statistiche accessi

Problema casa: Idv, non nasce adesso

idv senigallia logo 2' di lettura Senigallia 10/08/2009 - Il problema casa emerge in questi giorni in primo piano a Senigallia per l\'occupazione abusiva di due appartamenti l\'8 agosto scorso ad opera di attivisti del centro sociale Mezza Canaja .

Senza entrare troppo sul merito dell\'atto: illegale e propagandistica boutade, con nessun effetto positivo e che va contenuta con forza per evitare una pericolosa deriva anarcoide che danneggerebbe gli interessi di tutti i cittadini onesti e rispettosi delle basilari regole civili di convivenza.

La questione abitativa però resta e non è scoppiata la settimana scorsa, tant\'è che noi dell\'IdV la consideriamo e seguiamo con attenzione già dall\'anno scorso. (si veda art. www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=181732 )

L\'aumento avvenuto in questa prima metà del 2009 di richieste di aiuto di sostegno per l\'affitto da parte di sempre più famiglie al comune è un chiaro segnale di un aggravarsi del problema che non può e non deve essere sottovalutato; né da sottovalutare è il grande numero di giovani che non possono permettersi una abitazione indipendente e tutte le ripercussioni sia sociali che psicologiche che ciò ha sulla nuova generazione che cresce.

Noi giovani dell\'Italia dei Valori, vivendo in prima persona il problema, riconosciamo l\'assoluta e prioritaria importanza al problema abitativo per i residenti di Senigallia e ci faremo portavoce con forza perché il problema sia affrontato nei limiti di legge ma con l\'importanza che ha il rispetto di ogni diritto fondamentale dei cittadini e di cui, la casa, è uno dei più importanti.

Questo già in questa amministrazione ma con tutta la forza che ci sarà concessa dai cittadini nella prossima di modo da poter portare una nuova volontà politica a Senigallia anche sull\'importantissimo \"problema case\". La casa è un diritto ed è dovere della pubblica amministrazione assicurarla a tutti i cittadini, questa è la base del nostro programma sociale a Senigallia e, in accordo con esso, ci muoveremo sempre e con forza.

Ma non lo attueremo con atti vandalici illegali e scomposti che possono solo finire in una guerra tra poveri in cui nessuno ci guadagna (le case occupate non andranno a beneficio di persone che ne hanno bisogno per ovvi motivi) e che creano solo ulteriori problemi sul tavolo delle proposte concrete; bensì vogliamo che legalmente il comune riconosca e dia sempre più appartamenti a prezzi agevolati a chi ne ha bisogno.

Tra due diritti fondamentali: pace sociale e diritto alla casa, non vogliamo dover scegliere ma vogliamo poterli avere entrambi, come attivisti e come cittadini, crediamo questo buon senso sia condiviso dalla maggioranza dei senigalliesi perché è quel buon senso moderato ma attivo che permette di migliorare gradualmente e stabilmente tutte le problematiche possibili.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2009 alle 17:19 sul giornale del 10 agosto 2009 - 2477 letture

In questo articolo si parla di politica, casa, senigallia, idv senigallia, case occupate





logoEV
logoEV
logoEV