statistiche accessi

Confartigianto: innovare le relazioni e le comunicazioni per innovare il turismo

giacomo cicconi massi 3' di lettura Senigallia 11/08/2009 - Sono molteplici le proposte che la nostra Provincia sta offrendo per il turismo estivo 2009. A dirlo è un’indagine di Confartigianato Turismo che ha preso in rassegna le diverse soluzioni pensate dagli operatori per le differenti tipologie di consumatore, il tutto in considerazione della fascia di età e del reddito disponibile.

“La crisi – ci racconta il responsabile provinciale di Confartigianato Turismo Giacomo Cicconi Massi - non è riuscita ad incrinare il settore turistico marchigiano, in quanto questo ha saputo reagire proponendo soluzioni alternative, come le offerte week-end o last minute. Il problema che resta da risolvere è come riuscire a raggiungere tutti i possibili consumatori per tenerli sempre aggiornati e informarli sulle varie iniziative e proposte. Un aspetto fondamentale su cui bisognerebbe innovare è senz’altro il canale della comunicazione, così da differenziarlo a seconda del target che si vuole raggiungere. Un’idea potrebbe essere quella di informare i giovani sulle iniziative dei vari Comuni attraverso il diffusissimo social network Facebook, capace di aggregare migliaia di persone, oppure tramite le mailing list, sempre più utilizzate per il raggiungimento dei vari utenti. Per chi non utilizza il computer invece, i programmi e gli inviti alle attività potrebbero essere spediti anche attraverso la tradizionale posta”.



Facebook, Twitter e Blog rappresentano ambienti in cui le Istituzioni ma anche le aziende, stanno imparando ad aprire nuovi canali di comunicazione e di relazione. Per quanto riguarda il nostro Comune, Senigallia offre musica, ballo ed iniziative di grande spessore socio culturale come ad esempio il Summer Jamboree, che la rivista di moda Glamur definisce come “uno dei festival più insoliti e cool dell\'estate italiana”. Vi sono anche altre proposte che hanno ottenuto un ottimo risultato come ad esempio le offerte presentate da molti Hotel della città, che contrastano la crisi economica con sconti e pacchetti all inclusive; ad esempio con l’aggiunta di € 9 giornalieri c’è la possibilità di avere, tramite il proprio albergo, ombrellone e lettino in spiaggia; oppure se si è stati in villeggiatura durante l’estate e si vuole ritornare a settembre, presso lo stesso albergo il prezzo è di € 40 giornalieri per la pensione completa, bevande incluse. Non mancano pacchetti originali e molto allettanti, come ad esempio tre giorni di relax e trattamenti benessere, accompagnati dai sapori della terra marchigiana.



“Da non dimenticare anche i Buoni Vacanze finanziati dal Ministero del Turismo: sono dei contributi - conclude Cicconi Massi - rilasciati in base alla fascia di reddito e del nucleo familiare utilizzabili nelle strutture vacanziere convenzionate. La convenzione di tali Buoni è stata firmata il 3 luglio fra la Associazione “Buoni Vacanza Italia” e il Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo. Questi buoni attivati grazie ad un contributo di 5 milioni di euro, dovranno servire alla creazione di un sistema che favorisca l\'accesso al turismo anche alle famiglie meno abbienti oltre che a rilanciare, anche in tempo di crisi, la nostra risorsa più importante: l’arte, la cultura e l’artigianato”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2009 alle 19:04 sul giornale del 11 agosto 2009 - 952 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, confartigianato, commercio, giacomo cicconi massi, impresa





logoEV
logoEV
logoEV