In barba all\'abbatimento delle barriere architettoniche

1' di lettura Senigallia 03/08/2009 - Un lettore ci ha segnalato come le barriere per obbligare i ciclisti a scendere dalle biciclette nei ponticini che collegano la statale ai lungomari siano un ostacolo estremamente fastidioso per i disabili che si muovono su una carrozzina.

Allucinante! Questa è la situazione per andare al mare attraverso il ponticino di via Ugo Bassi che collega la Statale adriatica con Lungomare Alighieri (Accanto al Vicoletto).

Ma chi è che ha pensato di predisporre questa Barriera?
Passare è complicato per chiunque, figuriamoci per un disabile in carrozzella...

Questa è l\'accoglienza al mare di Senigallia, città di piste ciclabili?








Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2009 alle 14:14 sul giornale del 03 agosto 2009 - 6782 letture

In questo articolo si parla di attualità, michele pinto, via ugo bassi, Maurizio Gelzoni


Nemmeno io sapevo di questa novità, finchè non stavo per sbatterci addosso.<br />
Un plauso al \"genio\" che si è inventato questo slalom: una soluzione come quella non ha alcuna giustificazione e alcun senso...se non quello del ridicolo.<br />
Sicuramente impedirà l\'accesso agli scooter (ma davano così tanto fastidio?), come minimo alle biciclette, sicuramente ai portatori di handicap (che di sicuro non ne avevano bisogno), ma lo voglio vedere alla prova delle grandi manifestazioni quando la gente andrà via.<br />
Se lo si è fatto per evitare/limitare problemi all\'attraversamento pedonale lungo la statale, bhe bastava mettere delle segnalazioni, dei dissuasori di velocità e aumentare solo in quel punto l\'illuminazine.

cittadino

Commento sconsigliato, leggilo comunque

E\' necessario rimuovere immediatamente questa \"trovata\". E\' una \"trovata\" non dignitosa ed estremamente pericolosa nel caso quel sottopasso diventasse via di fuga o come dice Daniele_Sole in occasione di eventi che richiamano moltitudine di persone.<br />
Che le vie di fuga devono essere ampie, lo avevano capito anche gli antichi greci nei loro teatri, ma qui i discorsi servono a poco. Si rimuovano e magari si chieda scusa dell\' errore. <br />
Luigi Rebecchini<br />

Peraltro, ancora uno stile di potere basato sulla coercizione della malafede presupposta, ovvero una ferma fiducia nelle capacità di regressione dell\'essere umano...

Ecco a cosa porta l\'indisciplina dei ciclisti (oltre all\'incapacità di prevedere da parte di chi ha l\'unico compito di prevedere)

Credo che questa volta i colpevoli (oltre all\'incapacità di prevedere da parte di chi ha l\'unico compito di prevedere) siano gli scooter, non le bici.

Sig. Rebecchini, ma quando mai un politico ha chiesto scusa...quando? Magari potessi leggere qui che l\'ideatore di tale errore se ne assume tutte le colpe, prometta di abbatere le barriere e chiede scusa ai disabili. A quel punto comincerei a ricredermi sulla validità di certi \"visi noti\", sulla loro capacità di comunicazione.<br />
Franco Giannini

Io ricordo ancora quanro Rebecchini, allora assessore, chiese scusa per aver posizionato in maniera non ottimale uno stand alla fiera, promettendo di posizionarlo meglio l\'anno successivo.<br />
Era il primo commento di un politico su VS che ho letto.

Lo ricordo anch\' io...una mosca bianca...infatti si è anche dimesso dalla carica che occupava...e questo le può fare solo che onore. Ma parlavo di tutti gli altri che continuano a far danni.<br />
A proposito, un altra barriera (meno elegante, forse perchè sita nel lungomare dei poveretti), la si può trovare all\'ingresso del sottopasso (ponticino) nei pressi dell\'hotel Delfino (quindi lato mare). Dal lato monte, invece, non c\'è nulla, tanto che i motorini ci passano ugualmente. Per la serie \"I misteri della progettazione\"<br />
Franco Giannini

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Semplice telecamera tipo telepass che legge la targa, con sequestro definitivo di motorino-motocicletta?

Sei pazza?<br />
S\'incazzano gli extracomunitari.

No?<br />
E allora perchè si sono lamentati quando hanno deciso di mettere le telecamere al rione porto?

Sì, avevo capito l\'allusione. Si sono lamentati forse perché si domandavano come mai le volevano istallare solo al rione Porto e non in tutte le altre zone dove l\'eventuale spaccio prospera. Sei sicuro sia solo quel rione l\'unico luogo? <br />
<br />
P.S. Per me le telecamere potrebbero metterle pure nel bagno di casa mia. Se servissero a tener lontani i morammazzati che ogni anno vengono a farmi visita, così come gli spacciatori per le strade, figurati che me ne importa di farmi vedere dal maresciallo seduta sul water. Ma evidentemente non tutti la pensano come me. <br />
<br />
P.P.S. Al posto delle telecamere ho dotato la mia abitazione di un rottweiler di 65 chili. Tra l\'altro, poco socievole... :-)

Commento modificato il 03 agosto 2009

Finirai su vs con questo titolo: \"Sbranata dal proprio cane\".<br />
Così potrò darti ragione post mortem quando sostieni che la colpa non è dei cani, ma dei padroni.




logoEV