statistiche accessi

Versus Complanare: sosterremo i candidati che con i fatti si opporrano a questo scempio

complanare 3' di lettura Senigallia 06/08/2009 - \"Come sempre siamo abituati a fare, desideriamo entrare nel merito degli ultimi eventi che ci riguardano con elementi concreti: abbiamo e stiamo investendo le nostre energie su una legittima protesta di difesa delle nostre proprietà, del nostro territorio, salute e ambiente in genere, con gli strumenti che la nostra coscienza, onestà e la legge ci consentono\".

Abbiamo constatato delle illegittimità nelle procedure di occupazione d’urgenza e chiesto al Tribunale Amministrativo Regionale di sospendere e annullare tali provvedimenti per i danni gravi e irreparabili derivanti ai cittadini coinvolti; purtroppo i giudici hanno respinto la nostra richiesta e la delusione è dovuta soprattutto alle motivazioni esplicitate nell’ordinanza, “il Collegio ritiene preminente l’interesse pubblico alla celere conclusione dei procedimenti per cui è causa, e ciò anche in ragione del fatto che i ricorrenti non hanno dimostrato l’esistenza di un pregiudizio irreparabile”.



Avremmo preferito un maggiore approfondimento, infatti sono state eluse molte domande presentate nel ricorso dai nostri legali e questo ci fa pensare ad un giudizio che non ha tenuto conto di tutti gli elementi presentati. Certi di avere ragione - sono gli atti amministrativi che parlano e non le nostre opinioni - proseguiremo la nostra battaglia ricorrendo al Consiglio di Stato e confidando ancora nel dibattimento che farà seguito all’ordinanza emessa. Quello che invece è davvero poco edificante è l’atteggiamento della nostra amministrazione nella persona dell’assessore Mangialardi che, con toni esultanti (soddisfatta l’Amministrazione comunale sul verdetto espresso dal Tar) e atteggiamenti paternalistici (la porta del mio ufficio rimarrà sempre aperta ), dimostra di essere ben lontana dalla funzione istituzionale che ricopre: il suo primo dovere infatti è essere dalla parte dei cittadini soprattutto quelli più danneggiati e non dalla parte di Società Autostrade; inoltre la disponibilità ad ” accogliere chiunque abbia bisogno di aiuto o informazione” non è una concessione per i remissivi o rinunciatari ai ricorsi ma un dovere che il suo ruolo gli impone, un servizio alla comunità e non un favore.



E prima di parlare di privilegi decantati per la comunità derivanti dalla realizzazione della complanare, risponda alle domande che da più di un anno gli rivolgiamo (vedi ultimo sit in davanti al ex-Gil). Ci si confronta sui fatti non sulla propaganda. Per ultimo e a questo proposito, considerato l’accendersi del clima politico con presentazioni di nuove liste o comitati a sostegno di candidati sindaco, ribadiamo che questo comitato non intende assolutamente prendere posizione a favore di questo o quel candidato, di un partito, di una lista di un’ideologia o che altro. Intendiamo, nel modo più trasversale ed imparziale, tutelare il nostro interesse di cittadini minacciati dalla realizzazione di un’opera inutile, costosissima, dannosa e antidemocratica, qual è la Complanare. Sosterremo tutte le forze politiche, con i loro candidati più lungimiranti, che avranno il coraggio di impedire “NEI FATTI” e non con la facile retorica delle sole buone intenzioni questo scempio perpetrato di comune accordo tra l’amministrazione Angeloni e la Società Autostrade di Benetton.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2009 alle 18:16 sul giornale del 06 agosto 2009 - 4171 letture

In questo articolo si parla di attualità, complanare, Comitato Versus Complanare… e non solo!





logoEV
logoEV
logoEV