 8 agosto la seconda seduta del nuovo Consiglio comunale di Belvedere Ostrense.

Oltre al primo punto di routine che è stata l’approvazione dei verbali della seduta precedente sono stati trattati una serie di argomenti primo dei quali la ratifica della variazione di bilancio adottata per la copertura dei costi da sostenere per i lavori di sistemazione della scuola elementare e della scuola media. Tali lavori si sono resi necessari per permettere il trasferimento degli alunni della scuola materna che resterà chiusa per tutto il prossimo anno scolastico a seguito dell’ampliamento ed adeguamento sismico della stessa; progetto realizzato dalla precedente amministrazione e finanziato per 250.000,00 euro dalla Regione Marche. Relativamente a questo punto, il gruppo di minoranza, pur non entrando in merito alla scelta adottata per il trasferimento temporaneo degli alunni, ha lamentato il fatto di non essere stati coinvolti nell’analisi delle possibili soluzioni da adottare ma solo messi al corrente a decisioni prese dalla attuale amministrazione comunale.



A seguito di tale osservazione la risposta non troppo elegante del Sindaco “Chi è causa del suo mal pianga se stesso” è stata giustificata dal fatto che a suo dire la precedente amministrazione non aveva coinvolto nella stesura del progetto l’allora minoranza, oggi per intero facente parte della attuale maggioranza. Non ci sembra una risposta costruttiva per guardare ad un futuro di collaborazione e per voltare pagina ad un passato conflittuale non in termini politici ma tra “Famiglie”, un atteggiamento non utile ad un paese che a loro parere ha bisogno di “Rinascere”………. Rientrando sull’aspetto tecnico la minoranza ha chiesto una certa oculatezza sulla congruità costi/lavori pari a 25.500,00 euro che sembrerebbero un po’ eccessivi, trattandosi di lavori per una sistemazione temporanea delle aule. Successivamente si è passati all’approvazione del regolamento di indirizzo per la nomina dei rappresentanti del Comune presso Enti, aziende ed Istituzioni. I consiglieri di minoranza hanno chiesto l’inserimento di altri due articoli, uno relativo ai requisiti professionali possibilmente da possedere da chi sarà nominato a tali deleghe ed è stato accolto.



Mentre un ulteriore articolo dove ai suddetti rappresentanti presso enti o aziende si richiedeva l’obbligatorietà di relazionare sul lavoro svolto una o due volte l’anno in consiglio comunale, veniva bocciato dalla maggioranza con la motivazione di non voler caricare di ulteriore lavoro il Sindaco e la giunta. Tale passaggio in consiglio sarebbe stato importante e doveroso perché spesso non tutti i consiglieri sia di maggioranza che di minoranza vengono messi al corrente dell’adozione di atti e di attività svolte in seno agli altri enti che ruotano attorno al comune. La seduta è continuata con la designazione dei rappresentanti di Belvedere Ostrense nel Consiglio dell’Unione dei Comuni.



In merito a questo punto la minoranza ha rimarcato il grave ritardo con cui si è giunti a questa nomina che secondo la normativa deve essere eseguita entro 45 giorni dalla elezione del Sindaco, termine abbondantemente superato e che ancora accumulerà ulteriore ritardo in quanto rientrante nel mese di agosto, mese pressoché non operativo. Una mancanza ritenuta dalla minoranza consiliare piuttosto grave perché innanzitutto tiene e terrà inattiva l’attività amministrativa dell’Unione dei Comuni per almeno 3 mesi, poi anche perché se la maggioranza in via informale ha modo comunque di mettere il “naso” all’Unione dei Comuni, alla minoranza questo ancora non è permesso e non si sa per quanto tempo; questo non sembra un atteggiamento molto democratico. Quello che appare più preoccupante è che chi ha ruoli o svolge attività pubbliche dovrebbe rispettare le regole sempre! Ciò in questo caso non è avvenuto.



La speranza è che questo rimanga un caso isolato probabilmente frutto di “noviziato” o inesperienza. Per quanto riguarda le nomine nel consiglio dell’Unione dei Comuni, la minoranza ha delegato come rappresentante Claudio Raffaeli. Contestualmente Pamela Ceccacci ha poi auspicato la nomina da parte della maggioranza di alcune figure femminili visto che i ruoli di spicco nel Consiglio Comunale di Belvedere sono occupati dai signori uomini. Altra nota da parte della minoranza è stata fatta in merito all’art.27 dello statuto dell’Unione dei Comuni che prevede la possibilità del Sindaco di delegare al suo posto, in via permanente un consigliere comunale. Tale consigliere ricoprirà quindi anche il ruolo di Presidente dell’Unione cosa che per ragioni di prestigio a parere della minoranza dovrebbe essere ricoperto da uno dei tre Sindaci. Il quinto punto che era all’ordine del giorno riguardava la convezione per il nuovo Segretario comunale; punto rinviato. Non si sa bene in quale disguido sia incappata la nuova Amministrazione, di certo è che l’inopportuna decisione di licenziare su due piedi il Segretario comunale in carica ha creato una certa inattività del comune.



La minoranza ritiene sia stata una decisione quantomeno affrettata ma anche ingiustificata data la alta preparazione, esperienza tecnica e professionalità del Segretario comunale uscente ormai a Belvedere da diversi anni e vista anche la poca disponibilità di Segretari Comunali nell’Agenzia autonoma della Sezione Regionale delle Marche. Fatto sta che oggi il Comune di Belvedere Ostrense è senza Segretario comunale e le nomine per le nuove convenzioni nell’ambito della Provincia sono state in maggior parte già fatte. La seduta consiliare si è poi chiusa con la nomina della commissione comunale per la formazione degli elenchi dei Giudici popolari dove la minoranza ha delegato Serena Chiucchiù.


da Sauro Petrini
Capogruppo Belvedere Solidarietà e Democrazia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-08-2009 alle 17:40 sul giornale del 14 agosto 2009 - 1107 letture

In questo articolo si parla di attualità, belvedere ostrense, consilgio comunale, gruppo di minoranza consiliare Belvedere Ostrense





logoEV
logoEV
logoEV