Marcantoni, Corinaldesi e Paradisi: la Rotonda a pezzi e loro festeggiano

rotonda 1' di lettura Senigallia 10/08/2009 - L\'episodio del crollo di una parte importante di intonaco all\'ingresso della Rotonda a mare pone ancora una volta diversi interrogativi sulla conduzione dei lavori pubblici a Senigallia.

Ciò che colpisce prima di ogni altra cosa è il fatto che la Rotonda a mare, costruita negli anni trenta del secolo scorso, si era perfettamente conservata per oltre mezzo secolo nonostante la scarsa manutenzione riservata al monumento.


Ebbene, la completa ristrutturazione della Rotonda, condotta dall\'assessorato ai lavori pubblici (e dai suoi dirigenti super premiati), è durata lo spazio di quattro estati. Quattro anni di feste (di qualità peraltro discutibile) e notti bianche. Quattro anni di auto-celebrazioni, balletti e cotillons assessorili. E mentre sindaco e assessori brindavano e promettevano gadget, la Rotonda cominciava già a cedere. Fino all\'episodio di sabato che ci mette alla berlina con cittadini, turisti, visitatori.


Il crollo di sabato, che solo per miracolo non ha avuto conseguenze drammatiche, è il segno visivo dell\'incapacità, dell\'approssimazione, della legegrezza con la quale in questa città ci si occupa di lavori pubblici. Non si tratta solo di un crollo architettonico, si tratta di un crollo di credibilità. L\'assessore Mangialardi e l\'ing. Roccato dovranno spiegare in consiglio comunale cosa è successo e perchè è successo. E dovranno rendere conto alla città della pessima qualità dei lavori condotti alla Rotonda.


Noi non dimentichiamo che il sindaco ama parlare (a sproposito) della Rotonda come \"luogo di eccellenza\". Bene: cominci a riservare l\'eccellenza per i materiali usati e per la scelta della tipologia dei lavori e delle ditte. Delle operazioni di immagine che nascondono l\'imbarazzante realtà ne abbiamo piene le tasche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2009 alle 16:54 sul giornale del 10 agosto 2009 - 5098 letture

In questo articolo si parla di rotonda, politica, senigallia, coordinamento civico, rotonda a mare, paradisi, corinaldesi, marcantoni