statistiche accessi

Alzheimer, concluso il progetto finanziato dalla Cassa Risparmio di Jesi per il Centro Diurno

Centro Diurno per pazienti Dementi – Alzheimer “ Il Granaio” 2' di lettura Senigallia 08/08/2009 - Si è concluso un importante progetto finanziato dalla Fondazione Cassa Risparmio di Jesi in favore del Centro Diurno per pazienti Dementi – Alzheimer “ Il Granaio”, che è stato attivato dall’aprile 2003 a Senigallia, presso il Complesso della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti “Stabilimento Pio”.

Attraverso questa iniziativa le persone frequentanti “Il Granaio” hanno avuto l’opportunità di sperimentare un percorso strutturato di stimolazioni alla memoria attraverso l’utilizzo di tecniche legate alle immagini e al suono. Come è noto, infatti, la malattia di Alzheimer colpisce drammaticamente le persone, distruggendo i loro ricordi e la percezione della realtà che deriva dal succedersi delle esperienze, e dunque impedendo la capacità di riconoscimento di sé e degli altri. In questa condizione diventa allora importante recuperare tutto il vissuto possibile, nel tentativo di far riemergere, grazie all’associazione di idee stimolate dalle immagini e/o dalle tracce musicali quanto appartiene a un vissuto piacevole. Il ricordo può così divenire una fonte di benessere.



Il progetto in questione si è allora basato sulla proposizione sistematica di materiale audiovisivo, fotografico e comunque legato alle immagini e ai suoni, mediante l’ausilio di attrezzature idonee e di facile utilizzo da parte del personale operante all’interno del Centro Diurno. È stata per questo allestita una saletta dove effettuare la visione in piccolo gruppo di immagini, filmati e registrazioni di eventi accaduti in famiglia e al Centro. Attraverso l’ausilio di poltrone adeguate, una TV con schermo ad alta definizione e un sistema di riproduzione del suono, nonché l’acquisto di un’attrezzatura adeguata (telecamera e macchina fotografica digitale) per effettuare le riprese, sono state colte quotidianamente alcune scene di esperienze vissute dai frequentanti del “Granaio”.



Su questo si è poi lavorato, anche individualmente, per cercare di ricostruire l’emozione, o il tratto della memoria lasciato. Oltre a tenere in esercizio la memoria, si è così creato un confortevole spazio attrezzato in cui amplificare gli effetti piacevoli legati alla possibilità di conversare, riconoscersi, rivedersi in momenti sereni trascorsi assieme. Ricordiamo che titolari del servizio offerto presso il “Granaio” sono il Comune di Senigallia, la Zona Territoriale n° 4 dell’ASUR e la Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti “Stabilimento Pio”.



A quest’ultima è affidata anche la gestione diretta della struttura, che rappresenta nel nostro territorio una risposta significativa alla emergente problematica delle demenze degenerative. Il Centro in questione va così ad integrare la rete dei servizi esistenti a favore degli anziani, erogando interventi socio-sanitari rivolti alla persona e svolgendo così una funzione di sollievo e sostegno nei confronti dei familiari su cui grava il carico del lavoro assistenziale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2009 alle 17:02 sul giornale del 08 agosto 2009 - 2276 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia





logoEV
logoEV
logoEV