statistiche accessi

Sartini: l\'UDC senigalliese condanna il sistema delle occupazioni

Udc 2' di lettura Senigallia 11/08/2009 - \"Nel valutare politicamente l\'iniziativa di occupare alcuni appartamenti sfitti da parte dei no global senigalliesi, come dovrebbero fare tutte le forze politiche che si candidano alla guida della città, l\'UDC di Senigallia si pone di fronte ad una doppia considerazione\".

La prima è quella che porta ad affrontare la questione posta dai no global, cioè quella del problema casa a Senigallia; la seconda è quella di una valutazione sul metodo proposto per risolverlo, cioè quello di dare il via ad un piano sistematico di occupazioni, di cui si è avuto l\'avviso simbolico con quella compiuta, in questi giorni, ai danni della Curia.



Sulla prima questione l\'UDC sostiene, sinteticamente, che per avviare a soluzione il problema della casa a Senigallia non è necessario \"criminalizzare l\'urbanistica\" ma che sia sufficiente \"modificare l\' urbanistica\" rompendo quello scellerato patto sociale che ha visto per decenni una alleanza impropria tra piccoli operatori e cittadini bisognosi di interventi minimi, da una parte, e grossi operatori delle aree e dell\' edilizia dall\'altra. Bisognerà dire chiaramente che ci si colloca dalla parte dei cittadini, dei giovani e di tutti quelli che vivono sulla propria pelle il bisogno della casa entro cui sta anche il riconoscimento della correttezza politica , per il bene delle famiglie, delle modeste capitalizzazioni marginali (piccoli lotti di completamento), senza che questo significhi per forza, come avvenuto fin\'ora, dover pagare un prezzo troppo alto agli interessi delle grosse imprese e dei grossi speculatori.



L\'impegno dovrà essere quello di adeguare gli strumenti urbanistici e regolamentari alle suddette priorità. Ad un problema giusto non si può rispondere, però, con un metodo assolutamente non condivisibile. L\'UDC, quale forza nazionale e con aspirazioni di governo, condanna ogni forma di scorciatoia che si ponga al di fuori delle Istituzioni e intende privilegiare il lavoro costante, coerente, faticoso all\'interno delle regole democratiche. Non cè dubbio che ogni, seppur piccolo, passo avanti che si ottenga contribuendo a modificare la realtà economica e sociale delle nostre città vale molto di più, sui tempi lunghi, di altre azioni roboanti che, al contrario, finiscono col far fare passi indietro al lento, ma inesorabile cambiamento del costume civico di una comunità.



E\' per questo che l\'UDC senigalliese condanna il sistema delle occupazioni senza se e senza ma, a prescindere dai soggetti nei confronti dei quali vengano compiute.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2009 alle 15:39 sul giornale del 11 agosto 2009 - 1681 letture

In questo articolo si parla di udc, politica, osvaldo sartini





logoEV
logoEV
logoEV