Fano: cosa vuole nascondere il Consiglio Comunale?

1' di lettura Senigallia 07/08/2009 - Mentre la maggior parte dei comuni delle Marche danno il via libera alle riprese del Consiglio Comunale a giornalisti e privati cittadini e molti si organizzano per trasmetterlo via web, il Comune di Fano sembra voler fare di tutto per impedire l\'accesso alle telecamere in Consiglio.

Ho mandato, in qualità di direttore responsabile di questo giornale, la mia richiesta al Presidente del Consiglio per tempo il 6 luglio. La risposta è giunta, via email e non protocollata, nella mattinata del 4 Agosto alle ore 11. Il consiglio si teneva il giorno stesso alle ore 17:00.

La risposta era affermativa, ma conteneva una grossa limitazione: le riprese dovevano essere effettuate integralmente e trasmesse integralmente.
Questo non è un problema per un sito web, ma in questo modo la redazione viene privata del diritto fondamentale di cronaca, di sintesi e di elaborazione di un articolo giornalistico. Un diritto e un dovere nei confronti anche dei lettori che meritano una sintesi (chi può ascoltarsi tre, quattro, sei ore di consiglio comunale???).

In ogni caso sono riuscito ad inviare in Consiglio un collaboratore volontario, con una lettera di delega in cui mi assumevo ogni responsabilità sulla pubblicazione di quanto ripreso.

Ci è stato impedito di effettuare le riprese, e quindi di informarvi, in quanto la persona inviata non è iscritta all\'Ordine dei Giornalisti.

Ritengo questa decisione assurda. Il lavoro di cameraman non è prettamente giornalistico, specie se le riprese sono effettuate integralmente. Il regolamento del consiglio risulta alquanto singolare e soprattutto incomprensibile.

A questo punto la domanda: \"Cosa ha da nascondere il Consiglio Comunale?\" è quanto meno legittima.


...

...

...

...

...

...

...

...

...

...






Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2009 alle 11:22 sul giornale del 07 agosto 2009 - 2741 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, consiglio comunale, fano, politica, consiglio comunale fano


Alessio

Come ben sai, Bene Comune e Fano a Cinque Stelle appoggiano e spingono ormai da tempo libere riprese in Consiglio Comunale.<br />
http://www.benecomune.it/2009/07/28/libere-registrazioni-tv-del-consiglio-comunale/

metauro

A questo punto, più grave dello stesso \"divieto\", è la sua accettazione. Un \"silenzio\" davvero preoccupante. Per \"silenzio\", ovviamente, s\'intende l\'assenza di iniziative da parte degli stessi Consiglieri (indipendentemente dall\'appartenenza partitica).

francesco

quello di intimare ai giornalisti di mettere il video integrale è un\'offesa alla dignità, alla professionalità e alla deontologia dei giornalisti stessi a cui è stato dato il permesso di riprese, seguendo l\'art.67 del consiglio che è stato redatto appositamente per far sì che i filmati non venissero manipolati grazie alla stessa deontologia giornalistica così ora vilipesa!

Luciano Benini

La decisione che era stata presa sabato 1 agosto nella riunione dei capigruppo era stata quella di comunicare subito l\'autorizzazione proprio per consentire, a chi l\'avesse voluto, di esserci. La ripresa integrale è stata chiesta per garantire a tutti coloro che lo vogliono di vedere integralmente il consiglio. Ma ciò non significa che poi ciascuna redazione, nella più totale libertà, possa fare servizi utilizzando parti delle riprese. Per essere ancora più chiari, se si fa un servizio in cui si mostrano solo le dichiarazioni di un assessore o di un consigliere, il cittadino ha diritto di vedere se in quel punto all\'ordine del giorno ci sono stati anche altri interventi in modo da giudicare in maniera completa quanto accaduto.<br />
Poi da settembre c\'è l\'impegno della presidenza del consiglio di organizzare in proprio la ripresa televisiva integrale in diretta, e poi anche scaricabile dal sito, di tutti i consigli comunali.

purtroppo Michele ti sei inbattuto su un grave problema contro cui alcune persone della realtà fanese combattono da tempo(tra cui fano5stelle e bene comune). Malgrado ciò finora non c\'è stato nulla da fare,è un fatto assurdo e di cui si cerca di parlare il meno possibile. Gli unici consiglieri che si sono opposti a ciò sono stati Benini e De Marchi. Evidentemente gli altri per qualche motivo preferiscono che le cose che fanno in consiglio comunale non si vengano a sapere in giro...o per lo meno,che si vengano a sapere solo raccontate da Loro alla cittadinanza...

Il titolo dice tutto, cosa hanno i nostri dipendenti da nascondere? Una volta la penna sagace del consigliere Del Bianco coglieva con le sue caricature l\'impegno e l\'attenzione di alcuni colleghi, a leggere il giornale e chi forse a fare parole crociate.. o fare i disegnini.. tutta cultura.<br />
Se al consiglio possono venire tutti e quindi vedere tutto forse più dell\'occhio di una telecamera, ed allora perchè vietare questo mezzo di trasparenza?<br />
Per chi opera bene è tutta pubblicità.

Queste cose fanno pensare molto male...

un\'altra cosa grave è che questo articolo è stato letto da molte meno persone rispetto a quelle che hanno letto chi è miss fano...

Off-topic

Questo è frustrante per un giornalista. Ma aver avuto 350 letture, credimi, non è poco.




logoEV